CBD: 'Altamente Promettente' nel Trattamento dell'Epilessia

Pubblicato :
Categorie : BlogCannabis terapeuticaCBDScienza

CBD: 'Altamente Promettente' nel Trattamento dell'Epilessia

Le potenzialità del CBD sono in continua crescita, come dimostrato dai positivi risultati emersi da diversi studi clinici su questo popolare estratto a base di Cannabis.

Da qualche anno, il CBD, uno dei cannabinoidi non psicoattivi della Cannabis, viene esaltato come uno dei modi rivoluzionari per trattare l'epilessia. Basta dare un'occhiata alla storia di Charlotte Figi, a cui il CBD ha offerto nuove prospettive di vita, per capire quanto importante sia questo argomento. Molti genitori di bambini affetti da severi attacchi epilettici si recano negli Stati Uniti, dove il trattamento con CBD è legale, nella speranza di trovare una cura per i propri figli. La scienza sta dunque tenendo il passo, lavorando alacremente per scoprire come il CBD sia in grado di ridurre i sintomi dell'epilessia, oltre ad andare a fondo sulla questione di come il suo uso possa essere sicuro ed efficace. I risultati cui si è giunti fino ad oggi sono incoraggianti e la ricerca continua, con nuovi esperimenti clinici sul CBD e sulle sue potenzialità "altamente promettenti" nel trattamento dei bambini.

Una ricerca, recentemente pubblicata sulla rivista Seizure, ha seguito un campione di 74 partecipanti, per oltre tre mesi, analizzando gli effetti del CBD su di essi. A ciascun partecipante era stata diagnosticata una forma incurabile di epilessia e resistente alle terapie convenzionali. È così emerso che, ricorrendo alla somministrazione di un estratto standardizzato di CBD, dal rapporto di 20:1 CBD/THC, l'89% dei soggetti presi in esame riscontrava una significativa riduzione della frequenza degli attacchi, oltre a beneficiare di un miglioramento dell'attenzione, delle abilità motorie, della qualità del sonno, del linguaggio e della comunicazione.

Si è giunti, pertanto, alla conclusione che "i risultati di questo studio multicentrico sul CBD e sulla sua applicazione nelle terapie rivolte ai casi di epilessia intrattabile, fra la popolazione in età pediatrica ed adolescente, sono altamente promettenti. Garantiamo la necessità di approfondire ulteriormente gli studi clinici sulla Cannabis terapeutica arricchita di CBD".

COSA SIGNIFICA TUTTO CIÒ

Non si tratta del primo studio clinico retrospettivo su come il CBD agisca su chi lo consuma. Altri sono stati condotti, o sono in corso d'opera, e tutti hanno portato ai medesimi risultati positivi. Tutto ciò non fa che porre i presupposti per futuri interventi, oltre a confermare la validità della decisione presa da quei genitori che hanno già optato per una terapia condotta con questa componente sicura e non psicoattiva, in grado di aiutare i propri bambini. Come questa ricerca più recente suggerisce, c'è bisogno di approfondire gli studi clinici. Gli estratti di CBD non sono considerati illegali in Europa e vengono classificati come integratori alimentari, grazie al contenuto minimo di THC. Emergono sempre più risultati incoraggianti, e potremmo non essere lontani dal vedere gli estratti a base di CBD acquistare un'importanza sempre maggiore all'interno della società. Sia verso il basso che verso l'alto, sembrerebbe!

Per saperne di più sul CBD e sulle nostre conoscenze base.

 

         
  Josh  

Scritto da: Josh
Redattore, psiconauta e "aficionado" della Cannabis, Josh è l'esperto di casa a Zamnesia. Trascorre le sue giornate immerso nella campagna, andando alla scoperta delle nascoste doti psichedeliche della natura.

 
 
      Scopri i nostri scrittori