In viaggio con i Funghi Magici: Consigli per Principianti

Pubblicato :
Categorie : BlogFunghi MagiciSostanze psichedeliche

In viaggio con i Funghi Magici: Consigli per Principianti

Un trip in Funghetto può essere un'esperienza meravigliosa. I suoi effetti possono essere euforici ed illuminanti, e il primo viaggio può essere grandioso e cambiarvi la vita, addirittura. Un buon tri

Un trip in Funghetto può essere un'esperienza meravigliosa. I suoi effetti possono essere euforici ed illuminanti, e il primo viaggio può essere grandioso e cambiarvi la vita, addirittura. Un buon trip, un buon viaggio.

Ma potrebbe anche essere malvagio, prendere il controllo del vostro mondo e tenere in pugno i vostri sensi, trascinandovi in un mondo terrificante, orribile. Un bad trip, un cattivo viaggio.

Come il Dr. Timothy Leary era solito dire: i "set and setting", alla fine, non hanno molto a che fare con quello che ci si aspetterebbe. Ma ci sono un'infinità di altri fattori che influenzano un trip in funghetto, inclusi dosaggi, qualità dei funghi magici e, semplicemente, la disposizione del momento del vostro subconscio cerebrale. Chiunque sia nuovo al mondo dei funghi magici deve informarsi ed imparare ad affrontarli, prima di intraprendere un viaggio (se fate parte di questo gruppo di persone cui mi sto riferendo: buon lavoro, state leggendo per questo!) ma, man mano che l'esperienza cresce, avranno bisogno di imparare ad assumere psilocibina in maniera corretta, per poter avere un buon, se non addirittura eccezionale, viaggio in funghetto.

Ma quali sono i veri piaceri dei trip con i funghi magici?

Bene, se avete sentito parlare degli effetti dell'acido o dell'LSD (o se avete provato l'esperienza direttamente), potete considerare che il viaggio con un funghetto di psilocibina è, pressoché, la stessa cosa, ma con un "limite" differente (ed è, solitamente, meno intenso a parità di dosaggio). Se avete delle conoscenze di chimica e volete saperne di più: una parte di ciò che si sa a proposito del background di psilocibina e psilocina è che si tratta di due componenti psichedeliche dei funghetti, così come si sa che l'acido è un agonista, parziale o totale, del recettore della serotonina (un agonista è una sostanza chimica in grado di attivare un determinato recettore nel corpo; un antagonista è una sostanza, invece, che inverte i suoi effetti) attraverso il cervello e il corpo. La psilocibina e la psilocina hanno, inoltre, una struttura chimica simile alla serotonina chimica, aka 5-HT, pur differendo parecchio dalla molecola 3D dell'LSD. Tutti e tre gli psichedelici, inoltre, hanno comprovati effetti che agiscono su differenti aree del sistema nervoso centrale.

Ad ogni modo, esistono diversi miti intorno ai funghi magici, così come a proposito dell'LSD, ad esempio che non causano "allucinazioni", ma che distorcono, semplicemente, ciò che percepite attraverso i vostri sensi. Questo è esattamente ciò che avviene con un dosaggio medio di funghetti e di acido. Ma a dosi più elevate, ovvero a dosi "spirituali", sarà possibile avere allucinazioni intense sia durante un trip con funghi magici che con acido, tali da sostituire il mondo reale che circonda il viaggiatore con il mondo dello psichedelico.

A dosaggi più bassi, un trip in funghetto ha un effetto incredibilmente simile a quello di alcune piante Sativa. In primo luogo, i colori degli oggetti diventeranno vividi e saturi, offrendone una maggior chiarezza. L'euforia arriverà subito dopo e, presto, conseguiranno vere e proprie risate e sghignazzate. I suoni riecheggeranno ancora, e ancora, e non sarete più sicuri che questi suoni siano, in realtà, mai esistiti prima. Se riuscirete a mangiare, i sapori risulteranno vibranti ed esotici, e i cibi potrebbero cambiare gusto nella vostra bocca.

