Esperti Sostengono che la Legalizzazione della Cannabis Frutterebbe 1 miliardo di sterline all'anno al Regno Unito

Pubblicato :
Categorie : BlogEuropaLeggi sulle droghe

Esperti Sostengono che la Legalizzazione della Cannabis Frutterebbe 1 miliardo di sterline all'anno al Regno Unito

Secondo un nuovo gruppo di professionisti, legalizzare la Cannabis in UK genererebbe 1 miliardo di sterline di entrate fiscali, oltre a ridurre i pericoli per la società.

La Cannabis è una gigantesca macchina fabbrica soldi, a prescindere che sia legale o meno. Quando è illegale, a guadagnarci è il mercato nero, mentre i soldi dei contribuenti vengono sperperati nel tentativo di rafforzare la Guerra alla Droga, con scarsi successi, peraltro. Comprensibilmente si tratta di un argomento molto serio, tanto da spingere alcune fra le menti più brillanti, anche all'interno del mondo politico moderno, a scandagliarlo in profondità.

Nel Regno Unito, i risultati di un simile interesse hanno portato un gruppo di esperti - composto da scienziati, accademici, esperti di politica sulle droghe e rappresentanti delle forze dell'ordine - ad approfondire la questione. Nel corso dell'ultimo anno, il gruppo ha condotto numerose indagini ed analisi. Fino a giungere, oggi, alla conclusione che solo legalizzando la Cannabis si potrebbe ridurre il danno effettivo sulla società, oltre a generare introiti per più di un miliardo di sterline.

COME?

Secondo il team di studiosi, la vendita di Cannabis ad un'utenza di età maggiore ai 18 anni, tramite rivenditori autorizzati e regolamentati, insieme alla possibilità di coltivare, in forma ridotta, Cannabis a casa propria, potrebbe permettere al governo di controllare la qualità della Cannabis e, parallelamente, aumentare le entrate fiscali. In questo modo il peso fiscale che grava sui contribuenti si andrebbe a ridurre, così come il tempo e le energie impiegate dalle forze dell'ordine attualmente rivolte alla caccia, soprattutto a fini detentivi, dei consumatori, ancora bollati come criminali (riducendo, quindi, i danni futuri cui andranno incontro a causa di una fedina penale sporca).

Il gruppo di studiosi, dunque, ha dichiarato: "Siamo pienamente consapevoli dei pericoli per la salute legati al consumo di Cannabis, ma riteniamo che una politica razionale dovrebbe affrontare in maniera pragmatica la realtà legata all'attuale consumo, piuttosto che tentare di sradicarlo ricorrendo a misure punitive".

Si tratta di una nuova picconata al muro della Guerra alla Droga, qui, in Europa, ma siamo sicuri che verrà presa sotto gamba dai politici al governo. Tuttavia, il seme del dubbio è stato piantato e un numero sempre maggiore di prove sottolinea la novità: la gente sta cominciando a domandarsi perché la Cannabis sia ancora illegale. Un miliardo di sterline come entrate e risparmio fiscali dovrebbe far saltare la pulce al naso e sarebbe ora che i governi cominciassero ad aprire le orecchie.

 

         
  Josh  

Scritto da: Josh
Redattore, psiconauta e "aficionado" della Cannabis, Josh è l'esperto di casa a Zamnesia. Trascorre le sue giornate immerso nella campagna, andando alla scoperta delle nascoste doti psichedeliche della natura.

 
 
      Scopri i nostri scrittori