Esperti Difendono L'Uso Del Kratom

Pubblicato :
Categorie : BlogErbe e Semi

Esperti Difendono L'Uso Del Kratom

Il Kratom è un'importante alternativa a base di erbe per trattare la salute di numerose persone. Gli esperti in questo campo stanno combattendo con le unghie e con i denti per garantire che le cose non cambino.

Se c'è una cosa che abbiamo imparato a conoscere della società moderna è che è sempre pronta a puntare il dito su ciò che non capisce. Sembra che quasi tutti i politici siano intenzionati a proibire qualcosa nella loro legislatura, quasi come una reazione istintiva per bilanciare il crescente sostegno verso la legalizzazione della Cannabis. Ciò sta portando le nostre istituzioni a trovare altrove nuove sostanze da mettere al bando. L'ultima che è stata messa sotto i riflettori è il Kratom. Tuttavia, sembra che vi siano persone disposte a lottare anche per questa pianta, come un gruppo di esperti statunitensi intenzionato ad andare contro le critiche e gli attacchi dell'FDA.

COS'È IL KRATOM?

Il Kratom è un rimedio a base di erbe al 100% naturale usato per millenni dall'essere umano. Originario del sud-est asiatico, il Kratom viene tradizionalmente usato sia come stimolante che come sedativo, inducendo effetti diversi a seconda della quantità assunta.

Nel mondo occidentale il Kratom viene spesso usato come alternativa ai farmaci oppiacei, data la sua proprietà palliativa contro i dolori. Viene inoltre usato anche come rimedio naturale contro le crisi d'astinenza da sostanze oppiacee, in quanto agisce sugli stessi meccanismi del nostro organismo, senza però creare forme di dipendenza fisica.

KRATOM: UNA CATTIVA FAMA

Per quale motivo un rimedio naturale a base di erbe, relativamente innocuo, dev'essere subito preso di mira? Perché di recente sono state pubblicate false dichiarazione che hanno subito sollevato accesi dibattiti. Il Kratom è stato usato in modo sicuro per migliaia di anni, ma, improvvisamente, alcuni governi hanno deciso di raffigurarlo come una sostanza molto pericolosa per la salute umana. Negli Stati Uniti, numerosi media hanno già bollato il Kratom come la nuova eroina, data la sua capacità di agire sugli stessi sistemi interni. Inoltre, la situazione è stata aggravata da alcune testimonianze di genitori disperati per la perdita dei loro figli che, a detta loro, si sarebbero suicidati per aver abusato del Kratom o per altri assurdi problemi legati a questa pianta. Per quanto tristi possano essere queste realtà, il Kratom tende ad essere spesso usato come capro espiatorio. Si tratta, infatti, di una sostanza che non crea dipendenza, anzi, viene usata proprio per combattere le tossicodipendenze! Inoltre, non altera la coscienza come vorrebbero farci credere e non ha assolutamente la capacità di mettere le persone in situazioni così disperate da spingerle al suicidio.

In molte situazioni, è più probabile che le persone vengano danneggiate fisicamente e psicologicamente dalle cosiddette "droghe legali" o da altre sostanze adulterate, vendute con il nome di Kratom. Ciò sta creando situazioni molto preoccupanti. Queste versioni rielaborate e i suoi sostituti chimici potrebbero avere diversi effetti negativi, da cui, purtroppo, il consumatore non è in grado di difendersi. È la stessa cosa che sta succedendo con la "Spice" e con altre marche di marijuana sintetica, un settore che in molti consideravano vincente e che invece si è rivelato un autentico disastro.

GLI ESPERTI IN DIFESA DEL KRATOM

Numerosi Stati americani, e molti altri Paesi, stanno prendendo in considerazione la messa al bando del Kratom, mettendo a repentaglio la salute di milioni di persone che stanno usando questa sostanza come alternativa naturale ai normali farmaci chimici. Ciò ha spinto numerosi gruppi di esperti statunitensi ad opporsi con ogni sforzo a questa ridicola situazione.

Tra questi, troviamo Ryan Estevez, medico, psichiatra e psicofarmacologo; Phil Schoenwetter, medico di famiglia; e Michael McGuffin, presidente dell'American Herbal Products Association.

