Il Pepe Nero allevia l'ansia indotta dalla Cannabis?

Pubblicato :
Categorie : BlogCannabisScienza

Il Pepe Nero allevia l'ansia indotta dalla Cannabis?

Una semplice sniffata di Pepe Nero è davvero in grado di riportare la calma nella mente?

La relazione tra la Cannabis e l'ansia è un argomento piuttosto complesso, per non dire altro. Molte persone consumano Cannabis per lasciarsi andare, rilassarsi e, specialmente, per ridurre l'ansia. Tuttavia, per qualcuno la Cannabis è sinonimo di paranoia e turbamento mentale. Essere soggetti ad una o all'altra reazione alla Cannabis dipende da diversi fattori, come il livello di THC e terpeni contenuti nella varietà in uso, oltre allo stato mentale del consumatore, all'equilibrio del sistema endocannabinoide, al sesso del soggetto. E c'è ancora molto da scoprire in proposito. Indipendentemente dalle cause, alcuni consumatori quando ricorrono alla Cannabis vengono attaccati dall'ansia e, parrebbe, che il pepe nero possa essere la giusta risposta a questo problema.

Il Potere del Pepe Nero

Stando ad uno studio pubblicato nell'edizione di Agosto 2011 del British Journal of Pharmacology, intitolata "Taming THC" (Domare il THC), i terpeni (ovvero i componenti responsabili del sapore della pianta) potrebbero racchiudere il segreto (o, piuttosto, la chiave) per comprendere ed isolare ciò che diversi scienziati hanno nominato "effetto entourage" della Cannabis. I grani di pepe nero posseggono intrinsecamente un terpene attivo chiamato pinene. Il loro effetto lenitivo sembrerebbe derivare dal fatto che i grani di pepe nero vengono prodotti proprio grazie a questo particolare terpene. Così come il pepe nero, anche il mango contiene un proprio terpene specifico, in questo caso chiamato mircene. Si dice che il mircene sia in grado di aumentare l'effetto della Cannabis se ingerito un'ora prima di consumarla.

Lo scrittore Owen Smith, della rivista Cannabis Digest, sostiene di essere stato testimone in prima persona dell'impatto del pepe sui consumatori di Cannabis. "Molti dei pazienti che lo hanno provato, semplicemente sniffando un paio di tiri di pepe nero, hanno quasi subito potuto testarne gli effetti", ha scritto. "Altri hanno dichiarato che, dopo aver masticato grani di pepe, si sono sentiti meglio dopo neanche un'ora, tempo che potrebbe addirittura essere facilmente ridotto".

In linea generale, la Cannabis è conosciuta per la sua capacità di produrre un'ampia gamma di effetti, dallo svegliare lucidamente un individuo al mandarlo direttamente a dormire, a seconda della varietà. I coltivatori di Cannabis hanno messo a punto le proprie strategie per far sì che cannabinoidi e terpeni si distribuiscano nella pianta quasi a proprio piacimento, tanto da arrivare ad ottenere particolari effetti nello stesso momento. Il Cannabidiolo (CBD) e i terpeni si sono rivelati (dopo accurate ricerche, ancora in corso) e vengono riconosciuti come le sostanze in grado di tenere sotto controllo gli effetti sgradevoli della Cannabis ricca di THC, come ansia e paranoia. Ethan Russo, redattore del British Journal of Pharmacology, è un convinto sostenitore dell'azione dei terpeni, come riporta nel suo studio del 2002, "The Inheritance of Chemical Phenotypes in Cannabis Sativa" (L'eredità dei fenotipi chimici nella Cannabis Sativa), in cui sostiene che i coltivatori debbano tenere in considerazione i propri desideri dal punto di vista dei terpeni, quando coltivano le proprie piante.

I benefici dei terpeni sono ormai ampiamente riconosciuti, ma si è cominciato ad approfondirne la conoscenza solo in tempi più recenti, si potrebbe dire che per il momento conosciamo solo alcuni granelli di sabbia in mezzo ad una spiaggia.

comments powered by Disqus