Le 10 Curiosità Più Interessanti Sulla Birrificazione Casalinga


Ultima modifica :
Pubblicato :
Categorie : Birra Fatta in Casa BlogTop

Le 10 Curiosità Più Interessanti Sulla Birrificazione Casalinga


Se amate produrre birra artigianale, vi farà piacere conoscere queste 10 curiosità legate alla birra e alla birrificazione casalinga. La birra viene consumata dagli esseri umani da almeno 7.000 anni. Nell'antichità produrre birra era un'attività chiave nell'ambito dei lavori domestici. Oggi, sta vivendo un roseo periodo di rinascita.

VOI E LA BIRRA FATTA IN CASA

La birrificazione casalinga sta diventando sempre più popolare. Per definizione, si tratta della produzione di birra su scala ridotta e per uso personale. La birrificazione casalinga è molto redditizia ed economicamente vantaggiosa. In commercio infatti esistono kit per birrificazione molto più economici rispetto alla birra industriale. Inoltre, questa attività permette a chiunque di realizzare una birra eccellente comodamente a casa propria. Il contenuto di alcol, il gusto, la corposità e la percezione aromatica sono tutti elementi personalizzabili in base alle proprie preferenze.

Ovunque stanno nascendo micro-produttori di birra artigianale, e i venditori online di attrezzature per birrificazione casalinga sono più impegnati che mai. La produzione di birra artigianale è un hobby creativo ed economico, con un passato molto avvincente. Vi presentiamo dieci curiosità interessanti che potrete raccontare ai vostri amici, la prossima volta che offrirete loro una gustosa birra fatta in casa.

NOTIZIA CORRELATA
Come Produrre Birra in Casa

In questo articolo, scopriamo tutto ciò che c'è da sapere per produrre una squisita birra artigianale. Inoltre, vi illustriamo nel dettaglio...

CURIOSITÀ #1: VIA QUELL'ODORE PUNGENTE!

Fino agli anni '30, la birra veniva conservata in bottiglie verdi o trasparenti. Se tenuta in ambienti freschi e al riparo dalla luce, la birra manteneva degli aromi e sapori gradevoli. Quando le bottiglie venivano esposte alla luce, però, la birra sviluppava un odore molto "pungente". Ecco perché oggi per schermare la luce vengono usate bottiglie di colore marrone. Per questa stessa ragione i medicinali in forma liquida e gli oli essenziali sono conservati in flaconi marroni. La birra con basso contenuto di luppolo non si altera con la luce, pertanto può essere imbottigliata in recipienti trasparenti o verdi. Le birre con una quantità di luppolo elevata invece, vanno tenute in bottiglie marroni.

CURIOSITÀ #2: BIRRA ARTIGIANALE AL POLO SUD

BIRRA ARTIGIANALE AL POLO SUD

L'Antartide sarà pure un deserto di ghiaccio inospitale, ma in questo continente gelido la produzione di birra artigianale è in piena evoluzione. Non esiste una popolazione autoctona, ma in estate, quando inizia la stagione di ricerca, gli abitanti possono raggiungere le 4.000 unità. A differenza delle basi americane, dove i codici di condotta proibiscono il consumo di alcol, le basi australiane producono da sole la propria birra artigianale. La stazione Casey possiede un “Casey brew club” che rifornisce costantemente il bar della base, "Splinters", con il dissetante nettare ambrato.

CURIOSITÀ #3: IL LIEVITO È RIUTILIZZABILE

Il lievito è un organismo vivente che si moltiplica in presenza di zucchero e calore. Il lievito utilizzato dai produttori di birra può essere riutilizzato varie volte. Quando il processo di fermentazione è completato, è possibile sciacquare il lievito e riutilizzarlo successivamente. Questo è uno dei migliori trucchi a disposizione di ogni mastro birraio provetto. A tale scopo potete versare un litro di acqua fredda e sterile nella pasta lievitata. Mescolate con cura, poi versate il tutto in un recipiente separato, perfettamente pulito. Lasciate riposare per mezz'ora, poi travasate il liquido eliminando il lievito esausto, i residui di luppolo, e il materiale torbido. Coprite il lievito filtrato con carta di alluminio sterilizzata.

