La nostra Top 10 delle ragioni per cui la Cannabis dovrebbe essere legale

Pubblicato :
Categorie : BlogCannabisLeggi sulle droghe

La nostra Top 10 delle ragioni per cui la Cannabis dovrebbe essere legale

Tutti quanti sappiamo quanto sia importante la legalizzazione dell'erba ed è per questo che abbiamo deciso di elencare la nostra Top 10 delle ragioni a suo favore.

Se siete fortunati, magari state già vivendo in qualche parte del mondo dove la Cannabis è già stata legalizzata. In caso contrario, non temete, potremmo essere vicini ad un'importante svolta. L'opinione pubblica mondiale sta cambiando il proprio punto di vista sulla natura della Cannabis, lentamente ma inesorabilmente. Grazie ad un flusso costante di ricerche, stiamo scoprendo che la Cannabis non solo è molto meno dannosa di quanto in molti pensassero, ma può essere anche un'importante risorsa per l'intera umanità.

Considerando questa prima introduzione, ecco a voi la nostra Top 10 dei migliori motivi per cui la marijuana dovrebbe essere legale.

10. Il proibizionismo non sta dando alcun risultato

Non importa quale strategia adotti un Governo, fino ad oggi non si è riusciti a placare la produzione e la vendita illegale della Cannabis. Anche se fu bandita ormai quasi 75 anni fa, il consumo di Cannabis è costantemente aumentato in questi decenni.

9. Il proibizionismo sta costando miliardi alle casse dello Stato

Se pensiamo che solo gli Stati Uniti spendono ogni anno 42 miliardi di dollari per imporre la proibizione della Cannabis, provate ad immaginare quante migliori finalità potrebbe avere questo denaro.

8. Non si tratta dell'anticamera delle droghe pesanti

Alcuni studi sostengono che la Cannabis sia l'anticamera delle droghe pesanti. Tuttavia, un articolo pubblicato da una rivista scientifica, la Scientific America, fa notare che esiste una certa correlazione, ma non una conseguenza inevitabile. Questa ricerca evidenzia come le persone che fanno uso di droghe pesanti consumano anche tabacco e bevande alcoliche, il che sottolinea come, in molti casi, siano proprio queste ultime ad essere l'anticamera di altre droghe (in modo molto più drastico rispetto a quanto lo possa fare la Cannabis). La maggior parte delle persone che beve alcolici regolarmente riconosce di avere provato almeno una volta l'erba, ma con ciò non ha mai avuto lo stimolo di provare alcuna droga pesante. Questo conferma quanto possa essere ipocrita l'ipotesi che associa la Cannabis ad una sostanza che porta inesorabilmente al consumo di droghe pesanti.

Source: http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1111/j.1746-1561.2012.00712.x/abstract

7. Legalizzare la marijuana interromperebbe il flusso di denaro che circola tra le mani della criminalità organizzata

Dove preferite che vadano i miliardi di euro generati dal commercio dell'erba: nell'economia locale e in tasse che verrebbero reinvestite nella vostra comunità o nelle mani di bande internazionali decise ad usare queste ingenti quantità di denaro solo per alimentare la violenzia e la sofferenza? Nei Paesi dove la Cannabis è legale, si assicura al popolo una fonte d'acquisto sicura, crea posti di lavoro e fa in modo che il denaro non cada in mani sbagliate. Siamo perfettamente consapevoli dell'importanza che potrebbe avere il denaro ricavato dalla vendita della Cannabis e da reinvestire in scuole, ospedali e servizi pubblici, piuttosto che vederlo in mano di bande criminali.

6. La legalizzazione rende la Cannabis MENO accessibile ai minorenni

Contrariamente alle credenze popolari, la legalizzazione della Cannabis rende più difficile l'accesso a questa sostanza da parte dei minorenni. Infatti, qualsiasi persona con 20€ da spendere nel mercato illegale non avrebbe alcun problema per ottenere un po' d'erba, invece, se fosse legalizzata, bisognerebbe sempre presentare un documento d'identità. Ad esempio, se osserviamo la situazione attuale del Colorado, dove la Cannabis è stata legalizzata a livello statale per un uso ricreativo esclusivo di persone adulte, il consumo tra gli studenti delle scuole superiori è calato.

