Le Leggende Urbane Più Dure A Morire Sull'uso Delle Droghe

Pubblicato :
Categorie : BlogSostanze psichedeliche

Leggende Urbane Delle Droghe


Le più folli storie sulle droghe circolano fin da quando l'uomo iniziò ad assumerle. La maggior parte delle leggende urbane nascono dai timori generati dagli stereotipi sulle sostanze stupefacenti. Cos'è vero e cos'è falso?

Tutti quanti ne abbiamo sentito parlare. Le leggende urbane che girano intorno alle sostanze stupefacenti contengono spesso concetti sbagliati sull'uso delle droghe, sulla cultura che le circonda, sull'impatto che possono avere e sulle conseguenze per chi le consuma. Alcune di queste storie continuano a circolare perché sono divertenti, strane o incredibili. Altre sono invece promosse da organizzazioni anti-riforma con il fine di spaventare i giovani. Le droghe più comuni al centro di queste leggende? Cannabis, LSD e MDMA (o ecstasy).

Le leggende urbane intorno all'uso delle droghe

Molte di queste leggende urbane descrivono comportamenti surreali o fenomeni "strani". Per questa ragione sono spesso divertenti, pur risultando completamente prive di fondamento. Tuttavia, alcune di queste storie hanno un pizzico di verità. È per questo che a volte suonano come episodi "reali", se non addirittura esilaranti. Altre volte, spaventosi.

Avete mai sentito quella storia su una babysitter che sotto gli effetti dell'LSD mise nel forno a microonde un bambino? Ci avete creduto? È proprio questo che affronteremo nelle storie e nei miti sulle droghe. Quali sono reali? Quali i miti? Scopri l'importanza di saperle differenziare.

L'USO DI IBUPROFENE PUÒ DARE UN FALSO POSITIVO IN UN TEST ANTIDROGA

Uso Ibuprofene Può Dare Un Falso Positivo In Un Test Antidroga

È vero? Ebbene sì. A dosi elevate, l'ibuprofene può dare falsi positivi in un'analisi di laboratorio come una qualsiasi sostanza "illegale". E qui possono nascere i problemi: basandosi su questo come una scusa dopo che un risultato positivo della prova è una cattiva idea. Vi assicuriamo che non siete gli unici ad averci pensato. I laboratori di analisi sono già al corrente di questa anomalia e potrebbero subito sospettare. Eventualmente, potreste richiedere qualche giorno per realizzare un nuovo test.

Volete conoscere strategie migliori? Se state cercando di superare un test antidroga, sul mercato si possono trovare alcuni prodotti che potrebbero aiutarvi. In commercio potete trovare test (altamente qualificati) per analizzare le droghe più usate (tra cui cocaina, ecstasy e marijuana).

Alcuni prodotti stanno mostrando una tecnologia sempre più avanzata e non si tratta dei banali kit d'analisi normalmente usati dai genitori.

Esistono anche due prodotti depurativi che funzionano altrettanto bene. Sebbene il miglior modo per eliminare velocemente le tracce di droghe dal proprio organismo sia quello di bere molta acqua, succhi di mirtillo rosso o tè, alcune persone potrebbero richiedere qualche aiuto in più.

Ecco un mito apparentemente assurdo ma vero. Avete mai sentito dire che bere grandi quantità di aceto è un rimedio efficace per superare un test antidroga? Ebbene sì, bere aceto riduce i livelli di pH dell'organismo per abbattere gli enzimi più sensibili dei marcatori normalmente usati per rilevare tracce di droghe. Ma siete veramente disposti a farvi venire il bruciore di stomaco e ad affrontare lunghe giornate di attacchi di diarrea? Con alti dosaggi di vitamina C potete ottenere gli stessi risultati.

I FUNGHI ALLUCINOGENI HANNO DATO L'ISPIRAZIONE PER IL SUPER FUNGO DI SUPER MARIO

Funghi Allucinogeni L'ispirazione Per Super Mario

I funghi magici erano il messaggio subliminale nascosto dietro il bonus a forma di "Super Fungo" dei videogiochi di Super Mario Bros? Questo fungo rosso consente a Mario e Luigi di avere più forza e di spostarsi con maggiore facilità.

