I migliori semi di Cannabis per coltivazioni outdoor

Published :
Categories : BlogCannabisColtivare Cannabis

I migliori semi di Cannabis per coltivazioni outdoor

Con la bella stagione dietro l'angolo, è giunto il momento di scegliere le nuove varietà da seminare. Stiamo per proporvi una guida alle varietà più adatte alla coltivazione all'aperto.

Fondamentalmente, la maggior parte dei semi può essere seminata e coltivata sia in indoor che in outdoor, tuttavia alcuni preferiscono un ambiente rispetto ad un altro. Idealmente, la vostra scelta dovrebbe basarsi su una varietà che bene si adatti al clima della vostra zona geografica. Ovviamente, se decidete di piantare una qualità tropicale in un clima freddo, non potrete aspettarvi risultati esaltanti. Inoltre, se vivete in un luogo dall'estate breve, sarebbe meglio non preferire una varietà Sativa dalla crescita lenta.

Scegliere la varietà giusta per la vostra zona climatica

L'Europa si divide in tre zone climatiche: a Nord abbiamo la zona fredda, al centro il clima è temperato, mentre al Sud troviamo le regioni più calde.

Le varietà per i climi nordici più rigidi
Nell'estremo Nord è meglio orientarsi verso varietà dal periodo di fioritura piuttosto veloce. Se le vostre estati sono estremamente brevi ma la luce solare dura a lungo, come in Svezia, vi consigliamo di privilegiare i ceppi autofiorenti: le varietà autofiorenti passeranno dalla crescita vegetativa alla fase di fioritura, indipendentemente dalla luce, in 2-4 settimane e saranno pronte per essere raccolte in poco tempo, ovvero dopo una sessantina di giorni dalla semina. Come varietà autofiorenti vi suggeriamo Royal Dwarf, Northern Force Automatica e Critical+ Automatica. Fra le piante regolari, invece, che si comportano bene anche nei climi più freddi, abbiamo Himalaya Gold, Early Skunk e Freeze Cheese.

Varietà autofiorenti per i climi freddi

Royal Dwarf
Si tratta di una vera pianta nana perfettamente adatta ai principianti: alta solamente 50-90cm, ma con raccolti fino agli 80 grammi per pianta. Richiede solamente 8-9 settimane dalla germinazione del seme al raccolto e vanta un livello di THC del 15%. Le sue cime sono estremamente compatte, ricche di resina e facilissime da coltivare. Il suo profumo è veramente forte, il suo sapore estremamente piacevole e il suo effetto molto potente.

Northern Force Automatic
Un incrocio di Northern Lights e Power Bud è in grado di generare una potenza che è difficile ignorare. Con un'altezza di 90-120cm si tratta di una delle piante autofiorenti più alte. Arriva a produrre fino a 200 grammi per pianta di cime estremamente resinose, in 9-10 settimane. Facile da coltivare e dall'effetto piacevolmente cerebrale ma, allo stesso tempo, rilassante. Il suo sapore ricorda quello della Northern Lights.

Critical+ Automatic
Questa varietà è rinomata per la sua elevata capacità produttiva ed è oggi disponibile in versione autofiorente, facile da coltivare ed assolutamente perfetta per coltivatori principianti. Le rese elevate di cime compatte e ricoperte di resina sono accompagnate da un intenso e dolce sapore fruttato, chiaramente ereditato dalla Critical+ originale. Si tratta di un'eccellente erba per il trattamento del dolore.

Varietà regolari per climi freddi

Early Skunk
Si tratta dell'incrocio di Skunk#1 e Early Pearl con una varietà dalla buona resistenza alle muffe. Il suo periodo di fioritura è più breve, rispetto a quello della Skunk#1 originale, senza per questo perdere neanche un briciolo di quella dolcezza morbida e pungente delle cime. Produce un buon raccolto di cime appiccicose. Si tratta di una vigorosa pianta, adatta anche ai principianti. Pronta per essere raccolta in Ottobre.

Freeze Cheese
Ed ecco la giovane ragazza originaria della Frisia. Si tratta di una varietà a predominanza Indica, incrociata con una Big Buddha Cheese. Facile da coltivare e dalla buona resistenza sia alle muffe che al freddo. Profumo di fresco limone e pino mescolati a formaggio. Termina il suo processo di maturazione ad inizio Ottobre e produce cime compatte ricoperte di resina. Il suo sapore ricorda l'hashish, con un tocco di aspro agrume. La sua predominanza Indica all'80% ritorna tutta nel suo effetto.

Himalaya Gold
Pianta alta e robusta, con genetiche provenienti dal Nepal e dall'India del Nord. Sviluppa lunghe ramificazioni e cime estremamente compatte. I raccolti raggiungono l'esorbitante quantità di un chilo per pianta, senza alcuno sforzo. Il moderato contenuto di THC, che si aggira intorno al 13%, induce un effetto piacevolmente delicato, ma particolarmente efficace nel trattamento terapeutico del dolore. Resiste bene alle temperature fredde e raggiunge la piena maturità verso la fine del mese di Settembre.

Varietà per climi temperati

Grazie alla lunga esposizione alla luce solare e alle estati prolungate, le piante riescono a crescere slanciate e diverse varietà possono essere coltivate in zone caratterizzate da un clima temperato. In Paesi come la Germania, la Francia, la Gran Bretagna, la Svizzera, l'Austria ecc. le varietà Indica terminano il loro ciclo più velocemente delle Sativa, pertanto potrete stare certi di ottenere ottimi risultati piantando varietà di questo tipo di genetica. Ma anche le Sativa pure si comportano piuttosto bene se le piante vengono mantenute in un ambiente chiuso per qualche settimana dopo la germinazione, allungandone la stagione di un paio di settimane. Fra le molte piante che meglio si adattano ad un clima temperato ricordiamo varietà come la Critical Kush, la Bubba Kush, la White Widow, la White Rhino, la Chemdawg e l'AK-47.

