Fumare erba protegge dal cancro?

Pubblicato :
Categorie : BlogCannabis terapeutica

Fumare erba protegge dal cancro?

L'olio di Cannabis viene ampiamente usato durante il trattamento del cancro, ma fumare uno spinello può prevenire la comparsa della malattia?

L'olio di Cannabis altamente concentrato è rapidamente diventato uno dei rimedi applicati durante la cura del cancro, ma di recente si sta indagando la possibilità che fumare direttamente la pianta possa agire preventivamente contro la comparsa della malattia. Un nuovo studio, effettuato su un campione di fumatori di Cannabis di vecchia data, avrebbe, infatti, dimostrato come questi abbiano il 62% in meno di probabilità di sviluppare tumori localizzati al collo e alla testa, rispetto ai non fumatori.

Lo Studio

La ricerca, pubblicata sulla rivista Cancer Prevention Research, è frutto di un lungo studio effettuato su un campione di poco inferiore ai 1000 partecipanti, di cui 434 affetti da tumori localizzati a collo e testa, mentre i rimanenti 547 in salute. Dopo aver analizzato il consumo di altre sostanze, come alcool e tabacco, da parte dei soggetti presi in esame, fu rilevato che, in definitiva, chi era solito fumare marijuana almeno una volta alla settimana aveva ridotto significativamente il rischio di sviluppare questo tipo di cancro, rispetto a coloro che non avevano in alcun modo consumato Cannabis.

A suscitare maggiore interesse è stato il fatto che coloro che avevano cominciato a fumare erba in età più avanzata sono risultati leggermente meno esposti al rischio di ammalarsi rispetto a coloro che avevano cominciato in età più giovane: coloro che avevano cominciato a fumare tra i 15 e i 19 anni avevano ridotto del 47% il rischio, mentre coloro che avevano cominciato a consumare marijuana dopo i 20 anni avevano ridotto lo stesso rischio al 61%.

Questo tipo di studio è stato effettuato esclusivamente per capire come si sviluppa il cancro in quelle specifiche aree del corpo. Nonostante si tratti di buone notizie, è importante tenere a mente che fumare Cannabis non si è rivelata un'azione in grado di prevenire la comparsa di tumori in altre parti dell'organismo, come polmoni o seno, dal momento che anche i fumatori di Cannabis da lungo tempo sono stati soggetti alla comparsa di questo tipo di malattia. Il forte effetto curativo dell'olio di Cannabis non può essere paragonato a quello del fumare marijuana, dal momento che, per avere un'azione curativa, è necessario assumere una grande quantità di cannabinoidi rispetto a quelli immagazzinati attraverso il semplice fumare.

E vaporizzare è ancora meglio

Sebbene si tratti di grandi risultati incoraggianti, è importante ricordare che il processo di combustione della Cannabis produce un ampio spettro di pericolosissime tossine, senza pensare al catrame inalato: per quanto le componenti benefiche della Cannabis possano agire proteggendo gola e testa, questo tipo di tossine sono altrettanto pericolose per i polmoni e per l'intero organismo umano.

Ciò, naturalmente, non avviene durante la vaporizzazione. Vaporizzare non comporta la combustione della vostra erba, pertanto nessuna tossina verrà sprigionata. Tutto si limiterà ad un vapore che non solo sarà più pulito, ma anche con un contenuto di cannabinoidi decisamente più elevato.

INFORMATEVI E LEGGETE LA TOP 5 DEI MIGLIORI BENEFICI DELLA VAPORIZZAZIONE

Se volete che tutto l'effetto benefico dei cannabinoidi inondi la vostra gola, il vostro cervello e i vostri polmoni, ma senza la comparsa di nessun tipo di tossina nociva, allora la vaporizzazione è la strada giusta per voi.