CURIOSITÀ #4: BIRRA ARTIGIANALE ALLA CASA BIANCA

BIRRA ARTIGIANALE ALLA CASA BIANCA

Già a partire da Thomas Jefferson, molti Presidenti americani si sono cimentati nella produzione di birra artigianale. Barack Obama è stato il primo Presidente a produrre birra nella Casa Bianca. Fin dal primo mandato del gennaio 2011, gli chef della Casa Bianca hanno prodotto la “White House Honey Ale”, usando un kit per birrificazione scelto da Obama in persona.
Negli anni seguenti, al menu è stata aggiunta la “White House Honey Blonde Ale,” la “White House Honey Porter,” e la “White House Honey Brown”. Il miele proviene da alveari custoditi nei parchi all'interno della Casa Bianca. Nel blog della Casa Bianca è possibile consultare le ricette di queste birre.

CURIOSITÀ #5: IL LUPPOLO È LEGATO ALLA MARIJUANA

La pianta di luppolo è strettamente legata a quella della cannabis. Entrambe le specie vegetali appartengono infatti ad una piccola famiglia di piante fiorite chiamate Cannabaceae. Queste due piante racchiudono lo stesso terpene aromatico umulene. Inoltre, entrambe possiedono caratteristiche biologiche simili. Le loro foglie sono palmate, con venature e crescono in fronde. La struttura dei fiori è composta da calici sovrapposti. Nel 2002, gli scienziati di biologia molecolare hanno confermato, tramite sequenziamento del DNA, che le due piante sono geneticamente molto simili. Esse infatti possiedono una composizione molecolare affine. È per questo motivo che entrambe hanno effetti inebrianti sull'organismo umano.

NOTIZIA CORRELATA
La Sorprendente Connessione tra Cannabis e Luppolo

Tutti quanti abbiamo sentito dire mai mescolare birra e erba. "L'erba prima della birra e non avrai problemi". Tuttavia, chi ha provato...

CURIOSITÀ #6 LA TEMPERATURA DI AMMOSTAMENTO INFLUISCE SUL GUSTO?

LA TEMPERATURA DI AMMOSTAMENTO INFLUISCE SUL GUSTO?

La temperatura di ammostamento, o mashing, influenza la qualità della birra? I risultati ottenuti da un recente esperimento indicano che la risposta è sì e no. Durante il processo di birrificazione, ovviamente, sono state notate delle differenze. Ad ogni modo, sembrerebbe che la qualità del prodotto finale ottenuto da un ammostamento standard e da un un ammostamento riscaldato dipenda soprattutto dai gusti individuali. In un test a triplo cieco, è stato chiesto agli assaggiatori di comunicare le loro impressioni riguardo al gusto, l'aroma e la percezione aromatica. Le risposte sono state molto variegate e non è stato possibile giungere a conclusioni definitive. La cosa migliore che potete fare è acquistare un kit per birrificazione e provare voi stessi. Solo così scoprirete i metodi più adatti per ottenere i gusti e gli aromi che preferite.

CURIOSITÀ #7 COSA HANNO IN COMUNE IL PANE E LA BIRRA?

Il processo di panificazione e quello di birrificazione hanno un elemento in comune: lo straordinario fungo del lievito. Questo affascinante organismo vivente è stato uno dei primi ad essere addomesticato dall'essere umano. Il modo in cui ciò è avvenuto si è ormai perso nei meandri del passato. Ma, quando si tratta di pane lievitato, e birra o vino fermentati, il lievito è sempre presente. Quando al lievito si fornisce calore e zucchero, e si elimina l'ossigeno, esso inizia a trarre energia dallo zucchero. I prodotti di scarto ottenuti da questo processo sono anidride carbonica e alcol. L'anidride carbonica permette all'impasto del pane di gonfiarsi e fornisce alla birra le sue tipiche bollicine. Nel pane, il processo di cottura uccide il lievito prima che possa produrre troppo alcol. Durante la birrificazione il lievito viene inibito appena il contenuto di alcol supera il 10%. Un brindisi in onore del lievito!

CURIOSITÀ #8 LA BIRRIFICAZIONE È ANTICA

COSA HANNO IN COMUNE IL PANE E LA BIRRA?

Gli esseri umani hanno iniziato a produrre e bere birra almeno 7.000 anni fa. All'epoca la produzione di birra artigianale e le "case della birra" erano le uniche opzioni possibili, almeno fino all'avvento della produzione di massa e della commercializzazione su vasta scala.
L'uomo ha iniziato a produrre birra durante l'era Neolitica in Mesopotamia (l'attuale Iraq), Egitto e Cina.