Critical Kush
Questa varietà è un incrocio incredibilmente potente di Critical Mass e OG Kush. Si sviluppa in una pianta cespugliosa di circa un metro di altezza ed è pronta per essere colta verso la fine di Settembre. Produce abbondanti raccolti ed ha un livello di THC che raggiunge il 25%. I suoi effetti tendono ad essere particolarmente fisici, motivo per cui si tratta di un'ottima scelta sia per rilassarsi la sera sia per scopi terapeutici.

Bubba Kush
Come una varietà Indica pura, dalla statura piuttosto ridotta e dalle foglie larghe, produce effetti molto gradevoli per pazienti con problemi di sonno o necessità di un profondo rilassamento fisico. Le cime dal dolce sapore raggiungono un livello di THC del 16% e scatenano effetti naturalmente ipnotici e gustosi, se consumate in grandi quantità.

White Widow
Capostipite della famiglia White e vero mostro di THC. Raggiunge un'altezza di 150cm ed è in grado di arrivare a produrre fino a 450 grammi di cime grandi e compatte, per ciascuna pianta. Le cime emanano un aroma agrodolce con un pizzico di mirtillo. Dal valore terapeutico, in caso di insonnia, dolori muscolari, dolori articolari e lombari.

White Rhino
È in grado di svilupparsi in uno spaventoso cespuglio dalla resa potenziale di oltre un chilo per pianta. La resa estrema di resina la rende una varietà perfetta per la produzione di hashish o BHO. Le cime sono cariche del 20% di THC e sprigionano un sapore dolce e fruttato quando vengono fumate. In grado di rilassare il corpo, scatenano la creatività e rendono loquaci.

Chemdawg
Aroma eccezionale ed intenso, di pino e gasolio. Produce cime con una quantità esorbitante di pistilli bianchi ed arancio scuro. Pianta a predominanza Sativa in grado di far suonare le campane nella vostra testa. I principianti devono affrontarla con assoluta cautela ed attenzione. Vanta un livello di THC del 20% e si dice che sia la madre di tutte le varietà Diesel.

AK-47
Una varietà leggendaria con una lunga lista di riconoscimenti e premi alle spalle. Un'arma di seduzione di massa: in molti sono caduti sotto i suoi primi colpi. Facile e veloce da coltivare, si tratta di una varietà che garantisce buone rese di cime molto compatte e ricoperte di resina. Emana un aroma molto intenso durante il suo periodo di fioritura. Dominata dall'influenza Sativa.

Varietà per climi caldi

Con il caldo intenso e le lunghe estati, Paesi come la Spagna, il Portogallo, l'Italia e la Grecia sono l'ambiente ideale per coltivare varietà Sativa torreggianti. Con il periodo estivo che arriva a prolungarsi fino ad Ottobre, non esistono ostacoli per le Sativa e le condizioni climatiche tradizionalmente secche sono un valido aiuto contro la formazione di muffe. Tra le varietà altamente raccomandate in simili aree climatiche, ricordiamo Sour Diesel, Acapulco Gold, Amnesia Haze, Silver Haze e Lemon Thai Kush.

Sour Diesel
Questa varietà a predominanza Sativa è piena di tutta la potenza Diesel. La Sour Diesel è il gioiello preferito di molti coltivatori e consumatori. Le cime grandi e scintillanti sono molto aromatiche, ricoperte di resina e colme fino all'orlo di pura potenza. Il suo fumo è pungente, con retrogusti quasi chimici, dal sapore erboso ed aspro. Sprigiona una sensazione inebriante dalla lunga durata.

Acapulco Gold
Le migliori genetiche dell'America centrale sono state incrociate per creare una delle erbe più leggendarie in circolazione. Raggiunge la modesta altezza di 130cm, ma produce abbondanti raccolti dalle rese estremamente potenti. Ottima candidata per la tecnica LST (Low Stress Training). Vanta un livello di THC del 23% e provoca un effetto rilassante in grado di ridurre il dolore e di conciliare il sonno.

Amnesia Haze
Il nome è tutto un programma. Questa erba è in grado di farvi perdere la coscienza mentale. Una singola pianta è capace di rendere fino a 100/200 grammi, con un livello di THC del 20-22%, garantendo un assoluto ed intenso effetto cerebrale. L'Amnesia Haze può diventare una pianta molto alta, pertanto andrebbe piantata in zone scelte accuratamente e con saggezza.

Silver Haze
Una Haze classica. Si tratta di una pianta alta dalle cime lunghe, estremamente resinose ed appiccicose, risultato di una genetica a predominanza Sativa. La massiccia quantità di scintillanti ghiandole di resina a ricoprire le cime spiega il suo nome. Termina il suo periodo di fioritura verso fine Ottobre, inizio Novembre. Il suo effetto è forte ma lucido. Erba perfetta per un consumo diurno.

Lemon Thai Kush
Esemplare perfetto per coltivazioni commerciali. Si tratta di una grande pianta a predominanza Sativa, con rese abbondanti ed un prodotto finale molto potente. Il livello di THC eccezionalmente elevato, 21%, è garanzia di una sensazione intensa e pesante. I grappoli di fiori appiccicosi e resinosi sono pronti per essere raccolti verso la metà di Ottobre. Il sapore di pino e cedro è accompagnato da retrogusti di pepe nero e limone.

comments powered by Disqus