Olanda: il Comune di Eindhoven vuole coltivare la propria cannabis

Pubblicato :
Categorie : Blog

Olanda: il Comune di Eindhoven vuole coltivare la propria cannabis

Il problema di coltivare marijuana nell'illegalità da parte di produttori e fornitori di coffee shop a Eindhoven, Olanda, è stato risolto con una semplice ed elegante soluzione: coltivazione locale di

Il problema di coltivare marijuana nell'illegalità da parte di produttori e fornitori di coffee shop a Eindhoven, Olanda, è stato risolto con una semplice ed elegante soluzione: coltivazione locale di Cannabis.

Il Sindaco della città, Rob van Gijzel, ha esposto mercoledì scorso, durante un comunicato stampa rilasciato ed indirizzato al Primo Ministro Olandese, i dettagli della decisione rivoluzionaria. In comune accordo con le autorità giudiziare della città, ha promesso di avviare la coltivazione di Cannabis controllata.

In questo comunicato, il Sindaco ha evidenziato il valore strategico di questa decisione, compreso il duro colpo che si infliggerà ai coltivatori illegali e non autorizzati di marijuana. Gli stessi che in questi anni sono aumentati esponenzialmente e da cui la città si è approvigionata fino ad oggi.

A livello federale, la coltivazione e la vendita di marijuana sono tuttora illegali, ma il comunicato ha stupito per la sua delicatezza e schiettezza, il tutto coronato da un'atmosfera di estrema semplicità.

L'Olanda, oltre a progredire per quanto riguarda la depenalizzazione della Cannabis, continua a mantenere la sua posizione contro gli "anti-cannabis groups". Si è riusciti, infatti, a non fare approvare una legge alquanto controversa: tutti i cittadini che volevano acquistare in un coffee shop dovevano essere registrati in un database fornendo tutti i dati personali, con l'aggravante di proibire l'ingresso ai non residenti.

Oltre ad essere una legge severa, il suo cestinamento ha dato la libertà di poter azzardare il controllo, da parte delle città olandesi, della coltivazione della Cannabis.

Il Primo Ministro, con l'intenzione di infierire un duro colpo alle grandi operazioni illecite di marijuana, si riunì in consiglio a inizio febbraio per aiutare a livello organizzativo le operazioni colturali di minore entità.

La risposta del Sindaco di Eindhoven è stata sintetica e chiara. Ha descritto l'alta concentrazione di criminalità organizzata nel sud della città e si è reso disponibile a supervisionare le operazioni di marijuana ad alto reddito.

Ha descritto, inoltre, le vicende che si ripetono costantemente, come minacce, intimidazioni, frodi e persino violenza. Episodi che dimostrano come questo problema stia trascinando a forza i proprietari dei coffee shop ad entrare in affari, ed essere così coinvolti, con le organizzazioni criminali. La politica con cui questi punti vendita si riforniscono, dice, è addirittura inefficace.

Gijzel e la sua città coltiveranno e controlleranno le coltivazioni legali di Cannabis nei propri limiti giuridici, nella speranza di combattere la criminalità organizzata di marijuana ed aiutare il business dei coffee shop della propria città. Il suo piano è quello di mantenere le coltivazioni legali e vederne i benefici nel corso dei prossimi 3 anni.

Inoltre Gijzel si è diretto ai numerosi funzionari provenienti da altre città olandesi ma, per ora, ha dato soluzioni per operazioni su scala ridotta, ha commentato Job van de Sande del Ministero della Giustizia. La soluzione finale la vedremo solo nel prossimo futuro.

Van de Sande evidenzia che i diversi punti per quanto riguarda le leggi locali di Eindhoven si contraddicono con quelle federali dell'Olanda; caso affine a ciò che sta accadendo per la marijuana terapeutica in alcuni Paesi degli Stati Uniti, che vanno contro le leggi federali. Malgrado i dettagli da parte dell'esecutivo federale siano stati esposti in modo trasparente, a questo punto non si può che considerare che la coltivazione di Cannabis rimane tecnicamente illegale.

È sempre lui a riferire che il Sindaco resta ancora in fase decisionale per prendere i provvedimenti definitivi.

La cultura della Cannabis è stata e sarà sempre la principale attrazione in Olanda, sia per i cittadini locali che per tutti i turisti stranieri. I suoi oltre 670 coffee shop distribuiscono Cannabis per un uso ricreativo a larga scala.

Sebbene anche il possesso sia ancora illegale per le leggi federali dell'Olanda, il reato è stato depenalizzato da qualche tempo. Nel 1976, sia il possesso che la vendita di quantità inferiori ai 5 grammi non sono sanzionabili penalmente.