Le Differenze tra Varietà Kush e Haze

Pubblicato :
Categorie : BlogCannabisEducazione alla droga
Ultima modifica :

Varietà Kush e Haze


Cerchiamo di definire le principali differenze tra varietà di Cannabis Kush e Haze. Imparate a riconoscere la loro influenza genetica ed i loro effetti, scoprendo alcune delle migliori varietà Kush e Haze oggi disponibili sul mercato.

Nel corso della lunga storia evolutiva delle varietà di Cannabis, saltano alla ribalta diversi nomi. Tuttavia, ci sono due leggendari nomi che ancora oggi suscitano enorme scalpore tra gli appassionati di Cannabis di tutto il mondo.

Molte delle varietà più popolari contengono nel proprio nome il suffisso Kush o Haze, evidenziando la loro discendenza da una di queste genetiche. Il piacere di fumare queste straordinarie varietà si estende ben oltre il loro semplice nome, ma le loro pregiate qualità sono ben diverse.

LE PRINCIPALI DIFFERENZE TRA HAZE E KUSH

Sebbene appartengano a due straordinarie varietà, i loro nomi non definiscono le stesse qualità e proprietà. Si tratta di due genetiche rinomate per la loro potenza e sapori, ma i profumi, l'aspetto e gli effetti sono completamente diversi. Ciò che distingue una varietà Haze rispetto ad una Kush è che la prima tende ad assumere i tratti tipici di una Sativa, mentre la seconda mostra le caratteristiche di un'Indica.

Le varietà a predominanza Sativa sono note per il loro aspetto più slanciato e i colori verde chiaro, quasi giallognoli. I profumi sono più leggeri e il loro "high cerebrale" è più evidente. Le varietà a predominanza Indica, invece, mostrano colori più scuri con tonalità brillanti e i loro aromi sono più pungenti ed inebrianti, con effetti prevalentemente "corporei".

I termini "Haze" e "Kush" vengono spesso usati in modo inappropriato per rendere più attraenti le cime di qualità inferiore. Risulta quindi importante saper riconoscere la loro vera essenza, per poter apprezzare fino in fondo le loro qualità.

Indica vs Sativa

LE ORIGINI STORICHE

Entrambe le varietà hanno alle spalle una lunga storia nella coltivazione tradizionale della marijuana e portano con sé la migliore saggezza in campo colturale che, attraverso ripetuti processi d'ibridazione, ha dato vita ai loro nomi.

Il nome "Kush" proviene dalla catena montuosa dell'Hindu Kush, che si estende tra Afghanistan, Pakistan e India. Sono queste le regioni in cui si svilupparono le prime varietà autoctone con le caratteristiche che oggi conosciamo. Nel 1970, queste varietà furono introdotte negli Stati Uniti, dove in pochi anni guadagnarono popolarità tra coltivatori e consumatori.

Il nome "Haze", invece, proviene dalle regioni settentrionali della California, anch'esso coniato intorno agli anni '70. Tuttavia, i lunghi tempi di fioritura delle varietà Haze rallentarono la loro diffusione sul mercato e, dopo il 1980, rischiarono addirittura l'estinzione. Solo qualche anno più tardi, quando l'Olanda iniziò ad interessarsi alle loro qualità, Neville Schoenmakers prese questa straordinaria genetica ed iniziò a rimaneggiarla e a migliorarla fino ad ottenere la Haze che, oggi, tutti quanti conosciamo ed amiamo.

L'ASPETTO PUÒ DIRE MOLTO DI UNA VARIETÀ DI CANNABIS

Se potessimo mettere fianco a fianco queste due varietà di Cannabis, ci accorgeremmo subito delle loro principali differenze, sia a livello di crescita che di sviluppo delle cime.

Le Kush a predominanza Indica hanno foglie più ampie e, per natura, tendono ad essere più robuste. Le loro dimensioni più compatte e cespugliose sono perfette per le coltivazioni indoor e outdoor. Le Haze a predominanza Sativa, invece, diventano più grandi e slanciate. Alcuni esemplari possono raggiungere approssimativamente gli 8 metri d'altezza. Ecco perché continuano ad essere molto apprezzate nelle colture outdoor. Le foglie delle Haze riflettono la loro natura Sativa, con dita sottili ed allungate.

Anche le infiorescenze sono diverse. Le cime Haze sono più ariose e di un verde chiaro, con numerosi pistilli arancione brillante che ricoprono la parte esterna dei fiori. Le varietà Kush, invece, mostrano colori più vivaci e verde scuro, con lievi sfumature violacee.

Haze vs Kush looks

RICONOSCERLE CON L'OLFATTO

Queste due varietà di Cannabis si possono facilmente riconoscere con una profonda boccata di fumo.

Le varietà a predominanza Indica tendono a sprigionare odori più agrodolci, mentre quelle a predominanza Sativa emanano odori più rinfrescanti.

Queste sono le principali differenze tra Kush e Haze. Tuttavia, anche i loro aromi sono facilmente riconoscibili. Le Haze hanno aromi più speziati, citrici e dolciastri, leggermente terrosi. Sono le varietà che spiccano maggiormente in mezzo ad una folla di gente. Le Kush, a loro volta, sprigionano fragranze dolciastre dalle note più terrose e pungenti. Si possono facilmente riconoscere per i loro aromi di pino, spezie, pepe e incenso.

