L'Uruguay ha legalizzato la Cannabis

Pubblicato :
Categorie : BlogMondo

L'Uruguay ha legalizzato la Cannabis

L'Uruguay è appena diventato la prima nazione ad aver legalizzato coltivazione, vendita e consumo di Cannabis!

L'Uruguay è appena diventato la prima nazione ad aver legalizzato coltivazione, vendita e consumo di Cannabis!

Tempi entusiasmanti! Il senato uruguaiano ha votato a favore della proposta di legge inerente la legalizzazione nel tardo pomeriggio di martedì, con un risultato di 16 a 13. Grazie alla firma del Presidente Jose Mujica, la legge che regola il mercato della Cannabis diventerà presto operativa, a partire dal prossimo anno. All'esterno del Senato i sostenitori hanno festeggiato e celebrato la nuova legge con musica, palloncini e spinelli.

Sotto il nuovo regime legislativo, i consumatori potranno acquistare fino a 40 grammi ciascuno, al mese, nelle farmacie statali autorizzate e potranno coltivare legalmente fino a sei piante per casa. I club sociali della Cannabis potranno, inoltre, coltivare fino a 99 piante per un massimo di 45 membri.

L'Agenzia per il controllo delle droghe, in Uruguay, avrà 120 giorni (fino a metà aprile) per definire i dettagli della regolamentazione. Lo Stato controllerà l'intera catena di approvvigionamento, dal coltivatore alla distribuzione commerciale.

Per quanto si tratti della legge sulla Cannabis più progressista mai vista finora, è importante sottolineare che, attualmente, siamo di fronte ad una legislazione solo parziale, laddove vengono rigidamente stabiliti i parametri per la coltivazione, il possesso e il consumo. Ma, ed è molto importante ricordarlo, diversamente da quanto sta avvenendo in Colorado e nello Stato di Washington, in Uruguay il settore privato è tenuto fuori da questo tipo di affari. Si tratta di un esperimento statale pilota, il cui obiettivo principale è quello di ridurre la criminalità organizzata e la violenza.

Come sottolinea Hannah Hetzer, sostenitrice della campagna per la legalizzazione: "Si tratta dell'inizio della fine del modello proibizionista e l'avvio di un punto di vista più intelligente".