Erba Per Animali: La Nuova Frontiera Per L'Uso Terapeutico

Pubblicato :
Categorie : BlogCannabis terapeutica

Erba Per Animali: La Nuova Frontiera Per L'Uso Terapeutico


I trattamenti con Cannabis stanno diventando sempre più popolari per gli animali domestici in difficoltà. Con cosa, dove e come iniziare.

Quando se ne sente parlare per la prima volta si tende a sorridere alla sola idea. Ganja per animali da compagnia? Neanche per sogno!

Eppure, sembra che ci sia ben poco da ridere. Si tratta infatti di una tendenza in rapida crescita, un po' ovunque. Secondo un articolo pubblicato in agosto sul The New York Times, i veterinari stanno ricevendo una moltitudine di richieste da parte di molti proprietari di animali domestici, interessati a sapere se gli effetti benefici per l'uomo possono essere altrettanto efficaci sui nostri amici a quattro zampe.

Anche se finora non ha attirato la stessa attenzione delle battaglie in corso per la legalizzazione dell'erba (per l'essere umano), vi è un ampio sostegno ed un crescente movimento verso la riforma medica per gli animali da compagnia. People for the Ethical Treatment for Animals (PETA), un'associazione no-profit contro il maltrattamento degli animali, sostiene che le riforme per la marijuana dovrebbero includere anche le possibili applicazioni mediche per gli animali.

 

 

PETA

L'anno scorso, nello Stato americano del Nevada, è stato emanato un disegno di legge che affrontava proprio questo delicato argomento, ottenendo appoggio da gran parte dei cittadini ma bocciato sul nascere dalla legislatura in carica (almeno temporaneamente). Ciò dimostra come nella legalizzazione della Cannabis per l'uomo non si vogliano lasciare fuori dalla riforma terapeutica gli animali domestici.

In molti Stati degli USA, i proprietari di animali domestici stanno mostrando di non essere contrari ad una tessera per l'uso terapeutico della marijuana, non per se stessi, ma per i propri amici a quattro zampe.

I veterinari, tuttavia, non sono ancora autorizzati ufficialmente a prescrivere questo tipo di medicina o trattamento e nessuna organizzazione veterinaria ha preso posizioni al rispetto. Detto ciò, sempre più testimonianze stanno confermando l'efficacia dei cannabinoidi sugli animali, come già dimostrato sui bambini.

COME FUNZIONA?

Tutti i mammiferi sono dotati di recettori di endocannabinoidi, distribuiti in tutto il corpo. Non dovrebbe quindi sorprendere che l'erba funzioni per trattare animali malati, esattamente come avviene nelle persone. Tuttavia, prima di dare ai vostri animali un bocconcino pieno di marijuana o riempire la ciotola del vostro gatto con cime d'erba, cerchiamo di comprendere meglio le sue funzioni. Gli animali domestici possono sviluppare malattie molto dolorose e reagire negativamente ai normali farmaci usati per trattare gli esseri umani.

 

CBD per gli animali domestici

I trattamenti per animali si limiterebbero alla somministrazione di CBD, in quanto il THC non è raccomandabile. La maggior parte dei veterinari che consigliano l'uso di Cannabis per animali preferiscono prescrivere solo il CBD, facilmente e legalmente reperibile dalle colture di canapa.

Inoltre, sia i veterinari che i proprietari di animali domestici ritengono che le tinture e gli oli siano i prodotti più adatti a questo tipo d'uso. Su internet si possono trovare vari articoli per i nostri amici a quattro zampe, commercializzati per trattare diverse patologie animali. Secondo l'Associazione Veterinaria Autraliana, un regime di cannabinoidi è in grado di fermare le convulsioni degli animali.

Purtroppo, gli studi sui trattamenti specifici e sulle dosi più raccomandate non sono (ancora) stati diffusi. Tuttavia, esattamente come accade per l'uomo, la ricerca sugli animali sembra promettente ed è solo agli inizi.

