Il ruolo delle sostanze psicoattive nel Messico precolombiano

Pubblicato :
Categorie : BlogSostanze psichedeliche

Il ruolo delle sostanze psicoattive nel Messico precolombiano

E`stato di recente pubblicato un nuovo documento riguardante la ricerca sull'uso sacro, medicinale e culturale delle piante psicoattive nel Messico precolombiano. Ne consigliamo caldamente la lettura a tutti coloro che si interessano di enteogeni.

E`stato di recente pubblicato un nuovo documento riguardante la ricerca sull'uso sacro, medicinale e culturale delle piante psicoattive nel Messico precolombiano. Ne consigliamo caldamente la lettura a tutti coloro che si interessano di enteogeni.

Prima che le Americhe venissero colonizzate, la storia delle popolazioni indigene era fortemente caratterizzata dall'uso di sostanze psicoattive, come il peyote, l'ololiuqui, i funghi magici e altre ancora. Si faceva ricorso a queste piante per le loro proprietà mediche, oltreché culturali e sacre. Grazie a testimonianze scritte dai colonialisti invasori e a ritrovamenti archeologici, è stato possibile ricostruire ciò che avveniva a quei tempi. Tuttavia è piuttosto difficile trovare tutte queste preziose informazioni, anche su internet, dove sono presenti ma in maniera molto sparsa.

Per ovviare a questo problema, Adrian Andreacchio, studente sudamericano iscritto ad un master in Studi Latino Americani presso l'University College di Londra, UK, ha redatto un documento in cui sottolinea e cataloga il ruolo medicinale e culturale ricoperto da diverse piante psicoattive nella società messicana precoloniale. Questo documento si intitola "The Role of Psychoactive Substances as Entheogens and Medicines in Pre-Columbian Mexico" (Il ruolo delle sostanze psicoattive come enteogeni e medicinali nel Messico precolombiano) e lo potete trovare al seguente link: Erowid.