Le Varietà Cannabiche Al CBD Per Il Dolore Migliori Del 2017

Pubblicato :
Categorie : BlogCannabisCBDRecensioni sulle varietà
Ultima modifica :

Le Varietà Cannabiche Al CBD


L'alba delle varietà cannabiche ricche in CBD sta sorgendo. La coltivazione di marijuana medicinale sta conoscendo una rinascenza in piena fioritura. Diamo uno sguardo a ciò che rende una varietà cannabica un efficace aiuto nell'alleviare il dolore, e ad alcune delle migliori varietà medicinali da coltivare nel 2017.

Probabilmente già sapete che la cannabis è ampiamente ritenuta capace di aiutare a gestire il dolore, ma con tante varietà diverse disponibili di cannabis al CBD, con distinte proprietà antidolorifiche, scegliere la varietà appropriata può essere difficile. Ah, ma difficile nel senso buono! Perché ai nostri giorni, quando si tratta di marijuana medicinale, siamo viziati con l'abbondanza della scelta.

Vediamo quali sono i fattori chiave che influenzano la vostra selezione di cannabis al CBD. La varietà giusta è quella che tratta efficacemente il particolare tipo di dolore di cui soffrite, e quella che più si adatta al vostro spazio di coltura erbacea. Conseguite i semi giusti e potete davvero diventare autosufficienti in cannabis medicinale.

CHE TIPI DI DOLORE SI RITIENE CHE LA CANNABIS POSSA ALLEVIARE?

La cannabis, là dove la cannabis terapeutica è legale, è impiegata per trattare o alleviare molti tipi di dolori. In alcuni posti, la cannabis medicinale sta diventando un trattamento standard per dolori nervosi in pazienti affetti da sclerosi multipla. Le forti proprietà antiinfiammatorie della cannabis sono anche molto benefiche per chi soffre d'artrite.

In molti vedono oggi i vaporizzatori e i fiori di cannabis medicinale da prescrizione come un'autentica alternativa ai farmaci antidolorifici oppiacei convenzionali, che provocano un'alta dipendenza e comportano troppi effetti collaterali deleteri, che spesso richiedono a loro volta ulteriori trattamenti farmacologici.

La marijuana medicinale si presenta in molte forme, e non occorre fumare cannabis per curarsi. Tutto, dal dolore cronico a tagli e abrasioni, si ritenga possa trovare beneficio in concentrati di THC e CBD, e nei prodotti in cui son stati infusi questi composti.

Tinture di cannabis sublinguali, da assumere in gocce sotto la lingua, possono avere effetto in 20 minuti e sono forse il metodo più efficace di trattamento del dolore con estratti di marijuana. Le tinture a base di olio di CBD stanno diventando disponibili a livello globale.

Detto tutto questo, comunque, se avete dubbi è meglio consultare un professionista della salute, ed assicurarsi che là dove si vive la cannabis terapeutica sia legale.

IL CBD E IL THC DELLA CANNABIS PER IL DOLORE

Il CBD è l'astro nascente dei cannabinoidi nel mercato legale della cannabis terapeutica. Tradizionalmente, il THC era sempre l'unico oggetto d'interesse sia dei creatori di cannabis che della ricerca scientifica. Tuttavia, il CBD è cresciuto d'importanza nell'ultimo decennio, e sta ora cominciando a soppiantare nei laboratori la sua controparte psicoattiva.

Il CBD è del più alto interesse perché non è psicoattivo, e lo si ritiene capace di bilanciare gli effetti euforizzanti del THC.

Prodotti medicinali cannabici a base di CBD, come il Charlotte’s Web, vengono perfino usati negli USA per i bambini sofferenti di sindrome di Dravet, una rara forma di epilessia per il cui trattamento era prima necessario un cocktail di droghe.

Naturalmente, il THC è ritenuto avere le sue specifiche proprietà medicinali, ma è anche responsabile dello “high” – e perciò di grandissimo interesse per i consumatori ricreativi. THC e CBD son ritenuti agire in sinergia, e son necessarie ulteriori ricerche sulle miscele di THC + CBD per poter sfruttare i loro effetti combinati.

La buona notizia è che la creazione di varietà ricche in CBD sta già dando i suoi frutti; l'erba al CBD è la prossima generazione di cannabis medicinale, ed i pazienti possono ora scegliere fra varietà cannabiche con differenti rapporti nel contenuto di CBD e THC. Le preferenze pendono alla fine in favore del CBD.