I SAPORI SONO INCONFONDIBILI

Quando si tratta di definire il sapore di una varietà di Cannabis, inspirando ed espirando il suo fumo, si riescono a riconoscere i diversi profili aromatici. Entrambe le varietà vantano sapori incredibili. Le varietà Haze sprigionano sapori più "vivaci". Alcuni li descrivono come fragranze citriche e leggermente terrose, ma con evidenti note agrodolci. Le varietà Kush, invece, offrono sapori più complessi, caratterizzati da sentori di fiori, uva, agrumi, gasolio e terra.

I LORO DIVERSI EFFETTI

Gli effetti di queste due varietà sono molto diversi. Le varietà Indica provocano un potente "high corporeo", molto efficace per alleviare ansia, dolori muscolari e insonnia. Le piante Sativa offrono un "high cerebrale" molto più stimolante ed energizzante. I loro effetti cerebrali possono aumentare la creatività e migliorare lo stato d'animo. Tuttavia, ognuno di noi può reagire in modo diverso agli effetti indotti da queste due varietà.

Sia le Haze che le Kush sono rinomate per i loro effetti euforici ed "inebrianti", ma le prime tendono a provocare effetti più energizzanti, mentre le Kush più trasognanti e rilassanti. Le Haze sono tra le più potenti varietà Sativa. Il loro travolgente "high" cerebrale è accompagnato da un leggero effetto corporeo, grazie al loro contenuto medio di CBD. Le Kush, invece, rientrano tra le più potenti varietà Indica, provocando pesanti effetti sedativi a livello corporeo, molto efficaci per alleviare i dolori.

LE MIGLIORI VARIETÀ HAZE

Esistono alcune varietà Haze che meritano di essere citate:

1. Amnesia Haze

Amnesia Haze è un incrocio di un'originale varietà Haze americana ed una Haze olandese. Provoca effetti cerebrali incredibili. A causa della sua netta predominanza Sativa, l'Amnesia Haze può indurre effetti quasi psichedelici con le sue concentrazioni di THC prossime al 20%. È una pianta di medie dimensioni che raggiunge i 120cm e produce fino a 600g/m².

Amnesia Haze

2. Super Silver Haze

Super Silver Haze è stata creata da alcuni coltivatori olandesi incrociando una Skunk Haze con una NL Haze. Il risultato è una pianta ad alto contenuto di THC che può provocare forti effetti cerebrali. Raggiunge i 70-80cm d'altezza, ma può anche toccare i 200cm quando riceve sufficiente luce per esprimere tutto il suo potenziale. La Super Silver Haze produce, in media, 500g/m². I sapori dolciastri di questa pianta appassionano gli amanti delle Sativa, che ne vorrebbero sempre di più.

Super Silver Haze

3. Liberty Haze

Liberty Haze è un incrocio tra Chemdawg 91 e G13. Il risultato è una pianta dagli effetti estremamente stimolanti, energizzanti e socializzanti. Questa pianta mantiene altezze piuttosto ridotte (100cm). Dedica gran parte delle sue energie a produrre cime grandi e compatte, da far venire l'acquolina in bocca anche ai coltivatori più esigenti. La Liberty Haze eleva i consumatori di Sativa ad un livello superiore, offrendo tutta l'energia necessaria per affrontare la vita con il sorriso.

Liberty Haze

 

LE MIGLIORI VARIETÀ KUSH

Ecco le migliori varietà Kush più apprezzate dai consumatori di Cannabis:

1. OG Kush

OG Kush è un incrocio di Chemdawg, Lemon Thai e Pakistani Kush. Provoca effetti sia corporei che cerebrali con aromi agrodolci alquanto gradevoli. Il suo alto contenuto di THC aiuta contro lo stress, l'ansia e l'insonnia. È una varietà perfetta sia per il corpo che per la mente, con sapori dolciastri evidenti ad ogni boccata di fumo. La OG Kush non supera i 100cm d'altezza e produce circa 500-600g/m².

OG Kush Zamnesia

2. Purple Kush

Purple Kush è una varietà a predominanza Indica frutto dell'incrocio di una Black Domina con una Purple Afghani. Ad ogni boccata si sprofonda in un stato di puro relax. Le sue graziose sfumature violacee sono state ereditate dal suo 70% di predominanza genetica Indica. La Purple Kush raggiunge i 200cm e produce 500g/m². Questa potente pianta ha la capacità di allontanare lo stress ad ogni boccata.

Purple Kush

3. Power Kush

Power Kush è un incrocio di Afghani e Skunk. I suoi effetti oscillano tra quelli cerebrali e corporei. Grazie al suo "high" pacifico e rilassante, capace di allontanare lo stress, è molto apprezzata e conosciuta dagli appassionati di Cannabis. I coltivatori possono aspettarsi rese produttive prossime a 550g/m². Quando si fuma, questa varietà induce le sensazioni corporee più apprezzate dagli amanti delle Indica.

Power Kush Zambeza

 

         
  Guest Writer  

Redattore Ospite
Di tanto in tanto, abbiamo l'occasione di collaborare con redattori ospiti qui a Zamnesia. Si tratta di persone provenienti dagli ambienti più diversi, il che rende inestimabili la loro conoscenza ed esperienza.

 
 
      Scopri i nostri scrittori  

Relativi Prodotti