Il Dabbing È Pericoloso?

Pubblicato :
Categorie : BlogCannabis

Il Dabbing È Pericoloso?


Il dabbing - una forma di ingestione di estratti di cannabis, ha ottenuto una brutta reputazione. Questi pericoli sono reali?

Il "dabbing", un termine polivalente usato per descrivere la procedura per fondere concentrati di cannabis su una fonte di calore ed inalarne il vapore, ha aumentato la sua popolarità negli ultimi anni. Allo stesso modo sono aumentati gli articoli dei media che parlano dei suoi "pericoli".

Nonostante tutta questa attenzione, comunque, il clamore sul dabbing, se non la sua produzione, in effetti mescola elementi completamente diversi.

Anche se ci sono certamente rischi di cui gli utenti devono essere a conoscenza, tutto questo chiasso per i concentrati stessi è ingiustificato. Il dabbing certamente non è, come i suoi critici sostengono, una forma di "crack con la marijuana".

COS'È IL BHO? NOZIONI BASE SU ESTRATTI E CONCENTRATI

Shatter, Wax, Crumble

Gli estratti sono talvolta chiamati "shatter, wax, crumble" o anche "honey oil". Tuttavia, anche questa generalizzazione è fuorviante. Ci sono diversi tipi di estratti di marijuana sul mercato, tra cui hashish, oli estratti con CO2 e un certo numero di tinture create attraverso estrazioni con alcol. Tuttavia, il più popolare "concentrato" in questo momento è anche comunemente indicato come "butane hash oil" (o BHO).

Il BHO si produce esponendo i cannabinoidi ad idrocarburi infiammabili come gas propano o butano in un cilindro chiuso. L'evaporazione del gas lascia un residuo molto potente che viene poi generalmente fumato o vaporizzato (anche se sono costantemente disponibili nuovi prodotti che consentono agli utenti anche di ingerirlo o addirittura strofinarlo sul corpo). Detto questo, tutto questo clamore, naturalmente, si è concentrato sui tipi di concentrati che vengono fumati o vaporizzati.

BHO butane hash oil

Anche se il processo non è nuovo, i concentrati di ogni tipo stanno rapidamente diventando il trend del momento sia tra gli utenti a scopo ricreativo che terapeutico. Quando preparati correttamente e consumati in modo responsabile, gli estratti sono in grado di fornire un effetto vigoroso e potente, se non funzionano come potenti antidolorifici.

Tuttavia, a causa della loro popolarità, per non parlare del numero di crescenti e drammatici incidenti che hanno coinvolto produttori alle prime armi nel corso degli ultimi anni, sia gli estratti stessi che il loro utilizzo sono diventati un argomento ampiamente dibattuto.

NON FATELO A CASA

La produzione di concentrati non è una cosa semplice. I consumatori di olio di hashish o di qualsiasi altro tipo di concentrato dovrebbero comprare la loro scorta da esperti professionisti che utilizzano solo marijuana priva di pesticidi come materia prima, e inoltre utilizzano solo tecniche di produzione approvate (che aiutano anche a garantire la purezza del prodotto stesso). I dilettanti inesperti non dovrebbero mai provare a produrre la sostanza a casa. Non solo ciò è molto pericoloso, ma anche potenzialmente letale. Coloro che cercano di estrarre il THC attraverso sistemi di produzione fatti in casa, possono causare esplosioni impreviste e molto pericolose.

L'aumento degli infortuni causato da tentativi di produzione amatoriali, infatti, è ciò che ha attirato una gran quantità di attenzione da parte dei media recentemente. In Colorado, la situazione è diventata talmente fuori controllo che lo stato ha approvato una legge che dichiara reato federale la produzione fatta in casa. Anche la polizia britannica ha intensificato i suoi sforzi contro la produzione casalinga della sostanza. Negli ultimi due anni, secondo un rapporto della BBC, ci sono stati due morti inglesi e 27 feriti direttamente connessi alla produzione di BHO.

CONSUMO

Mini Pipa per Concentrati Percolator

La ragione per cui estratti e concentrati sono così popolari è che sono molto più potenti della cannabis regolare o addirittura dell'hashish. Il THC che viene ingerito è puro al 50-90%. L'effetto è descritto come "euforico".

Gli estratti (o dabs) sono generalmente consumati tramite un tubo di vetro (rig) e vaporizzati con l'uso di un "chiodo" (nail) e un accendino a fiamma ossidrica che vaporizza la sostanza, che l'utente poi inala. Si può anche utilizzare un dispositivo simile alla sigaretta elettronica (una penna vaporizzatore).

Negli studi che sono stati condotti fino ad oggi, il processo di consumare dabs non è più pericoloso di fumare uno spinello, ma solo se l'utente sta utilizzando un concentrato prodotto correttamente e non esagera nel consumo. Il dabbing offre una concentrazione di THC molto più forte. A causa del suo effetto più potente, gli utenti sviluppano anche una maggiore tolleranza molto più rapidamente. Gli studi medici condotti fino ad oggi non mostrano un maggior rischio di "dipendenza" dal dabbing rispetto ad altri metodi di ingestione.

Detto questo, si tratta di una sostanza concentrata a base di piante che potrebbe potenzialmente contenere anche impurità pericolose (come pesticidi utilizzati durante la coltivazione). Questo è un altro motivo per cui l'acquisto di concentrati da fonti attendibili è davvero importante. Le impurità nella marijuana che viene utilizzata, così come i procedimenti inappropriati che non lasciano evaporare correttamente il solvente, sono pericolosi per l'utente finale. I pesticidi utilizzati per coltivare la marijuana in realtà diventano più concentrati tramite questo metodo di ingestione, quindi diventa ancora più importante sapere da dove proviene la sostanza originale e come è stata coltivata. Nonostante gli studi iniziali, non ci sono prove che l'inalazione di gas butano residuo unitamente al concentrato sia dannosa per la salute.

IN OGNI CASO, NON ESAGERATE

Il dabbing produce un effetto molto intenso. Mentre non è possibile andare in overdose di cannabis regolare tramite uno spinello, ci sono stati moltissimi casi in cui coloro che hanno vaporizzato i concentrati hanno avuto un'esperienza eccessiva rispetto a quella che si aspettavano. Alcuni utenti hanno segnalato svenimenti, allucinazioni o anche semplicemente uno stordimento spiacevole.

Andateci piano, e godetevi il dabbing responsabilmente.

USI MEDICI

Capsule infuso con Shatter

Anche se l'uso ricreativo di concentrati ha scatenato una tempesta di dibattiti - sia per quanto riguarda la sua produzione e la potenza, le applicazioni più interessanti del dabbing potrebbero essere nel campo terapeutico. La produzione di olio di cannabis offre la possibilità di fornire il pieno impatto terapeutico della cannabis - e per condizioni specifiche. L'apposita coltivazione di piante per condizioni o sintomi specifici è spesso un processo delicato. La capacità di trasformare la pianta di cannabis in olio, con livelli di cannabinoidi diversi facilmente verificabili e misurabili, promette un grande futuro per la cannabis come soluzione medica su misura.

 

         
  Marguerite Arnold  

Scritto da: Marguerite Arnold
Con anni di esperienza di scrittura alle spalle, Marguerite dedica il suo tempo ad esplorare il settore della cannabis e gli sviluppi del movimento di legalizzazione.

 
 
      Scopri i nostri scrittori  

Relativi Prodotti