Ma questo è solo l'inizio. Chiudete gli occhi, ora: vedrete intensi motivi geometrici, in piena definizione 3D, scorrere, ruotare e trasformarsi in differenti e complesse forme. Aprite gli occhi: sul muro, sul pavimento e sul soffitto, sulle piastrelle e sui mobili, rivedrete le stesse figure, completamente illuminate, continuare a modificarsi nella loro complessità.

E, a questo punto, sopraggiungeranno i pensieri. Molti li descrivono come una sensazione di "libertà", come se il filtro che divide conscio e subconscio fosse stato eliminato. Vagoni di pensieri scorreranno liberi e semplici, senza sforzo, seguendo un loro personale percorso, talvolta scomponendosi, addirittura, in due differenti correnti di pensiero allo stesso tempo, per scomparire e riemergere di nuovo. Chiudete i vostri occhi, ora: se la dose assunta era quella giusta, una realtà completamente onirica comparirà di fronte agli occhi della vostra mente, inghiottendo i vostri sensi e giocando con tutto ciò che il vostro subconscio sarà in grado di produrre. Spesso, questo stadio viene raggiunto da qualcuno che ha una bassa tolleranza ai funghi magici a dosaggi medio-bassi; altri viaggiatori in funghetto potrebbero, anche, percepire "il loro ruolo nella vita sotto migliori prospettive" così come, in altri casi, qualcuno potrebbe ritrovarsi a conversare con esseri divini o con forme di intelligenza provenienti da "altre dimensioni" o mondi.

Che cosa potrebbe assicurare un buon trip ad un novello consumatore di funghi magici?

Prima di tutto, e soprattutto, ciascuna persona reagisce in maniera differente a ciascuna differente droga, inclusi i funghi magici. Questo è il motivo per cui è fondamentale iniziare a piccoli passi: prima provate a studiare, informarvi sul mondo dei funghi, e poi giudicate da soli se la volta successiva potreste/sareste in grado di cominciare ad assumerne una piccola dose.

Una volta che avrete questo ben presente, decidete quanto intenso volete che sia il vostro viaggio. Potreste, eventualmente, desiderare un tuffo nel vostro inconscio cerebrale più profondo, nuotando nei suoi diversi paesaggi mentre mettete insieme i differenti significati della vita; oppure potreste volere solo un piacevole "high" da fungo magico, rilassante e accompagnato da alcune immagini colorate, interessanti e puramente visive. A questo punto dovrete pensare a fare le vostre scorte, in base a quanti trip vorrete avere e a che dosaggio vorrete assumere: ma sospendiamo un attimo, affronteremo le dosi di psilocibina tra poco.

Prima, dovete cominciare a pensare all'intensità del trip, quindi alle dosi, e, così pensando, dovete determinare le condizioni per un viaggio sicuro e tranquillo, ciò che Timothy Leary chiama "set and setting". Nella maggior parte dei casi, questo vuol dire non uscire per strada o in luoghi affollati, ma rimanere in casa dove potrete esplorare il viaggio, uscendo solo se il vostro obiettivo dovesse essere quello di godere della bellezza della natura.

Il "set and setting" comprende, inoltre, il vostro stato mentale. Non assumete funghi magici il giorno prima di sostenere un esame o un colloquio di lavoro. Non scegliete di consumarli in una casa tanto "sicura" da correre il rischio che si presenti qualcuno (o che, addirittura, ci sia già) che non volete sappia, o che vi veda, durante quest'esperienza. Un misto di ansia e irritazione, prima di un viaggio, potrebbe facilmente farlo diventare un viaggio caotico, cattivo e, anche, terrificante. State calmi, godetevi l'esperienza con il funghetto a mente aperta, e prendete coscienza di ciò che sta avvenendo: e tutto andrà per il meglio. E voi starete bene.

E, a proposito, la presenza di un "trip sitter" è il modo migliore per assicurarvi che le cose vadano, realmente, per il verso giusto. Trovate un trip sitter, o una persona sobria,che abbia il tempo e l'esperienza giusti per prendersi cura di voi, per aiutarvi durante la vostra esperienza con i funghi magici. Più spesso di quanto pensiate, molti viaggiatori che abbiano già preso diverse volte funghi magici, sono giunti alla fine del loro viaggio con l'aiuto di un trip sitter, anche solo per avere un supporto a disposizione in caso di necessità, o per correre in soccorso del viaggiatore nell'eventualità di un'incursione della polizia o, peggio, di qualche pericolo fisico. Quindi: se state per intraprendere un viaggio con funghetti da psilocibina, tenetevi stretto un trip sitter.

