L'Arte dei Sogni Lucidi

Published :
Categories : Blog

L'Arte dei Sogni Lucidi

La tecnologia si sta spingendo fino ai confini del sogno lucido: con la stimolazione elettrica non è mai stato così semplice sbloccare la coscienza onirica.

Il sogno lucido è uno stato d'animo molto ricercato in grado di apportare un grande senso di arricchimento e potenziamento. Durante la storia dell'umanità, la ricerca di accesso a questo livello superiore del sogno ha da sempre rappresentato una difficile sfida e, tutt'oggi, non si tratta di un'impresa facile. I progressi delle nuove tecnologie hanno, fondamentalmente, cambiato le regole del gioco. In passato, influenzare il sogno di una persona richiedeva un immenso sforzo di concentrazione, attenzione e saggia meditazione. Oggi, la stimolazione elettrica può sostituire tutti questi sforzi.

Che cos'è un Sogno Lucido

Non esiste una sola teoria in grado di abbracciare tutti gli aspetti che caratterizzano un sogno lucido, ma chi pratica questo tipo di attività onirica concorda nell'affermare che bisogna possedere almeno un numero minimo di requisiti per poter raggiungere questo stato.
Vi presentiamo qui di seguito le tre caratteristiche di base che devono essere soddisfatte.

Il primo segnale di lucidità durante il sonno può essere notato attraverso una semplice consapevolezza di sé. Questo può avvenire tramite un'introspezione o un'intuizione di base. Il secondo segnale di sogno lucido comporta il raggiungimento di un livello di dissociazione tale da portare ad una visione in terza persona. Questo si manifesta attraverso una sorta di esperienza extra-corporea e visioni di auto-osservazione. Il terzo ed ultimo indicatore è il controllo. Inizialmente, questo potere potrà manifestarsi attraverso la percezione di piccoli cambiamenti che prendono vita dai pensieri, ma che presto si trasformeranno in un dominio assoluto sugli eventi onirici. A questo stadio, i sognatori potranno alterare e modificare ogni aspetto della loro visione come ambiente, personaggi, azioni e reazioni.

Tutto ciò porta ad una serie di vantaggi che vanno dal superficiale al rivoluzionario. I sognatori lucidi possono soddisfare le loro fantasie più selvagge con facilità, oppure possono imparare a trascendere l'esistenza umana meditando sul sogno, trovandosi ancora all'interno del sogno stesso. Le possibilità sono illimitate, quando si tratta di operare in un terreno che non ha confini né di tempo né fisici.

Come agisce la stimolazione elettrica

Un recente studio clinico, condotto dalla J.W. Goethe University di Francoforte, in Germania, ha messo in luce l'enorme efficacia nel provocare un sogno lucido tramite somministrazione di minime scosse elettriche. In tutto 27 uomini e donne sono stati colpiti da scariche elettriche di diversa intensità nel giro di pochi minuti dopo l'ingresso nella fase del sonno REM ed è stato chiesto loro di descrivere immediatamente il sogno al risveglio. Lo specifico voltaggio della corrente elettrica statica erogata non è stato reso noto ai soggetti esaminati, ma i ricercatori hanno raccolto una miriade di dati attraverso la scansione delle immagini cerebrali e le interviste.

Coloro che furono sottoposti a scariche più potenti riportarono all'unanimità livelli più elevati di consapevolezza durante il sogno. I livelli di elettricità erogati andavano dagli 0Hz ai 100Hz e ciascun sognatore venne accuratamente monitorato. In definitiva, il picco massimo di efficacia venne raggiunto intorno ai 40Hz, mentre il sogno lucido si attivava, in media, intorno ai 25Hz. La "consapevolezza" è stato il dato maggiormente riscontrato, mentre il "controllo" quello più sfuggente. Ciò indica che diversi gradi di complessità della coscienza sono coinvolti nel raggiungimento di un pieno dominio sull'ambiente onirico. Far ricorso al consumo di erbe durante quest'esperienza potrebbe spingere la fisiologia umana al massimo.

Nel complesso, la lunghezza d'onda delle correnti elettriche agisce efficacemente visto che tutte le attività mentali sono già di per sé attività elettriche, in cui i neuroni sprigionano continuamente scintille in diverse direzioni. Le correnti indotte dall'uomo imitano, semplicemente, i segnali che già esistono all'interno del cervello. Medesime oscillazioni della banda gamma sono state osservate in individui in grado di raggiungere il proprio sogno lucido tramite l'ingestione di erbe, pertanto è stato ipotizzato di poter ottenere lo stesso risultato anche tramite l'induzione artificiale del medesimo stato onirico.

Fortunatamente, l'intuizione degli scienziati era corretta. Presto, il pubblico avrà la possibilità di accedere a questi trattamenti di alterazione mentale. I ricercatori medici sono oggi convinti che i sogni lucidi possano rappresentare la chiave per eliminare gli incubi che affliggono i pazienti con stress post-traumatico e disturbi d'ansia.

Filosofie ed erbe a confronto

La registrazione dei sogni lucidi ha fatto predire da molto tempo il ricorso alle scosse elettriche. Vi presentiamo ora i maggiori precursori delle teorie fin qui esposte, con la loro scelta di erbe che potrebbero essere utilizzate parallelamente alle nuove tecniche.