Se avete risposto di sì, ci spiace deludervi. I funghi allucinogeni non sono stati la "vera" ispirazione per i creatori di questi videogiochi. A quanto pare, il creatore di Super Mario, Shigeru Mizamoto, si è ispirato allo scrittore Louis Carroll. Nel suo famoso libro Alice nel paese delle meraviglie, la protagonista cambia le dimensioni del suo corpo mangiando diversi tipi di funghi. Nonostante si sia speculato per decenni su questa storia, secondo la quale Carroll farebbe un palese riferimento all'esperienza psichedelica, gli studiosi moderni mostrano ancora un certo scetticismo.

Secondo alcuni, infatti, si tratta di pura "magia" e non necessariamente degli effetti dei funghi psichedelici, per quanto variopinti possano essere descritti nel libro. Si tratta forse di un interessante argomento per un saggio scolastico di letteratura inglese?

La percezione alterata della realtà ha sempre fatto parte della cultura dei funghi allucinogeni. È per questo che, per millenni, sono stati al centro delle esperienze e delle tradizioni religiose di molte culture. Le esperienze psichedeliche di espansione della mente indotte dalla psilocibina sono ben documentate. Artisti ed altri personaggi creativi hanno sempre mostrato particolare interesse verso questi organismi.

Coltivare a casa i propri funghi magici è facile. Sappiate però che i funghi allucinogeni non sono legali in tutti i Paesi, compresi alcuni Stati europei.

LA MARIJUANA DI OGGI È DALLE 10 ALLE 20 VOLTE PIÙ FORTE DEL PASSATO

La Marijuana Di Oggi È Più Forte Del Passato

I titoli sensazionalistici di alcuni giornali hanno riportato più volte questa notizia. Il principio è quello di diffondere l'idea che la marijuana di oggi è in qualche modo più "pericolosa" rispetto a quella consumata anni fa.

Qual è la verità? Oggi la cannabis non è "più potente" di quanto non fosse decenni fa. Esistono varietà moderne appositamente ibridate per contenere basse concentrazioni di THC. Tuttavia, bisogna ammettere che altre varietà, invece, vengono appositamente create per offrire un alto contenuto di THC. Sono state inoltre sviluppate un paio di varietà che stanno definendo nuovi standard con la loro eccezionale potenza.

Tra queste troviamo la **Gorilla Glue. Dopo poche boccate di fumo, questa fanciulla può inchiodare al divano anche gli stoner più esperti. Ciò è dovuto al suo incredibile contenuto di THC, che può raggiungere il 30%. Questa Indica produce grandi quantità di resina e colpisce con estrema violenza.
**Gorilla Glue - https://www.zamnesia.com/zamnesia-seeds/4532-gorilla-glue-feminized.html

La Bruce Banner detiene ancora il titolo di "varietà più forte sulla terra". Con il suo alto contenuto di THC del 30% e i diversi premi vinti alle Cannabis Cup, non bisogna limitarsi ad osservare solo la sua potenza. Tuttavia, uomo avvisato mezzo salvato!

LO SPINELLO DELLA FOLLIA (REEFER MADNESS)

Reefer Madness

La cannabis vi farà impazzire e vi costringerà a fare cose dannose ed illegali. Per quanto assurde e false, queste voci vennero messe in circolazione all'inizio del secolo scorso. Film ed altre propagande anti-cannabis furono prodotti dal governo americano nei primi anni '30, con il fine di dissuadere i fumatori. All'epoca, questa droga veniva associata a tutti i tipi di comportamento "immorale". Questo includeva ballare con persone di un altro colore o ascoltare jazz.

A quanto pare esiste uno stretto legame tra "follia" e cannabis. Questo include sia la schizofrenia che l'irrefrenabile desiderio di ascoltare Cole Porter.

