L'opinione di Russel Brand sulla Guerra alle Droghe

Pubblicato :
Categorie : BlogLeggi sulle droghe

L'opinione di Russel Brand sulla Guerra alle Droghe

Pur emergendo dalla scena comica, Russell Brand è riuscito a farsi un nome come attivista politico in questi ultimi anni. Uno dei punti principali su cui fonda la sua propaganda è la Guerra alle Drogh

Russell Brand ha vissuto ai margini della società osservandone gli aspetti più nascosti e assurdi. È per questo che non dovrebbe sorprendere sapere che Brand ha una visione dei fatti alquanto impetuosa quando si tratta di Guerra alle Droghe, un nemico da combattere con tutte le forze.

La fine della Guerra alle Droghe è diventato uno dei più importanti obiettivi da raggiungere nella sua vita. Brand ha alle spalle una storia personale legata alla tossicodipendenza, il che lo ha aiutato ad avere il quadro della situazione in entrambi i lati della barricata. Ciò lo ha spinto a condurre campagne a sfondo politico, seminari di formazioni e video pubblicati su diversi blog, con il fine di mettere in luce la verità: evidenziare come l'attuale paradigma delle politiche sulle droghe sta danneggiando la società più di quanto non la stia aiutando.

Ciò che rende così interessanti le opinioni di Brand, nonostante sia costantemente attaccato dai media, è che espone punti estremamente coerenti, intelligentemente elaborati e con importanti concetti di fondo, pur usando un vocabolario semplice e poco forbito. Il fatto che le frange più conservatrici attacchino così aggressivamente le sue dichiarazioni (come spesso accade sulla Fox News) è sicuramente un testamento ai suoi argomenti. Brand insiste nel sottolineare l'ipocrisia della società, soprattutto quando sono i media a dipingerne i caratteri. Sembra proprio deciso ad ottenere ciò che si è prefissato.

Alcuni esempi del suo straordinario lavoro si possono vedere sul suo canale di YouTube, The Trews. The Trews è la valvola di sfogo attraverso la quale Brand diffonde le sue osservazioni, critiche e notizie. Il nome stesso del canale significa "True News", notizie vere, un mezzo di comunicazione che nasce dall'insoddisfazione generata dai i principali canali informativi, sempre pronti a rimaneggiare la realtà a loro piacimento. Pur trattando i più svariati argomenti di interesse comune, The Trews affronta principalmente le riforme delle politiche sulle droghe e, di conseguenza, sulla Cannabis.

Oltre al suo progetto The Trews, Brand sta partecipando ad una petizione consegnata al governo del Regno Unito, in cui si chiede di rivedere in parlamento le leggi in vigore sulle droghe. La petizione ha ormai raggiunto e superato le 100.000 firme necessarie per forzare il dibattito politico. Questo è solo uno dei tanti esempi utilizzati da Brand per plasmare in meglio la società.

Brand ha anche registrato un interessante documentario intitolato 'Russel Brand: La fine della Guerra alle Droghe'. In questo video si ripropone di scoprire le strategie utilizzate dagli altri Paesi per combattere il problema dell'abuso di droghe, come queste manovre influiscono sulla società e come l'attuale quadro di criminalizzazione vigente nel Regno Unito fa più male che bene. Come la maggior parte dei suoi argomenti, il messaggio di fondo è sottilmente ragionato, rendendo tutti i punti esposti chiari e sostenuti da prove concrete.

Le frange di destra sono pronte a respingere ad ogni costo le dichiarazioni di Russell Brand e cercano in ogni momento di screditarlo etichettandolo come un pazzo, con la speranza di allontanare il consenso popolare delle sue opinioni. La cosa più interessante è che i suoi discorsi cercano di aprire gli occhi a tutte le persone che abbiano interesse ad ascoltare nuovi pensieri. I media hanno fatto l'errore di pensare che i cittadini sono stupidi ed incapaci di pensare da sé. Tuttavia, ascoltando Brand, si sono resi conto che le persone intelligenti, spinte da argomenti chiari e concisi, sono molte di più di quanto prevedessero. Il Regno Unito non sembra né adorare né odiare Russell Brand (per una serie di motivi), ma qualunque siano i motivi personali che impediscono a questa figura del mondo dello spettacolo di fare breccia nei cuori britannici, la maggioranza riconosce che i suoi argomenti sono logici e si basano su un saldo ragionamento. E questo è già di per sé un gran passo avanti. Nonostante tutto, la sua speranza è quella di evidenziare ciò che è sbagliato nella società, in modo da poter stimolare un dibattito tra le parti.