(NB: Alcuni consumatori di funghi sostengono che la Cannabis sia eccezionale per combattere tanti effetti negativi dei funghetti, per ridurre al minimo problemi quali nausea e fastidi di stomaco e combattere possibili induttori di cattivi trip, come ansia e panico. Se avete un buon rapporto con la Cannabis, o volete semplicemente averne un po' a portata di mano, assicuratevi in anticipo di averne un'adeguata scorta).

Quanti funghi magici posso assumere?

Una volta che abbiate ben pianificato il "set and setting", prendetevi il giusto tempo per attrezzare adeguatamente l'ambiente per il vostro viaggio e tenetevi un buon trip sitter al fianco: è il momento di cominciare a pensare alle dosi.

(I dosaggi che seguono sono una buona guida, concordata con Erowid, per consumatori novelli o di media esperienza con i funghi magici. Viaggiatori più esperti avranno già testato la propria tolleranza e, probabilmente, potrebbero volerla perfezionare ma, essendo consumatori esperti di funghetti, ci auguriamo che sappiate giudicare da soli la sopportazione del vostro corpo. Queste dosi, inoltre, si riferiscono alla Psilocybe Cubensis).

L' Erowid Psilocybin Mushroom Vault parla, per cominciare, di una dose da un quarto di grammo di fungo magico essiccato. La definisce "dose-soglia" e dovrebbe corrispondere al quantitativo necessario ad un consumatore per notare appena gli effetti. Una dose-soglia di funghi da psilocibina, alcune volte, provoca una leggera sensazione di freddo con una tenue intensificazione nella percezione della luce e dei colori, ma niente più.

Il capitolo dedicato alle dosi continua parlando di "leggera" dose di funghi da psilocibina, ovvero a partire da circa un quarto di grammo (dose-soglia) fino a un grammo di fungo essiccato.

Le pupille di alcune persone, a questo punto, potrebbero cominciare a dilatarsi. Viaggiatori sensibili potrebbero avvertire un po' di nausea, sensazione tipica del fungo, comparire a questo stadio. Leggere "allucinazioni" visive potrebbero indicare ciò che, in realtà, sarebbe più corretto definire "distorsioni fugaci": una sorta di visione periferica potrebbe cominciare a manifestarsi e, in base a ciò che viene riportato in questo capitolo, colori vivaci e luci intense potrebbero assumere un aspetto "stellato". Comincia ad essere evidente la cosiddetta "aura del fungo".

Una "dose media", continua Erowid, va, pressapoco, dal grammo ai due grammi e mezzo. Ma ricordate: ciascuna esperienza con i funghi sarà differente. Alcune persone assumendo una dose da due grammi e mezzo potrebbero avvertire effetti leggermente superiori a quelli percepibili con una dose minima da prima esperienza, mentre qualcun altro, assumendo lo stesso quantitativo, potrebbe avere un trip pesante, raggiungendo un'esperienza in psilocibina completa con visioni intense e pensieri vorticosi. La cosa migliore da fare in questo caso, non foste certi della giusta dose da assumere, è cominciare con un grammo e mezzo, se non addirittura con una dose leggera, soprattutto se sapete di essere particolarmente sensibili agli psichedelici.

Con una dose media, gli effetti fisici saranno pienamente evidenti, inclusa la nausea da fungo, specie in viaggiatori sensibili e principianti. Le pupille saranno visibilmente dilatate, giunti a questo punto, la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca potrebbero innalzarsi fino alla soglia di guardia. Alcuni consumatori avvertono la sensazione "di freddo", menzionata per la dose-soglia, più forte man mano che il viaggio progredisce. Visioni ad occhi aperti in piena regola saranno percepibili e il sogno, come immagine del trip da fungo, comincerà a prendere forma. La maggior parte delle persone afferma che, con una dose media, i propri modelli di pensiero cambiano completamente: è come se si manifestassero pensieri "illuminati" e intuizioni apparenti circa il mondo. Allo stesso tempo, le emozioni si faranno dinamiche ed esagerate, e intensi sbalzi d'umore andranno dall'euforia alla disforia, esattamente come avviene con l'LSD.