Tradizionalmente la birra veniva prodotta dalle donne e costituiva un momento di ritrovo sociale. In molte culture antiche produrre birra era considerato un lavoro domestico, e veniva inserito all'interno delle abituali procedure di cottura.
La dinastia Tang in Cina, l'impero romano e quello greco producevano birra artigianale. In genere il lavoro veniva svolto dagli schiavi, sotto l'occhio vigile della matriarca della famiglia. Durante la rivoluzione industriale, la produzione di birra casalinga è caduta in disuso, lasciando il posto alla produzione di birra commerciale. L'aumento delle tasse sulla birrificazione domestica venne applicato proprio per indurre la popolazione all'acquisto di birre industriali. Tra il 1920 e il 1970, molte nazioni hanno eliminato queste tasse, permettendo una vivace rinascita dell'attività di birrificazione artigianale.

CURIOSITÀ #9 LE SBORNIE DA BIRRA ARTIGIANALE NON SONO ECCESSIVAMENTE INTENSE

I postumi provocati dalle birre artigianali non sono così intensi come quelli prodotti dalle birre industriali. Oltre alla possibile aggiunta di sostanze chimiche per aumentare la durata di conservazione ed eliminare il lievito in eccesso, le birre commerciali vengono pastorizzate e filtrate con tecniche che rimuovono il contenuto di vitamina B. La vitamina B è una vitamina utile per l'attività cerebrale. Essa infatti aiuta ad alleviare i sintomi del dopo-sbornia. Le birre prodotte artigianalmente conservano l'intero contenuto di vitamina B, riducendo in modo naturale gli effetti della sbronza. Producendo birra da soli, inoltre, avrete il pieno controllo sugli ingredienti. Cereali biologici per un apporto nutritivo di alta qualità, acqua di sorgente, e lo zucchero per fermentazione che preferite, per una birra più gustosa e più sana.

CURIOSITÀ #10: PERSINO LE CELEBRITÀ AMANO LA BIRRA ARTIGIANALE

PERSINO LE CELEBRITÀ AMANO LA BIRRA ARTIGIANALE

Anche le celebrità apprezzano i vantaggi della birra artigianale. Alcune hanno persino messo in commercio le loro birre fatte in casa preferite. L'attore comico Tom Green, in collaborazione con Beau’s All Natural Brewing Company, ha lanciato sul mercato la sua stout con 5% di latte, chiamandola Tom Green Beer.
Bruce Dickinson degli Iron Maiden ha ottenuto un discreto successo con la sua ale cruda inglese con gradazione alcolica al 4,7%, realizzata in collaborazione con la Robinsons Brewery di Stockport.
I fan di Star Trek: The Next Generation sapranno che Wil Wheaton, che ha interpretato Wesley Crusher, ha creato una sua birra personale dal nome Wootstout. Si tratta di una imperial stout con gradazione alcolica del 13%, ottenuta grazie ad una partnership con la Stone Brewing Company ad Escondido. È composta da segale, malto di frumento, e noci pecan stagionate in botti di bourbon.

URRÀ PER LA BIRRA

La storia della birra è antica quasi quanto quella della civiltà umana. Produrre birra artigianale genera effetti associabili a quelli della meditazione, perché permette di concentrarsi sulla procedura, lasciando svanire temporaneamente tutto lo stress della vita moderna. La birra funge da lubrificante sociale, al punto che sono stati creati bar e pub appositamente per riunirsi, socializzare e, ovviamente, bere birra. Produrre birra artigianale è un hobby creativo e rilassante. Ogni appassionato di questa bevanda dorata dovrebbe sperimentarlo almeno una volta.

NOTIZIA CORRELATA
Che Cosa È il Dry Hopping?

Il dry hopping dona aromi di luppolo a tutte le birre. Mentre l'ebollizione iniziale conferisce a una birra la sua caratteristica amarezza,...

Electric Wombat

Scritto da: l'Electric Wombat
Artista e scrittore, l'Electric Wombat è un giardiniere professionista con un grande amore per gli spazi all'aperto. Quando non cresce, lavora alla sua arte, si gode la natura con il suo cane, o si crea i propri vestiti!

Scopri i nostri scrittori

Relativi Prodotti