Estevez ha lavorato per diversi anni sia all'interno delle carceri che in pronto soccorso e, oggi, la sua esperienza professionale gli ha permesso di avere una visione piuttosto precisa sulle differenze tra droghe "buone" e "cattive", affermando con fermezza che il Kratom non rientra certo tra quelle cattive. Secondo Estevez, qualsiasi tentativo di vietare il Kratom è un errore, trattandosi di un accanimento mediatico e non di un fatto scientificamente provato. Il Kratom è riuscito ad offrire enormi benefici all'umanità per decenni. Solo la recente disinformazione ha portato i legislatori a prendere in considerazione la sua eventuale messa al bando, senza, però, portare ad alcun risvolto positivo per i cittadini.

Schoenwetter, invece, ha rilasciato alcune interviste sulle sue esperienze personali con il Kratom che, dal punto di vista professionale, ha dimostrato di avere un valore immenso:

"Il mio primo incontro con il Kratom fu incredibile e inaspettato. Janet, mia moglie di 35 anni, soffre di emicrania e l'anno scorso ebbe modo di sperimentare alcuni effetti che, normalmente, vengono indotti solo da un massiccio trattamento farmacologico. Mentre stavamo facendo il pieno al nostro SUV in una stazione di benzina di Chevron, in Nevada, Janet entrò nel supermercato dell'area di servizio e incrociò una signora che stava acquistando una confezione da otto capsule di Kratom. Questa signora raccontò a mia moglie che questa sostanza l'aveva aiutata a ridurre i dolori e i malesseri di cui soffriva, senza averle mai dato alcun effetto collaterale. Fu così che Janet acquistò una confezione identica di Kratom e ingerì immediatamente una capsula. Probabilmente, nel 1978 nessun medico professionista aveva mai sentito nemmeno la parola 'Kratom'. Dopo circa 60 miglia dopo la nostra sosta, Janet mi disse che stava perfettamente, senza alcun dolore e con la mente completamente lucida (senza la confusione mentale che le creava la morfina). Fu così che decise di mettersi al volante e riuscì a guidare senza alcun problema per circa 165 miglia. Ciò la aiutò a svegliarsi tutti i giorni riposata, sempre disposta ad assaporare un buon caffè (altra pianta botanicamente interessante) e ad approfondire tutte le potenzialità della medicina naturale. Iniziò ad interessarsi ai meccanismi innescati dalle piante, mettendo in pratica le mie nozioni mediche. Da quel momento iniziò a sentirsi meglio e le poche ricadute, che affioravano ormai di rado, erano molto meno aggressive e, il più delle volte, si riducevano in un bruciore di stomaco di poche ore. Fu così che il Kratom entrò nelle nostre vite, aiutando mia moglie e assumendo un ruolo nella mia professione che ormai è ben al di sopra del semplice 'uso e costume' che potreste normalmente trovare tra le righe degli articoli pubblicati su internet".

McGuffin, da parte sua, ha difeso per anni le potenzialità del Kratom, dichiarando la sua ferma intenzione ad opporsi al tentativo dell'FDA di vietare questa sostanza a livello nazionale. Siamo ormai in possesso di diverse prove scientifiche che hanno dimostrato l'inconfutabile potenzialità del Kratom. Non siamo più di fronte ad un'erba "misteriosa" conosciuta solo al mondo delle tradizioni orali e delle leggende. In circolazione stanno emergendo diverse aziende ufficialmente riconosciute che producono Kratom seguendo rigidi standard qualitativi, evitando che vengano messe in commercio sostanze adulterate o nocive.

Per quanto il Kratom possa aver guadagnato una cattiva reputazione in questi anni, la scienza e gli esperti sono pronti a schierarsi a suo favore. Il Kratom è una medicina alternativa che è stata utilizzata per millenni senza causare rilevanti danni all'umanità. Fino a quando troverà l'appoggio delle comunità scientifiche, le campagne pubblicitarie più aggressive e la disinformazione messe in circolazione dai media avranno ben poche speranze di abbattere questa sostanza.