Kratom: Uno sguardo ai suoi principali alcaloidi

Pubblicato :
Categorie : BlogErbe e SemiScienza

Kratom: Uno sguardo ai suoi principali alcaloidi

Il Kratom contiene numerosi alcaloidi di diversa natura. Tra questi ve ne sono due che spiccano per le loro affascinanti proprietà.

Il Kratom è un potente rimedio naturale che può avere effetti molto intensi su corpo e mente. Non si tratta di una magia semi-scientifica dalle proprietà poco chiare, anzi. Il Kratom contiene composti naturali che sono stati isolati ed analizzati in laboratorio (composti conosciuti anche come alcaloidi). Qui di seguito vi riportiamo i più importanti tra quelli analizzati nel Kratom in polvere.

Il Kratom contiene più di 40 alcaloidi, diversi per composizione chimica e concentrazione. Ognuno di essi agisce sul nostro organismo in modo diverso, tuttavia ce ne sono due che spiccano per la loro maggiore rilevanza: la mitroginina e la 7-idrossi-mitraginina.

MITRAGININA

Di tutti gli alcaloidi trovati all'interno del Kratom in polvere, la mitroginina è il composto presente in maggiore concentrazione.

La mitraginina induce tre effetti principali: riduzione dei dolori, stimolazione (a bassi dosaggi) e sedazione (a dosaggi elevati). Inoltre, i suoi effetti possono essere efficaci contro la diarrea, la malaria e la tosse. Le sensazioni avvertite da una persona cambiano da individuo ad individuo, dipende dalla sensibilità che ognuno di noi ha verso gli alcaloidi. Gli effetti sono, infatti, influenzati da altri fattori, come altezza, peso, età, sesso e molti altri ancora.

Ci teniamo a specificare che non stiamo in alcun momento sostenendo l'uso terapeutico del Kratom. Tutto ciò che riportiamo si basa sulla nostra esperienza, sugli studi scientifici pubblicati e sulle testimonianze di chi lo ha assunto.

Riduzione del dolore:

Il sollievo dei dolori percepito dopo l'uso di mitraginina non è così evidente come quello offerto dalla 7-idrossi-mitraginina. Tuttavia, si tratta di un alcaloide presente in percentuali molto maggiori e gli effetti che provoca restano piuttosto potenti (da tenere in considerazione soprattutto quando si assumono varietà con concentrazioni relativamente basse di 7-idrossi-mitraginina). Un aspetto molto interessante della mitraginina è che è uno dei pochi antidolorifici al mondo che non causa depressioni respiratorie (la principale causa di morte dei tossicodipendenti da antidolorifici a base di oppiacei).

Stimolazione:

La mitraginina ha la proprietà di stimolare e incrementare l'energia quando viene assunta a bassi disaggi. Grazie alla natura di questo alcaloide, in grado di indurre anche sensazioni più rilassanti, gli effetti stimolanti non vengono avvertiti con nervosismo ed irrequietezza, come potrebbe invece avvenire con altri stimolanti più tradizionali (come il caffè). Ciò permette di provare sensazioni stimolanti ma in un modo molto più naturale ed equilibrato.

Sedazione:

La mitraginina può anche avere gli effetti opposti, offrendo proprietà sedative e calmanti quando viene assunta in dosaggi più elevati. Ciò è dovuto alla sua capacità di legarsi agli adrenorecettori presenti all'interno delle nostre cellule, le quali sono spinte ad inviare messaggi al sistema nervoso centrale che, a sua volta, agisce sulla frequenza cardiaca, sulla respirazione e sul corpo intero, rilassandolo e calmandolo in modo estremamente equilibrato. Queste proprietà, insieme alla riduzione di dolore, tendono a provocare stati sensoriali di pura pace interna (ideali per la meditazione). Queste sue qualità la rendono perfetta per aiutare chi ha problemi ad addormentarsi.

7-IDROSSI-MITRAGININA

A differenza delle elevate concentrazioni di mitraginina, il Kratom contiene solo piccole quantità di 7-idrossi-mitraginina. Tuttavia, questa minore concentrazione non rende meno significativi i suoi effetti.

La 7-idrossi-mitraginina sembra provocare due effetti principali. Il primo si manifesta come potente antidolorifico (più della mitraginina), mentre il secondo viene sfruttato per la sua capacità ad alleviare le crisi d'astinenza da oppiacei.

Riduzione del dolore:

È sufficiente una piccola dose di 7-idrossi-mitraginina per ottenere una significativa riduzione del dolore. Questo aspetto è sicuramente molto vantaggioso, dato che in natura è presente in piccole quantità. Esistono varietà di Kratom più o meno efficaci nel ridurre il dolore, a seconda del loro contenuto di 7-idrossi-mitraginina che, insieme all'azione della mitraginina, può diventare un forte ed equilibrato antidolorifico.

Disintossicazione da oppiacei:

Il Kratom viene spesso usato per aiutare le persone con problemi di dipendenza da oppiacei. Risulta piuttosto interessante scoprire che la 7-idrossi-mitraginina ha dimostrato di essere l'alcaloide più efficace nelle terapie di disintossicazione (e le quantità richieste sono minime). A differenza degli oppiacei, il Kratom non crea dipendenza fisica, dimostrando di essere uno strumento molto efficace per contrastare i problemi legati alla tossicodipendenza.

Pur avendo scoperto proprietà straordinarie, abbiamo solo scalfito la superficie delle infinite possibilità che gli alcaloidi del Kratom possono offrirci. Ci sono molte altre qualità da osservare con maggiore interesse scientifico, perché, un domani, i risultati potrebbero rivelarsi ancora più entusiasmanti.