Il Natale, Babbo Natale e l'Amanita muscaria

Pubblicato :
Categorie : BlogFunghi MagiciSostanze psichedeliche

Il Natale, Babbo Natale e l'Amanita muscaria

Il Natale è considerato da sempre una festa tradizionale cristiana, ma molti aspetti di questa celebrazione sono collegati ad alcune pratiche pagane. Alcune persone sostengono che questa tradizione ruoti attorno all'uso di funghi magici. Qui di seguito vi

Il Natale è considerato da sempre una festa tradizionale cristiana, ma molti aspetti di questa celebrazione sono collegati ad alcune pratiche pagane. Alcune persone sostengono che questa tradizione ruoti attorno all'uso di funghi magici. Qui di seguito vi riportiamo alcuni argomenti a sostegno di questa peculiare ipotesi.

Il Natale, in tutte le sue espressioni celebrative (alberi ed immagini natalizi), è considerato una bella e solida festività cristiana. È il giorno solenne della nascita di Cristo ed è una festa riconosciuta in tutto il mondo. Ma perchè abbiamo l'abitudine di addobbare alberi sempreverdi nelle nostre case? Chi è questo misterioso uomo in sovrappeso che dona i regali? Cosa hanno a che fare con la religione cristiana e le sue festività? Beh, probabilmente non sarete molto informati su questo argomento.

Potremmo collegare le pratiche sciamaniche al Natale?

Prima che il Cristianesimo prendesse piede in quasi tutto il mondo, molti paesi europei praticavano il paganesimo e i riti sciamanici. Si ritiene che l'avvento della figura di Babbo Natale e dell'albero di Natale sia una fusione del cristianesimo con le tradizioni pagane. Esistono molte teorie che analizzano in profondità questa tematica.

Una di queste interessanti teorie venne formulata da John Rush, un antropologo e docente presso il Sierra College di Rocklin, in California. Egli ritiene che queste tradizioni possono essere ricondotte alle pratiche sciamaniche realizzate sotto gli effetti dei funghi magici. "Babbo Natale è la controparte moderna dello sciamano, colui che consuma piante e funghi capaci di alterare la coscienza e di mettere in contatto le persone con il mondo degli spiriti", dichiarò Rush.

Secondo la sua teoria, la figura di Babbo Natale deriva dagli sciamani delle regioni artiche e siberiane del pianeta. Pare che fossero loro ad interessarsi di viaggiare in questi luoghi, soprattutto durante il mese di dicembre, per offrire piccoli doni "volanti" di funghi agarici sottoforma di regali. È sempre lui a descrivere come fino a qualche centinaio di anni fa gli sciamani praticavano riti legati a tradizioni antiche, in cui venivano raccolti funghi di Amanita muscaria (fungo del genere agarico), i quali venivano essiccati ed offerti agli abitanti del proprio villaggio, come regali per celebrare il solstizio d'inverno. Inoltre, descrive anche come gli sciamani utilizzassero un'apertura realizzata nel tetto delle abitazioni, da cui calavano e consegnavano questi regali. Ciò era dovuto al fatto che i grandi quantitativi di neve che cadevano sulle regioni nordiche bloccavano la porta d'ingresso e da qui derivano i camini da cui discende tradizionalmente Babbo Natale.

Rosso e bianco - L'importanza dei colori

Sapete per quale motivo Babbo Natale indossa colori bianchi e rossi? La risposta richiama ancora una volta le caratteristiche cromatiche del fungo Amanita muscaria. Questo è notoriamente riconosciuto per la sua cappella rossa con macchie circolari di color bianco. Questa particolarità cromatica veniva riportata sui vestiti degli sciamani di quei tempi, che pare indossassero vestiti dai tessuti rossi e bianchi, a significare l'importanza che avevano i funghi e la loro assunzione.

Santa Claus Amanita Muscaria

Anche la tradizione di mettere i regali nella parte inferiore di un albero ha stretti collegamenti con questi funghi magici e colorati. James Arthur, nel suo libro "Mushrooms and Mankind" (Funghi ed Umanità), delinea come i colori dell'Amanita muscaria abbiano un rapporto simbiotico con le piante sempreverdi, dove spesso questi variopinti funghi si attaccavano per vivere nelle parti inferiori degli alberi. Secondo Arthur, questo è il principale motivo per cui esiste la tradizione di addobbare un albero sempreverde nelle case e di mettere i doni sotto di esso, un omaggio ai colorati e sacri funghi magici e agli spiriti con i quali si cercava di comunicare.

Renne capaci di volare?

L'immagine delle renne volanti sembra piuttosto inverosimile. Eppure, la credenza del mondo occidentale moderno sostiene che questo sia il mezzo di trasporto di Babbo Natale. Tuttavia, questo potrebbe anche risultare meno folle di quanto si possa pensare. Le renne sono animali nativi della Siberia ed è molto comune vederle in queste fredde regioni. Sono anche stati avvistati esemplari nell'intento di cercare volontariamente i funghi, non tanto per alimentarsi, ma per le loro proprietà psichedeliche. Donald Pfister, un biologo dell'Università di Harvard, dichiarò che non è irragionevole pensare che gli sciamani utilizzassero le renne per muoversi. È probabile che fossero gli stessi sciamani, sotto gli effetti allucinogeni dei funghi, a vedere questi animali volare (considerando che le renne potevano anche aver assunto una quantità di funghi sufficiente per adottare comportamenti strani e movimenti irregolari).

Carl Ruck, un professore di storia classica dell'Università di Boston, sostiene la stessa teoria. Egli sottolinea come gli sciamani utilizzassero con frequenza i funghi magici e come le allucinazioni che sperimentavano servissero ad avvicinare la loro mente agli spiriti degli animali, unendo le loro coscienze nei viaggi psichedelici.

Gli scettici

Ovviamente, queste teorie sono fonte di dibattito e in molti si oppongono all'idea che gli sciamani siberiani possano avere qualcosa a che vedere con il Natale e Babbo Natale. Ad esempio, lo storico Ronald Hutton, che sostiene di aver accuratamente analizzato le pratiche sciamaniche siberiane, evidenzia un paio di errori. Concluse, infatti, il suo studio dichiarando che nelle zone dove vivevano gli sciamani era improbabile imbattersi in slitte guidate e trainate attraverso una connessione telepatica con gli spiriti delle renne.

Tuttavia, Ruck arrivò a contestare questo scetticismo. Anche se gli sciamani probabilmente non usavano slitte, queste potevano semplicemente essere considerate il simbolo del "trasporto" che avviene durante un'allucinazione. Inoltre, se non esiste nessuna connessione tra sciamano e slitta, allora come potevano gli sciamani consegnare i funghi come regali nel mese di dicembre, inserendo i doni nelle cavità presenti nei tetti delle capanne dei villaggi? Perchè indossavano cappotti rossi, foderati con pelliccia bianca, indossando stivali neri durante la raccolta dei funghi? E perchè esiste un nesso significativo tra mettere i regali sotto un albero e la zona in cui crescono normalmente i funghi?

Ovviamente è solo una teoria, ma rimane sempre una storia affascinante con cui poter fantasticare. Queste tradizioni potrebbero essersi effettivamente sviluppate su tutto il continente europeo per mano dell'evoluzione e dello sviluppo culturale che ha colpito tutte le popolazioni del pianeta. Anche la figura di Babbo Natale è destinata a vivere in appoggio a questa teoria, esattamente come l'area geografica da cui proviene, una zona del Polo Nord molto vicina a quella in cui vivevano gli sciamani!