Il mango può aumentare lo sballo?

Pubblicato :
Categorie : BlogCannabis

Il mango può aumentare lo sballo?

"Un piccolo passo per l'uomo (man), ma un balzo da gigante per il man-go". Questo frutto così esotico e dolce, chiamato mango, sembra abbia la capacità di rendere gli effetti della Cannabis ancora più entusiasmanti!

È stato scoperto che i composti chimici contenuti in questo frutto aumentano, amplificano e intensificano le sensazioni di euforia innescate dalla marijuana. Questa notizia non è altro che la conferma di quanto già si sapeva, ovvero che la marijuana non può più essere considerata semplicemente un "siero per fusoni". In questi ultimi anni sono stati messi in circolazione numerosi articoli e notizie relativi ai benefici della marijuana terapeutica. Ovviamente, per poter trattare efficacemente un melanoma maligno (cancro della pelle) sono necessarie cure mirate, ma resta comunque incoraggiante sapere che una sostanza naturale e potenzialmente efficace può essere il pretesto per degustare un delizioso spuntino.

I benefici che offre la marijuana terapeutica li conosciamo tutti, chi più chi meno. È solo più questione di tempo prima che anche da noi vengano vendute legalmente le nostre tanto amate cime d'erba. Nel frattempo, però, i consumatori a fini terapeutici e ricreativi dovranno accontentarsi di questa curiosa notizia, che tratta di una merenda sana e facilmente reperibile.

Si è scoperto che mangiare mango fresco o bere un frullato di questo frutto esotico, un'ora prima di fumare, aumenta considerevolmente le sensazioni di euforia prodotte dalla marijuana. Inoltre, nel caso di pazienti-consumatori di marijuana terapeutica, è emerso che questa combinazione offre interessanti proprietà palliative contro i dolori.

Tutti quanti vi starete chiedendo: "Ma com'è possibile?". Le ragioni stanno nella classe dei composti chimici contenuti nel mango, conosciuti come terpeni. La marijuana contiene più di 100 molecole terpeniche, responsabili dei sapori e degli effetti che questa sarà in grado di sviluppare. Ancora più importante, è la presenza di un terpene chiamato mircene, artefice delle fragranze più zuccherine delle cime. Questo composto è presente sia nella marijuana che nel mango. Risulta quindi logico pensare che se si mangia un mango ricco di mirceni si può, potenzialmente, aumentare gli effetti di cime di scarsa qualità o spingere un po' oltre le sensazioni indotte da cime di ottima qualità.

Infatti, l'aroma dolce e caratteristico del mango può essere attribuito alla presenza di questo composto chimico, il mircene. Lo stesso discorso vale per i sapori più zuccherini di albicocche, noci e arance di Valencia.

Combinare marijuana e mango

Ora, prima di avventarvi su quintali di mango, ci sono alcuni aspetti da prendere in considerazione, soprattutto se volete ottenere i risultati migliori. Come detto in precedenza, questo frutto esotico si deve consumare circa un'ora prima di consumare Cannabis, in modo da poter sperimentare le migliori sensazioni. Ciononostante, bisogna anche considerare il metabolismo che contraddistingue ognuno di noi. Le persone con un metabolismo accelerato dovrebbero consumare una quantità più elevata di mango, mentre quelle con metabolismo lento dovrebbero ingerire il mango due ore prima di fumare Cannabis (stando a quanto emerso da numerosi studi).