Infine, il capitolo sui dosaggi si conclude con la "dose forte", che va da due grammi e mezzo fino a cinque grammi di fungo essiccato, laddove una dose superiore ai cinque grammi è catalogata come "dose pesante". I consumatori di funghi magici alla prima esperienza che vogliano avere, fin da subito, un trip reale e completo, spesso arrivano ad assumere un ottavo di oncia (ovvero, circa, tre grammi e mezzo di prodotto) come dose di partenza e il loro viaggio potrebbe essere un'esperienza euforica, che gli apre gli occhi. Ma un viaggio di intensità vicina a questo livello, può portare, più facilmente, ad un "bad trip" (cattivo viaggio) i consumatori principianti che non abbiano mai avuto esperienza di "cattivi viaggi" e che potrebbero attraversare momenti veramente difficili (esattamente come un primo "bad trip" da acido, anche il "bad trip" da funghetto ha portato molta gente a chiudere con la droga, o con gli psichedelici in generale, definitivamente. Mentre rispettiamo la loro scelta, sottolineiamo che se avessero affrontato con maggior attenzione il loro personale "set and setting" così come il dosaggio corretto, probabilmente, avrebbero potuto vivere, e quindi ripetere, una bella esperienza).

Se un principiante sta raggiungendo questo livello di intensità, probabilmente andrà in overdose (NB: Overdose è un termine che indica, letteralmente, un'assunzione superiore al tollerabile; overdose non implica automaticamente la morte o altri pericoli fisici) e il sopraggiungere del trip da funghetto sarà rapido, distorto e, probabilmente, per nulla piacevole. Le pupille diventeranno rotonde e grandi, e la nausea potrebbe creare un caos totale nello stomaco del viaggiatore, a questo punto. Sovente, anche consumatori di funghi magici più esperti potrebbero affrontare momenti duri se non correttamente preparati alla severità di questi effetti. Erowid descrive, nei consumatori inesperti, sintomi quali attacchi di panico ad alti dosaggi, e pensieri dominanti quali "Quanto potrò andare avanti così?" oppure "Cosa ho fatto a me stesso?". Per contro, se uno psiconauta fosse intenzionato a raggiungere il livello e fosse pienamente preparato a ciò che lo aspetta, una dose elevata potrebbe essere un'esperienza estremamente euforica e potrebbe cambiare la vita in maniera profonda. La psilocibina, a dosi concentrate o con l'assunzione di funghi magici particolarmente potenti, potrebbe, inoltre, indurre un esperienza meglio conosciuta come "ego loss" (perdita dell'Io) che significa, essenzialmente, perdita della sensazione del proprio "sé", di se stessi. La "sensazione" di perdita dell'Io è, alcune volte, descritta come puro godimento del proprio ambiente, ovvero un perdersi nel flusso del trip senza alcun desiderio dominante, conflitto né controllo. Alcune volte viene definito come un diventare un "tutt'uno" con l'universo.

Quindi quanti Funghi Magici devo comprare?

Questa è una buona domanda. La risposta è nessuno. Davvero: non dovete comprare un certo numero di funghi, a meno che non siate coltivatori di funghi e in tal caso comprerete spore (e se lo siete, perché state leggendo questa parte?). Dovete comprare grammi, o once. E se non siete sicuri di non incappare in una fregatura, dovrete acquistarli da qualcuno che ve li pesi direttamente, su una bilancia, davanti ai vostri occhi, a meno che non abbiate a disposizione voi stessi uno strumento per pesarli. Sul serio, bisognerebbe essere dotati di una bilancia a prescindere, per poter misurare le dosi, ma un sacco di gente è in grado di cavarsela ad occhio, con una pila di funghi, se sa esattamente quanto prodotto ha a disposizione.