Aleister Crowley

L'intero settore qui in esame deve molto alla documentazione sulle proiezioni astrali e le loro relazioni con i fenomeni metafisici raccolta da quest'uomo. L'intero suo sistema di convinzioni si alimenta sul potere della volontà, e la sua estensione che confluisce direttamente nella creazione di una presenza cosciente all'interno del sogno, per la sua intera durata. Il suo obiettivo più profondo era quello di riuscire a raggiungere luoghi all'apparenza totalmente esterni ad un corpo fisico, specialmente il suo. Ha fatto avidamente ricorso all'oppio per creare allucinazioni interattive, ma la sua vera passione era sfruttare il potere della Curcuma Alpina in combinazione con la Galanga Alpina. Questo intruglio è considerato la prima pozione del sognatore e, tutt'oggi, viene ampiamente consumato per i medesimi scopi. Le sue origini misteriose vivono attraverso il ricordo di Crowley e i suoi innumerevoli scritti e guide pubblicate. Raggiunse il massimo della sua notorietà nella prima metà del 20imo secolo.

Carlos Castaneda

Questo antropologo ha raggiunto inaspettatamente la fama mondiale durante l'apice dell'era hippie. La sua ricerca sulle piante psicoattive lo condusse a trascorrere buona parte della sua esistenza accanto ad uno spiritualista indiano Yaqui. Passò molto tempo nel Deserto Sonora, in compagnia del suo maestro: Castaneda arrivò a consumare un'enorme varietà di erbe naturali che crescevano naturalmente in questa regione selvaggia. Per il sogno, il suo maestro gli raccomandò prima di tutto di ricorrere alla Datura inoxia (attenzione: può essere fatale!) e ai funghi da psilocibina. Sotto l'effetto della prima pianta, si ritrovò alla ricerca di segnali premonitori vivisezionando lucertole nel deserto, in un tempo in cui il sogno si confondeva con la realtà. Nel frattempo, utilizzava i funghi per ottenere un volo più controllato durante il sonno: il maestro insegnò al suo allievo come muoversi all'interno del sogno utilizzando esclusivamente la forza di volontà. I racconti di questa sua esperienza metafisica sono raccolti all'interno della sua dettagliata guida, ovviamente intitolata "L'Arte di Sognare".

Indiani Chontal

Queste tribù indigene occupavano la stessa regione del Nord America in cui Castaneda si trovò a vivere le sue esperienze, ma la loro storia su questo tipo di pratiche oniriche è indubbiamente più ricca. Queste popolazioni native di Oaxaca hanno sfruttato le erbe per raggiungere uno stato di sogno lucido fin da quando si può avere memoria della loro esistenza. Si ritiene che siano diventati famosi per il loro pesante consumo di funghi allucinogeni allo scopo di raggiungere lo spazio onirico del sogno lucido, ma si deve far risalire a loro anche la fonte originaria della Salvia divinorum. Questa leggendaria pianta divinatoria è in grado di dare la voce più intensa che si possa immaginare agli stati alterati della percezione durante il sonno: infatti essa può far sì che un sogno lucido abbia inizio durante la fase di veglia. Questa tribù, inoltre, ha la responsabilità di aver fatto conoscere al mondo la Calea zacatechichi, un'altra sostanza vegetale il cui utilizzo ha un solo scopo: la pianta è in grado di far manifestare direttamente i sogni a chiunque ne faccia un uso corretto. Le dottrine religiose seguite da questi gruppi tribali seguono l'intenzione collettiva di ricerca di luoghi fisici di aggregazione in grado di agire come portali verso un mondo metafisico sconosciuto. Le loro erbe, semplicemente, sarebbero in grado di amplificare il loro potenziale personale nella ricerca di questi luoghi tanto potenti.

Radici africane

In qualsiasi direzione della storia umana si guardi, le origini del sogno lucido riconducono sempre in Africa. Da che l'uomo è in circolazione, queste culture hanno sempre cercato di stabilire un legame fra il regno dei vivi e quello dei morti. La maggior parte delle soluzioni in questo senso, applicate da queste tribù religiose, è riconducibile all'ingestione di bevande e tinture sciamaniche. Fino ad oggi, questi miscugli di erbe rimangono misteriosi perché rappresentano un segreto molto ben custodito. Eppure, ciò che è chiaro a tutti è che essi abbiano una forza tangibile nell'aprire il controllo cerebrale sui sogni e per sbloccare una grande saggezza profetica.

Considerazioni finali

La stimolazione elettrica è, potenzialmente, in grado di trasformare una pratica antica in un metodo moderno e scientificamente controllabile. Tuttavia, finché tali dispositivi saranno difficilmente disponibili al pubblico e le esperienze ad essi correlate documentabili, continuerà ad essere un'impresa difficile mettere a confronto le modalità di raggiungimento della consapevolezza da questi innescate e quelle ottenute tramite ricorso alle erbe. Non vi è valido motivo per cui suddette tecniche non possano essere applicate in maniera sinergica per raggiungere un approccio alla questione più ampio. Unire meditazione, erbe e stimolazione elettrica potrebbe risultare la strada migliore: non vediamo l'ora di poter ascoltare le testimonianze di una simile esperienza!

comments powered by Disqus