Le dimensioni del mercato globale della droga illegale

Pubblicato :
Categorie : BlogLeggi sulle drogheMondo

Le dimensioni del mercato globale della droga illegale

Mentre la guerra alle droghe ha dimostrato di avere fallito, il mercato delle droghe illegali sta prosperando e il consumo globale delle sostanze stupefacenti è in costante crescita.

La "War on Drugs" (WOD, guerra alle droghe) avrebbe dovuto soffocare il mercato delle droghe illegali e rendere il mondo un posto più sicuro dove vivere. Eppure, nonostante le presunte "vittorie" di cui i politici pro-WOD vanno così orgogliosi, l'illecito mercato globale delle droghe e il numero delle persone che fanno uso di sostanze stupefacenti illegali è cresciuto costantemente, anno dopo anno. Nonostante gli sforzi, la WOD è riuscita solo ad ottenere il contrario di ciò che era stato previsto inizialmente, spianando la strada a situazioni d'ingiustizia e di violenza.

Per dare un'idea di quanto sia aumentato il consumo di sostanze illegali in questi ultimi anni, il dipartimento anti-droga e anti-crimine delle Nazioni Unite ha previsto che il consumo di droghe a livello mondiale è destinato a superare il 25% entro il 2050. Ciò darà origine ad un contesto dove gran parte dei nuovi consumatori saranno, molto probabilmente, di sesso femminile, dal momento che le barriere culturali fanno ormai parte del passato e l'uguaglianza tra i sessi sembra finalmente consolidata.

I PROBLEMI CON IL MERCATO NERO

Per quanto possano sembrare dati poco sorprendenti, rimangono comunque molto preoccupanti. Il denaro che gira intorno a questo mercato sta alimentando sempre più violenza, ribellioni, corruzione ed oppressione. Qui non si tratta di un business da pochi centesimi. I miliardi di dollari che passano di mano in mano stanno arricchendo molte persone, rendendole sempre più potenti all'interno del mercato globale. Ciò dev'essere preso seriamente in considerazione, in modo da spronare la politica mondiale a rivedere le leggi sulle droghe, per contribuire così ad ostacolare l'accesso a questo mercato illegale. La WOD ha dimostrato di non essere capace di porre un rimedio reale a questa situazione così critica. Per farvi capire meglio a cosa ci stiamo riferendo, provate a considerare la seguente analogia, che riesce a rappresentare con estrema chiarezza questa situazione. Pensate al mercato delle droghe illegali come ad un palloncino parzialmente gonfiato. Se esercitiamo una pressione su una parte del palloncino (paragonabile alla forza con cui le istituzioni cercano di combattere le droghe), l'aria contenuta al suo interno si sposta e si concentra in un'altra zona (ovvero, quando si cerca di ostacolare la produzione delle droghe, questa si trasferisce in altri territori, ma non viene debellata). L'esempio più rappresentativo di questo equilibrio è ciò che sta accadendo in Colombia e Perù. La furia con cui la WOD ha cercato di combattere i cartelli della droga in Colombia ha spinto questi ultimi a trasferirsi in un altro Paese, il Perù, dove ormai la produzione della cocaina ha raggiunto preoccupanti dimensioni. Vedendo come la produzione di questa droga non ha subito alcun declino economico, restando una delle sostanza stupefacenti più consumate a livello globale, non possiamo fare a meno di riflettere.

LE DIMENSIONI DEL MERCATO

Per darvi un'idea della grandezza del mercato delle sostanze illegali, a livello mondiale, è sufficiente considerare le seguenti cifre. Il mercato nero delle armi da fuoco ha raggiunto un valore stimato di 1 miliardo di dollari, mentre quello della cocaina è di circa 88 milardi di dollari (e sono cifre relative solo alla cocaina). Pazzesco!

L'infografica che vi riportiamo qui di seguito riassume lo stato attuale del florido mercato globale della droga. Vale la pena dare un'occhiata, per cogliere alcuni spunti di riflessione. I politici devono decidersi a tirare la testa fuori dalla sabbia e smettere di preoccuparsi solo dei propri interessi. C'è bisogno di una svolta radicale... Adesso!