Se state solo pensando di fare un viaggio giusto un paio di volte, non avete bisogno di più di un ottavo di funghetti secchi (eighth of shrooms: vedi spiegazione a seguire. NdT), e potreste ottenere lo scopo anche con un quantitativo inferiore (come sempre, tutto dipende dalla potenza dei funghi magici in vostro possesso). Se è il vostro primo viaggio, probabilmente non avete molte conoscenze fra i venditori di funghi da psilocibina, e i vostri contatti sono ridotti. Siate, dunque, felici di pagare un ottavo di funghi circa $30 (€20 - €25) al vostro primo acquisto, oppure un grammo tra i $10 e i $15 (€8 - €10). Chi è solito acquistare spesso funghi da psilocibina, in quantità da un quarto di oncia (circa 7 grammi), mezza oncia o un'oncia e più, il prezzo si aggira intorno ai $100 - $200, ovvero dai €75 ai €150 all'oncia (circa 28 grammi). Non è improbabile, inoltre, che alcuni appassionati ed avvezzi di sostanze psichedeliche, con buoni contatti, possano chiedere di avere anche delle dosi gratuite.

Se siete sicuri, realmente, di aver calcolato bene la quantità di funghi magici che state per acquistare dandogli solo un'occhiata, tenete in considerazione che 10-15 singoli funghi rappresentano, approssimativamente, un peso che si aggira intorno all'ottavo di oncia (tre grammi e mezzo circa). Se avete del tempo a disposizione, prima di avventurarvi nell'acquisto, vi consigliamo di cercare su Google "un ottavo di funghetti" ("an eighth of shrooms") o qualcosa di simile, per avere un'idea "visiva" di ciò che questo quantitativo rappresenta. Nel complesso, però, sarebbe sempre meglio poter pesare personalmente la vostra dose e, se avete a disposizione una bilancia, usatela.

Quindi, dopo tutto ciò, in conclusione potreste chiedervi:

I funghi magici sono pericolosi?

Non esiste una risposta semplice ma, in linea di massima, no.

La psilocibina, come l'LSD (o acido lisergico), la Cannabis (o THC, CBD, CBN ecc.) e la psilocina, rientra nella Classe I della catalogazione statunitense delle sostanze stupefacenti (ed è nella Classe I fin dalla Convenzione delle Nazioni Unite sulle Sostanze Psicotrope del 1971), dal momento che non esistono documentazioni certe su casi di overdose che abbiano causato la morte. Potete, in effetti, cadere in "overdose" da funghi magici, ammalandovi, sentendovi disidratati e, raramente, rimanendo preda del vomito per diverse ore (un persistente "annebbiamento" o altri effetti più o meno spiacevoli potrebbero durare anche qualche giorno), ma poi tutto tenderà ad affievolire e scomparire. La dose LD-50 di psilocibina per gli esseri umani, cioè la Dose Letale 50, ovvero Mediana, che porta alla morte il 50% dei soggetti a campione, è diverse centinaia di migliaia di volte superiore alla normale quantità assunta per un trip, e la mole di funghetti da P. cubensis contenente una quantità di sostanza chimica attiva corrispondente dovrebbe superare il chilo e mezzo.

Allo stesso modo, i funghi da psilocibina non potranno scollegarvi dalla realtà in maniera tale da portarvi alla schizofrenia dopo un'assunzione e, no, non potrà mai capitare che non riusciate a ritornare in voi rimanendo in un perenne stato di trip. Ma, soggetti con problemi mentali preesistenti, o con familiarità di casi di schizofrenia, seri problemi legati a disordini bipolari, e altre malattie mentali, potrebbero incorrere in problemi cronici associati ad un consumo di funghi da psilocibina. Molti medici sostengono che la psilocibina da sola non possa peggiorare condizioni di malattia preesistente, ma che possa risvegliare condizioni fino a quel momento "dormienti" o asintomatiche. Se avete qualche legittima ragione di pensare che la vostra condizione mentale versi in qualche tipo di situazione preoccupante, tenetevi lontano dal consumo di funghi magici o chiedete al vostro medico o parlatene con uno specialista o documentatevi da fonti certe, prima di affrontare il vostro primo viaggio.

Ma, per la maggior parte delle persone, i funghetti sono una delle sostanze psichedeliche più sicure a disposizione, insieme all'LSD (e alla Cannabis, se la classificate fra gli "psichedelici") ed è un'ottima scelta per principianti che vogliano avere un primo assaggio di che cosa sia in realtà l'esperienza psichedelica.

Funghi magici kit per la coltivazione