5. La Cannabis difficilmente crea dipendenza

Non importa come cerchino di dipingere questa pianta gli attivisti anti-Cannabis, la dipendenza da Cannabis è estremamente rara. La tendenza attuale indica che solo 1 persona su 11 può correre il rischio di avere problemi di dipendenza da questa sostanza. Tuttavia, il Dott. Drew Pinksy, uno specialista in medicina associata alle dipendenze, ha dichiarato che la dipendenza da Cannabis è "estremamente rara" e che la proporzione 1 su 11 è stata in gran parte gonfiata, se non ingigantita a dismisura. E anche se fosse vero, rimarrebbe comunque sempre meno additiva che l'alcool e il tabacco.

Anche una ricerca condotta dal Congresso degli Stati Uniti ha confermato che la dipendenza da marijuana è molto rara e, nei pochi casi in cui lo è stata, ha comunque dimostrato di essere molto meno grave rispetto alle dipendenze da alcool e tabacco.

Source Dr. Pinksy: http://www.huffingtonpost.com/sunil-kumar-aggarwal/cannabis-depedency-drug-war-bad-science_b_4675961.html **

Source: http://www.nap.edu/openbook.php?record_id=6376

4. È più sicuro dell'alcool

Oltre alla certezza inconfutabile il fatto che l'erba non trasformi le persone in ubriaconi odiosi, chiassosi e potenzialmente violenti, risulta che sia anche molto più sicura per il nostro organismo. I problemi causati dall'alcool sulla salute umana sono molto più gravi rispetto a questa sostanza "illegale".

Source: http://www.mpp.org/media/marijuana-vs-alcohol.html

3. Nessuno è mai morto per overdose da Cannabis

In tutta la storia umana non è mai stata registrata una morte direttamente collegabile al consumo di Cannabis. Possiamo dire la stessa cosa di sostanze nocive come l'alcool? No, assolutamente. L'Organizzazione mondiale della Sanità ha stimato che il consumo d'alcool è responsabile di 3,3 milioni di morti ogni anno in tutto il mondo. Allora perchè in questo caso si tratta di una sostanza legale?

Source: http://www.who.int/substance_abuse/facts/alcohol/en/

2. La Cannabis ha proprietà terapeutiche molto efficaci

Volete sapere quanto sia efficace? Beh, le aziende farmaceutiche hanno dimostrato di essere la principale forza monetaria trainante nella lotta alla Cannabis. Perchè questo interesse a mantenerla illegale? Perchè sono spaventati. La paura è che, una volta legalizzata, possa trasformarsi in un'alternativa alle loro pillole. Inoltre, trattandosi di una pianta, non avrebbero nemmeno la possibilità di brevettarla.

La marijuana ha dimostrato di essere particolarmente efficace in disfunzioni come sclerosi multipla (SM), dolore cronico, HIV, cancro, epilessia, disturbi alimentari, stress, ansia e molte altre ancora.

NOTA: Ci teniamo sempre ad evidenziare la sua efficacia in ambito terapeutico, ma non possiamo e non vogliamo in alcun modo fornire consigli medici. Vi invitiamo a effettuare una vostra ricerca personale sulle più recenti scoperte scientifiche e sulle possibili applicazioni della Cannabis. Troverete diversi articoli su questo interessante argomento.

1. La libertà di pensiero

La guerra alle droghe non dovrebbe essere la guerra alla libertà di pensiero. Come persone adulte e responsabili dovremmo appellarci al fondamentale diritto di scegliere liberamente quali sostanze introdurre nel nostro corpo. È vero, alcune sostanze possono avere effetti negativi, ma ciò non giustifica che si debbano criminalizzare. Dovremmo invece avere la possibilità di istruirci e comprendere meglio gli effetti che queste sostanze hanno sul nostro corpo e sulla nostra mente. Le conseguenze sulla nostra salute potranno anche giustificare il divieto di alcune sostanze, ma è anche vero che molte altre attività perfettamente legali sono altrettanto pericolose e, stando a questo principio, dovrebbero essere bandite a loro volta. In particolar modo, se consideriamo la Cannabis, che ha dimostrato di possedere un'ampia gamma di potenziali applicazioni mediche, con rischi solo marginali per la salute, il suo divieto risulta un vero e proprio attacco alla più fondamentale libertà dell'essere umano.