VARIETÀ INDICA E SATIVA PER IL DOLORE

Varietà di Indica come Purple Afghan Kush, Cream Caramel, e Northern Lights, sono meravigliosamente efficaci nell'apportare sollievo al dolore, a causa del loro alto contenuto di THC e livelli più discreti ma significativi di CBD; e sono anche tanto buone quanto belle. Queste pesanti Indica sono comunemente associate con lo stono fisico da “incollato al divano”.

Varietà Cannabiche Al CBD Per Il Dolore Migliori

Oltretutto, le tre leggendarie Indica di cui sopra sono piante appiccicose stillanti resina, perfette per essere raffinate fino a farne dei potenti concentrati cannabici. Le dense polpette ricoperte di tricomi cristallini sono il materiale ideale per l'estrazione di hashish.

Tramutare i fiori in concentrati come polline, Ice-hash, rosin o essenze, apre nuove possibilità per il “dabbing” medicinale, ed una più potente alternativa ai fiori per coloro che vaporizzano.

Varietà di Sativa come Amnesia Haze e Blue Dream son state episodicamente segnalate come altamente efficaci nel calmare i dolori emotivi e mentali legati a depressione, angoscia, e melancolia.

Questo tipo di cannabis è “roba di prima classe” ed un'erba genuinamente benefattrice, che è stata da secoli un'ispirazione per artisti, musicisti, e scrittori. Anche persone sofferenti di emicranie segnalano l'attenuazione dei sintomi dopo aver consumato dei fiori di Sativa.

CBD CANNABISSORTEN ZUR SCHMERZLINDERUNGVARIETÀ CANNABICHE AL CBD PER ATTENUARE IL DOLORE

A volte le varietà a dominante Sativa con alto contenuto di THC possono risultare troppo “spinte” per un utilizzatore inesperto. A parte questo, l'inebriante “high” cerebrale della Sativa rappresenta l'estremo completamente opposto, nello spettro dello stono, rispetto al più rilassante e “soggiogante” effetto della Indica.

VARIETÀ CANNABICHE AL CBD PER ATTENUARE IL DOLORE

Se volete prendere la strada del CBD, dovete allora coltivare le varietà cannabiche ricche in CBD della prossima generazione, e trovare la varietà con la proporzione di CBD e THC che funziona meglio per voi.

La bellezza dell'erba al CBD è che offre a chi coltiva per scopi medicinali tante opzioni. Le infiorescenze possono essere fumate o vaporizzate direttamente, e perfino ulteriormente raffinate per farne olio di CBD. Le varietà cannabiche tradizionali son state create nel corso di innumerevoli generazioni specificamente per ottenere il massimo di THC, e avendo come obiettivo finale il consumatore ricreativo. Le odierne varietà al CBD, viceversa, son state concepite pensando al paziente che consuma marijuana medicinale; è quindi solo una questione di logica il coltivare erba arricchita al CBD se volete davvero la miglior medicina. Kings Kush CBD, della Greenhouse Seeds, è una scelta eccellente per alleviare il dolore. Qualunque consumatore a scopo terapeutico, che stia cercando un equilibrio di 1:1 nella proporzione di THC e CBD, dovrebbe tenere a mente questa varietà di Kush.

Kings Kush Greenhouse Seeds

Per la cannabis medicinale più saporita ed un rapido sollievo al dolore, consigliamo la CBD Auto Compassion Lime di Dutch Passion; in sole 10 settimane dalla germinazione si possono raccogliere deliziose infiorescenze alla fragranza citrica di lime, con un 9-10%di CBD ed un leggermente inferiore 8-9% di THC.

CBD Auto Compasison Lime Dutch Passion

Chi coltiva cannabis terapeutica non si è mai trovato in condizioni tanto favorevoli: con un movimento per la legalizzazione che si fa ogni giorno più forte, ed una gamma di varietà medicinali specificamente arricchite in CBD disponibili sul mercato, non c'è mai stato un momento migliore per coltivare la propria medicina

 

         
  Top Shelf Grower  

Scritto da: Top Shelf Grower
Veterano della coltivazione della Cannabis ed originario di Dublino, Irlanda, oggi vive nel sud della Spagna. Impegnato nella diffusione delle sue recensioni, fino a quando non verrà catturato o ucciso.

 
 
      Scopri i nostri scrittori  

Relativi Prodotti