L'MDMA PUÒ BUCARE IL CERVELLO

MDMA Può Bucare Il Cervello

Circolano diverse storie su quest'argomento. Sono tutte false. L'ecstasy non vi farà diventare il cervello come un formaggio svizzero pieno di buchi. Si tratta di una leggenda che iniziò a circolare intorno alla fine del secolo.

Nonostante ciò, esistono alcune droghe capaci di causare lesioni nel cervello. Tra queste troviamo il PCP e la ketamina. Anche i consumatori di metanfetamina sembrano mostrare danni strutturali nel cervello dopo un uso continuato di questa droga.

LA LEGGENDA DEGLI "GNOMI"

Leggenda Degli Gnomi

Se non l'avevate mai sentita, vi garantiamo che circola da anni. Adolescenti ubriachi o sotto gli effetti di sostanze allucinogene che improvvisamente vedono uno "gnomo" o una qualsiasi altra creatura magica. Secondo alcuni, ci sono persone che si sono addirittura portate a casa questi strani e piccoli esseri, scoprendo al risveglio che si trattava invece di bambini. In alcuni casi le storie sono ancora più grottesche e macabre: come quelle di "gnomi" che si rivelavano essere bimbi morti o con ritardi mentali.

Ne avrete sentito parlare, magari con diversi tipi di droga, ma si tratta di una storia assolutamente falsa. Potremmo forse "crederci" se fosse un episodio accaduto la notte di Halloween.

LE DROGHE POSSONO FAR VOLARE

Droghe Possono Far Volare

Ovviamente, non esiste alcuna droga con questo potere. Se volete volare, prenotate subito un volo. Anche in questo caso esistono diverse leggende. Secondo una storia risalente agli anni '60, un ragazzo impazzito dopo aver assunto una dose di LSD pensava di essere un bicchiere di succo d'arancia. Ciò non gli avrebbe permesso di piegarsi per diversi giorni, costringendolo a dormire in posizione verticale.

Vi sembra una storia fin troppo stupida? Sì, lo è! È vera? Alcune persone ci hanno creduto, ma no, non è assolutamente vera.

Morale della favola? È vero, esistono droghe capaci di alterare le nostre percezioni, ma affacciarsi ad un davanzale sotto i loro effetti non è mai una buona idea. Se volete sembrare una grande palla arancione, procuratevi un costume da zucca per Halloween o per qualsiasi altra occasione.

Non sarete forse sotto gli effetti delle droghe allucinogene, ma qualcuno potrebbe sospettarlo. Benvenuti nel mondo delle droghe e delle leggende urbane.

SEMBRANO FIN TROPPO STRANE PER ESSERE VERE...

È così, ma non sempre. Le droghe sono state stigmatizzate per diverse ragioni. Le storie più strane tendono a creare opinioni contrastanti. In passato, le persone che assumevano sostanze stupefacenti potevano fare affidamento solo sulle informazioni che circolavano bocca a bocca. Questa diffusione di informazioni non poteva fare altro che distorcere progressivamente la realtà delle storie.

Come dobbiamo comportarci davanti a questi racconti? Oggi, è relativamente facile verificare se queste bizzarre storie sulle droghe sono vere o false. È sufficiente realizzare una breve ricerca su internet. Potreste addirittura "venire a conoscenza" di altri curiosi fatti o altri episodi realmente accaduti. Fino ad un decennio fa, la sola idea di poter curare o trattare il cancro con la cannabis era un qualcosa di assolutamente inconcepibile, priva di qualsiasi fondamento scientifico. Oggi, questo "mito urbano" sta dimostrando di essere assolutamente vero.

Non lasciatevi influenzare dai racconti sulla babysitter drogata.

 

         
  Marguerite Arnold  

Scritto da: Marguerite Arnold
Con anni di esperienza di scrittura alle spalle, Marguerite dedica il suo tempo ad esplorare il settore della cannabis e gli sviluppi del movimento di legalizzazione.

 
 
      Scopri i nostri scrittori  

Relativi Prodotti