LSD o 25I-NBOMe? Come Distinguerli.

Pubblicato :
Categorie : BlogScienzaSostanze psichedeliche

LSD o 25I-NBOMe? Come Distinguerli.

25I-NBOMe ed LSD sono straordinariamente simili in apparenza, ma estremamente diversi sia negli effetti che per quanto riguarda la generale inoffensività. Non rischiate la vostra salute inutilmente – imparate a distinguerli.

La proibizione è causa di molti problemi, uno dei quali è il mercato nero. Non potete mai essere sicuri di ciò che state acquistando o prenderlo per oro colato, e poiché gli spacciatori cercano ogni modo possibile di tagliare i costi, testare la vostra roba non è mai stato tanto importante come ora. Un buon esempio è quello dell'LSD, che si sta vedendo rimpiazzato sul mercato – all'insaputa del compratore – dal 25I-NBOMe, un suo sostituto a buon mercato e molto più pericoloso. Saperli distinguere è di vitale importanza.

PRIMO: IL PROBLEMA DELLA PROIBIZIONE

Contrariamente all'opinione comunemente diffusa, la guerra alle droghe ha un effetto totalmente opposto a quello che è il suo scopo dichiarato. Se infatti viene ampiamente riconosciuto che tale sforzo per mantenere il pubblico al sicuro dalle droghe pericolose, attraverso la demonizzazione e l'incarcerazione, conosce un esito positivo grazie all'uso della forza e dell'intimidazione, questo costituisce in realtà un miserabile ed imbarazzante fallimento su tutti i fronti.

Per dirne una, molte di queste sostanze sono classificate in maniera incorretta; ciò si deve soprattutto al fatto che il loro potenziale terapeutico inesplorato rappresenta una grave minaccia per l'attuale, capitalistico, paradigma medico. Altra cosa, sebbene volumi titanici di sforzi, denaro, e risorse umane siano dedicati al tentativo di sopprimere ogni tipo di consumo e commercio di droghe illegali, molte persone scelgono ancora di servirsi e speculare su questo esistente e persistente mercato. Ciò ci porta al fatto, morbosamente ironico, che tale strategia provoca in effetti molto più danno e devastazione di quanto non protegga le persone vulnerabili.

Quasi ogni festival musicale, di questi tempi, sembra essere accompagnato dalle orribili notizie di multipli decessi di partecipanti, dovuti al fatto che avevano assunto droghe che non erano ciò che pensavano, ma erano contaminate da sostanze nefaste o venivano assunte in dosi molto, troppo elevate, da parte di individui ineducati ed innocenti, che non avevano idea di ciò che facevano. Legalizzazione e stretta regolamentazione sono la risposta a questo infelice dilemma.

UNA TENDENZA IN CRESCITA: 25I-NBOMe, NON LSD

Un esempio di questa situazione è la comparsa della distribuzione di 25I-NBOMe come sostituto dell'LSD. Il problema sorge quando degli spacciatori vendono consapevolmente del 25I-NBOMe, presentandolo come LSD, a degli ignari compratori. L'LSD è stato studiato ed usato in forma ricreativa da un elevatissimo numero di persone per decenni, e fino ad ora non si contano decessi derivati da tossicità della sostanza; ma non si può dire lo stesso del 25I-NBOMe.

Il 25I-NBOMe fu sintetizzato nel 2003 e non è ancora stato fatto oggetto di alcuna classificazione, essendo lasciato spesso indicato come “sostanza chimica in fase di test”. Questa droga è stata responsabile di numerosi decessi, risultato della sua tossicità e del dosaggio. Il 25I-NBOMe può alterare la vasocostrizione (costrizione dei vasi sanguigni), ed i suoi effetti collaterali negativi possono includere intorpidimento periferico e tumefazione delle estremità – una situazione pericolosa. Mentre l'LSD rientra nella categoria di una indolo / triptammina, il 25I-NBOMe è in realtà classificato come feniletilammina. Entrambe le sostanze possono essere assunte sotto forma di carta assorbente, il che contribuisce ad aumentare la possibilità di confusione e di vendita fraudolenta.

In ogni caso, ci sono diversi modi per distinguere queste due sostanze ed identificare ciò che davvero state per ingerire, e di cui state per sperimentare gli effetti. Una maniera, che non è particolarmente una maniera per evitare l'ingestione, è la differenza di sapore. L'LSD ha un leggero sapore metallico, o nessun sapore; il 25I-NBOMe ha invece un gusto amaro.

Entrambe le sostanze possono anche essere testate usando una luce nera, UV; in questo caso, l'LSD brillerà se esposto a questa luce, mentre il 25I-NBOMe no.

Un modo più accurato ed economico di testare queste sostanze per garantirsi sicurezza è usare un EZ Test, specificamente concepito per l'esame di LSD ed altri indolici. Questo piccolo affidabile kit è assolutamente essenziale quando prendete parte ad eventi di grandi dimensioni o altre circostanze in cui acquistate sostanze da persone che non conoscete e di cui quindi non vi fidate molto. Sinceramente, vale davvero la pena di servirsi di questo potenziale salvavita; e ciò a prescindere dalla provenienza della droga, si tratti anche di un fornitore regolare e di fiducia. Le catene di rifornimento sono fluttuanti e possono spesso essere costituite di talmente tanti anelli che risulta impossibile determinare se, quando, e quante volte, i prodotti possono essere stati diluiti, tagliati, e contaminati.

Il Test EZ per LSD e derivati indolici è estremamente pratico e facile da usare, e fornisce risultati concreti per garantirvi serenità prima di imbarcarvi in un viaggio psichedelico. Piazzate semplicemente una piccola quantità della sostanza in vostro possesso nella fialetta in dotazione, insieme al reagente, e agitate delicatamente; i risultati appariranno in pochi minuti.

In fin dei conti, gli adulti decidono per sé stessi. Ma ad essere prudenti ci si guadagna sempre.

 

         
  Lucas  

Scritto da: Lucas
Lucas anche è redattore part-time e visionario a tempo pieno. Un anonimo psiconauta atterrato nella società in giacca e cravatta, lavora per portare alle masse le prove evidenti prodotte dalla ragione.

 
 
      Scopri i nostri scrittori  

After party & Test per droghe