Gesù faceva uso di marijuana? Diamo uno sguardo alla Sacra Unzione

Published :
Categories : BlogCannabis

Gesù faceva uso di marijuana? Diamo uno sguardo alla Sacra Unzione

Alcuni accademici e teologi hanno a lungo dibattuto sull'esistenza di prove che dimostrerebbero che Gesù Cristo faceva uso di Cannabis durante i suoi rituali. Possiamo forse dire che Gesù consumava Cannabis?

Ciò che è certo è che non potremmo mai associare la moderna definizione di "fuso" alla figura di Gesù. Tuttavia, esistono prove che dimostrano che il figlio di Dio conosceva piuttosto bene le proprietà terapeutiche della Cannabis. L'olio, descritto come unguento realizzato ed utilizzato da Gesù nella Sacra Unzione, conteneva, o almeno così sembra, un ingrediente sospetto, originariamente chiamato "kahneh-bosem". La ricetta autentica, scritta in ebraico, si può ritrovare nel secondo libro della Bibbia, Esodo (30:22-23). È lo stesso libro sacro a descrivere questo particolare olio santo come un unguento contenente quasi 3 chilogrammi di quest'erba. Antropologi, botanici, linguisti ed etimologisti concordano nel riconoscere la kaneh-bosem come Cannabis. È altrettanto verosimile che quest'olio santo potesse essere una miscela di Cannabis ed altre erbe profumate.

Il termine "Cristo" è la traduzione letterale della parola ebraica "Messia", che significa "unto". Ciò potrebbe suggerire che lo stesso Gesù sia stato unto con la Cannabis. È risaputo che i cannabinoidi possono essere assorbiti dalla pelle, ma il processo non risulta essere così veloce ed efficiente come l'ingestione o l'inalazione.

Parte integrante della vita quotidiana

In questi ultimi anni, o mesi, stiamo assistendo agli ultimi colpi di coda del proibizionismo, ma dobbiamo considerare che la Cannabis è stata messa al bando e resa illegale, in quasi tutto il mondo, solo nel corso del secolo più recente. Anteriormente la canapa e la Cannabis erano colture piuttosto abituali, portate avanti da contadini di tutto il pianeta, ed i prodotti derivati da questa pianta facevano parte della vita quotidiana delle antiche civiltà. Si potevano realizzare particolari strumenti, essenziali per svolgere i mestieri più disparati, senza parlare della pletora di utilizzi che aveva la pianta in sé. Era un'erba apprezzata da tutti, e non solo per le sue proprietà medicinali.

Carl Ruck, professore di mitologia dell'Università di Boston, trascorse più di tre decenni studiando le più bizzarre sostanze psicoattive. Fu lui il primo a sostenere che la Cannabis aveva indubbiamente avuto un ruolo importante nella vita quotidiana delle civilità passate, anche ai tempi di Gesù (fu una sostanza ampiamente usata nella religione giudaica).

Oggigiorno abbiamo a nostra disposizione informazioni clinicamente più precise sulle proprietà chimiche della Cannabis e sugli effetti che scaturisce sull'essere umano. Tuttavia, non c'è bisogno di una conoscenza scientifica particolarmente forbita per comprendere la potenza di questa pianta. Non c'è da meravigliarsi se nei secoli scorsi gli effetti enteogeni della Cannabis venissero considerati un aspetto importante della vita di tutti i giorni, rispettati e riveriti.
Le religioni più pure hanno sempre avuto nella propria dottrina uno stretto legame con le sostanze psicoattive e psichedeliche e la Cannabis non fu certo un'eccezione. Che siano il Soma dei Veda, l'Ayahuasca dei sudamericani o la Cannabis degli israeliti, le sostanze enteogene continuano ancora oggi a giocare un ruolo importante nella ricerca e nell'esplorazione della vera natura della mente umana e del mondo.

La Divina Guarigione

Questo particolare olio veniva somministrato per trattare una vasta gamma di patologie. Tra queste possiamo menzionare l'epilessia, che in passato si credeva fosse la manifestazione del demonio in un corpo umano. Gli scritti narrano che Gesù ed i suoi seguaci impiegavano l'olio per purificare coloro che erano posseduti dal demonio, anche se indirettamente stavano letteralmente curando la malattia. È infatti dimostrato da studi di laboratorio che i cannabinoidi contenuti nella Cannabis sono estremamente efficaci nel trattamento dell'epilessia.

Le civilità passate furono testimoni delle proprietà benefiche dell'olio, che risultarono essere efficaci per trattare anche altri tipi di disturbi. Dopo la morte di Gesù, Giacomo suggerì che ogni cristiano affetto da qualsiasi tipo di malattia dovesse essere unto con il sacro olio, nel nome del Signore Gesù (Giacomo 5:14).

Risulta piuttosto difficile poter determinare se le persone trattate con questo speciale olio arrivarono o meno a sperimentare sensazioni psicoattive. Tuttavia, come abbiamo accennato precedentemente, i cannabinoidi venivano assorbiti attraverso la pelle, lasciando intendere che l'unzione potesse in qualche modo provocare alcun tipo di "high". Tuttavia, si ritiene che l'olio venisse principalmente usato per le sue proprietà curative e non ricreative. Quasi sicuramente, l'obiettivo principale delle civiltà antiche non era quello di alterare gli stati di coscienza somministrando speciali oli naturali, ma le prove in nostro possesso non sono così chiare.

Fu così che le proprietà curative della Cannabis si diffusero in tutto il mondo, esattamente come il messaggio di Gesù, divulgato in tutti gli angoli del pianeta dai suoi seguaci chiamati "cristiani". Il termine "cristiano" è il plurale di Cristo, ovvero coloro che sono stati unti dal sacro olio. Coloro a cui veniva somministrato questo elaborato olio di Cannabis, ovvero i seguaci di Cristo, ricevevano la "conoscenza di ogni cosa" grazie all'unzione del Santo (1 Giovanni 2:20). Questo potrebbe stare a significare che il cristianesimo è legato sotto certi aspetti ai poteri psicoattivi e alle proprietà curative della Cannabis.

In questi ultimi anni stiamo assistendo ad una vera e propria rinascita della Cannabis terapeutica. Ad aprire la strada è stato Rick Simpson, il cui olio sta dimostrando di essere efficace e di dare ottimi risultati nel trattamento di forme tumorali terminali e di altre malattie mortali. La sostanziale differenza con le epoche passate è che la scienza odierna ha ormai confermato le proprietà terapeutiche di questa pianta, offrendo alla Cannabis la possibilità di tornare in voga come portentosa medicina naturale. Ma tornando alla domanda iniziale, Gesù faceva uso di Cannabis? Non possiamo fare altro che lasciare a voi l'arduo compito di giudicare.

comments powered by Disqus