Anche le aziende sembrano interessate a questo nuovo settore. L'erba per animali domestici sta creando un nuovo mercato, soprattutto negli Stati Uniti, dove il settore della Cannabis terapeutica sta decollando. E non ci stiamo riferendo solo alle vendite di cime, ma anche di prodotti a base di marijuana. I proprietari americani di animali possono oggi affidarsi a prodotti "cannapet" che vanno dagli oli agli ossi da masticare per cani, a quanto pare efficaci contro disturbi motori e problemi di artrite, di cui spesso soffrono gli animali domestici. Tuttavia, sempre più proprietari di animali da compagnia usano oli di Cannabis venduti in commercio per altri usi. Secondo alcune testimonianze, la somministrazione topica risulterebbe particolarmente buona per le eruzioni cutanee degli animali.

 

 

ricerca sulla cannabis Animal

QUALI SONO INVECE GLI EFFETTI COLLATERALI?

Per quanto vi sia una crescente tendenza ad elencare i possibili benefici della Cannabis sugli animali, esistono anche alcuni effetti collaterali da non trascurare. La Cannabis sativa agisce sul sistema nervoso di tutti i mammiferi. Per ogni testimonianza positiva su un animale curato con la marijuana, esistono altrettanti casi di cavalli, maiali e cani gravemente compromessi dall'uso di questa pianta, se non addirittura deceduti dopo l'ingestione.

 

cane morto

 

Gli effetti collaterali più comuni negli animali sono la depressione, la perdita di equilibrio e coordinazione, vomito e ipotermia. Inoltre può stimolare la salivazione, provocando diarrea, reazioni allergiche, incontinenza e convulsioni. Un'intossicazione da Cannabis può manifestarsi dopo mezz'ora dall'ingestione e, nella maggior parte dei casi, può durare per almeno mezza giornata. Tuttavia gli effetti possono essere ancora più prolungati, in quanto il THC viene trattenuto dai tessuti grassi degli animali.

Se pensate che il vostro animale possa aver ingerito Cannabis, portatelo subito dal veterinario. Siate onesti. I veterinari non sono tenuti a segnalare questo tipo di avvelenamento.

Il miglior modo per trattare un'intossicazione da marijuana in un animale è con il carbone attivato. Può essere facilmente acquistato in drogherie e negozi di alimentari.

Se siete consumatori abituali di marijuana e vivete con animali, potrebbe essere una buona idea fare una scorta di carbone da tenere a portata di mano "per ogni evenienza".

ESISTONO LINEE GUIDA DA SEGUIRE?

È molto difficile trovare informazioni su quali linee guida adottare. Prima di somministrare questa sostanza ad un animale, è sempre meglio consultare un veterinario. Se da una parte la Cannabis viene ancora sottovalutata nei trattamenti per l'uomo, dall'altra molti veterinari stanno già appoggiando le terapie per animali con marijuana terapeutica. Provate a contattarne qualcuno via e-mail e procedete con estrema cautela.

Se foste disperati, iniziate a trattare i vostri animali con oli di canapa (oggi legalmente commercializzati in diverse forme, in quasi tutti i Paesi europei). Cominciate con piccole quantità da aggiungere in alimenti o in oggetti che sono soliti masticare ed osservate i loro effetti. Secondo un veterinario di New York, i cani fino a 20 chilogrammi dovrebbero assumere dosi non superiori ai 3mg per volta. I cani più grandi (fino a 50kg) possono tollerare anche dosi di 7mg.

Tra la scelta dell'eutanasia per i propri animali in difficoltà e la sperimentazione di un farmaco apparentemente miracoloso, non dovrebbe sorprendere che i proprietari di animali da compagnia siano sempre più interessati a somministrare marijuana ai propri amici a quattro zampe.

Endoca Olio di canapa

 

         
  Guest Writer  

Redattore Ospite
Di tanto in tanto, abbiamo l'occasione di collaborare con redattori ospiti qui a Zamnesia. Si tratta di persone provenienti dagli ambienti più diversi, il che rende inestimabili la loro conoscenza ed esperienza.

 
 
      Scopri i nostri scrittori  

Relativi Prodotti