Effetti Caffeina Sullo Studio

Pubblicato :
Categorie : BlogErbe e Semi

Effetti Caffeina Sullo Studio


La caffeina è una sostanza molto diffusa e viene consumata soprattutto durante lo studio o prima di sostenere un esame. Se usata in modo adeguato, può aiutare a migliorare le prestazioni. Inoltre, esistono molte altre sostanze che contengono caffeina ed offrono effetti unici a confronto del caffè con caffeina o del tè.

Tutti sanno che la caffeina è un buon aiuto mentre si studia. In effetti, viene considerata la "smart drug" principale dagli studenti di ogni parte del mondo. È anche un affidabile supporto per molti lavoratori. Aiuta infatti a mantenere la concentrazione e migliorare la produttività dei turni di lavoro.

La caffeina viene collocata nella categoria di droghe note come "stimolanti". A differenza di altre sostanze più potenti dello stesso gruppo, come le anfetamine, la caffeina non è rigidamente regolamentata. Ad ogni modo, non è nemmeno una sostanza totalmente sicura. La caffeina produce effetti sia sul cervello che sul fisico. Se usata a dosi moderate, i suoi effetti aiutano a sostenere il frenetico ritmo di vita moderno. Tuttavia, dosi elevate consumate per lunghi periodi di tempo possono provocare degli effetti collaterali.

CONSUMATORI E CAFFEINA

La maggior parte delle persone assume caffeina da caffè, pillole o tè. Gli energy drink sono un'ulteriore metodo di assunzione. Molti esperti indicano che il consumo quotidiano di caffeina non è nocivo - 3-4 tazze di caffè o tè al giorno sono una dose assolutamente adeguata. Ad ogni modo, un uso eccessivo provoca ovvie e pericolose conseguenze.

Studio Energy Drinks

Inoltre, è essenziale tenere a mente che ogni individuo reagisce alla sostanza in un modo unico. Per questo motivo è importante controllare sempre l'etichetta dei prodotti che contengono caffeina in concentrazioni particolarmente elevate, come ad esempio le bevande energetiche. Molte di queste bevande contengono dosi di caffeina multiple, che possono risultare eccessive per chi ha una bassa tolleranza alla sostanza.

Le persone di solito consumano caffeina poco prima di svolgere attività che richiedono un impegno mentale particolarmente intenso. Gli effetti si manifestano in un breve arco di tempo - dai 10 ai 45 minuti. Il livello di concentrazione sull'attività mentale migliora sempre più durante questo lasso di tempo. L'impeto produttivo fornito dalla caffeina resta attivo per periodi di tempo variabili, a seconda della quantità assunta, e di fattori come il peso corporeo dell'utente, la sua tolleranza alla sostanza, e altro.

Tenete a mente che la caffeina non produce effetti positivi su chiunque. Inoltre, per alcuni individui la sostanza è più efficace in determinate formulazioni rispetto ad altre.

COME AGISCE LA CAFFEINA E PERCHÉ

Come Agisce La Caffeina E Perché

La caffeina è un alcaloide amaro, bianco cristallino che agisce da stimolante psicoattivo per il cervello. Anche se gli studi finora non hanno dato risultati definitivi, esiste una prova empirica a supporto della capacità di miglioramento della concentrazione e della memoria durante periodi di intensa attività. Di contro, vi sono elementi della caffeina che indicano una possibile azione di corto-circuito nei processi mnemonici a breve termine.

La caffeina sembra inoltre condizionare l'apparato uditivo. Alcuni studi evidenziano che l'abilità di ripetere parole sentite di sfuggita può essere ridotta dalla caffeina.

I dati più sicuri finora indicano che il consumo di caffeina ha un impatto positivo soprattutto sulla memoria di lavoro e a lungo termine. Ad ogni modo, tali dati sono legati a fattori quali età e livelli di abilità. Gli effetti positivi e stimolanti della caffeina sembrano essere più vantaggiosi per i soggetti di età compresa tra 26 e 64 anni. La dose media tollerata positivamente è circa 300mg al giorno.

Bere Caffè Prima Di Andare A Dormire

Inoltre, anche il momento della giornata in cui si consuma la caffeina ha un grosso effetto sull'organismo. Se consumata di prima mattina, produce effetti notevolmente più positivi rispetto ad una sua assunzione serale. Bere caffè prima di andare a dormire è un modo sicuro per trascorrere una notte insonne.

QUALI SONO GLI EFFETTI COLLATERALI?

Le qualità stimolanti della caffeina producono delle variazioni nella chimica del cervello. Col passare del tempo, la sostanza può creare una certa dipendenza. I consumatori abituali ottengono degli effetti fisiologici molto meno intensi dovuti al consumo di dosi costanti nel lungo periodo.

Gli effetti collaterali legati al consumo di caffeina includono battito cardiaco accelerato, sudorazione del palmo della mano e ansia. Bere alte dosi di caffeina durante la giornata può inoltre ripercuotersi sulla capacità di addormentarsi. In effetti, sintomi come insonnia e stanchezza durante la giornata indicano che il consumo di caffeina è probabilmente eccessivo.

USARE CAFFEINA PER STUDIARE

Molte persone consumano caffeina come strumento per affrontare lo studio o il lavoro, e migliorare la concentrazione sulle mansioni da svolgere. Il modo migliore per ottenere il massimo risultato da questa sostanza stimolante è consumarne una dose normale poco prima di iniziare una sessione di studio. Il tempo minimo suggerito è dai 10 ai 15 minuti. Trascorso questo periodo, scoprirete che la concentrazione diventa sempre più agevole.

Cervello Ha Bisogno Di Distendersi E Ricaricarsi

Consumare caffeina dopo aver studiato, comunque, non è consigliabile. Dopo essersi focalizzato su libri o documenti, il cervello ha bisogno di distendersi e ricaricarsi. La caffeina non è una sostanza adatta per questo genere di recupero. Potete invece provare a bere un tè deteinato, fare attività fisica o un breve sonnellino.

USARE CAFFEINA DURANTE UN ESAME

Oltre allo studio, alcune persone consumano caffeina durante gli esami, come metodo efficace per aumentare le prestazioni. La caffeina in questi casi può aiutare a svolgere le attività con maggior concentrazione e accuratezza.

La caffeina è una sostanza che a dosi eccessive può provocare effetti controproducenti. Bere troppe tazze di caffè, ad esempio, può provocare tremori, inquietudine e un malessere generale che può compromettere il corretto svolgimento di un test.

Affidarsi alla caffeina come ancora di salvezza per sopperire ad una preparazione insufficiente non è mai un'idea saggia. Inoltre, se bevete caffeina per tenervi svegli e ripassare durante la notte, potreste ritrovarvi completamente esausti il mattino seguente.

In conclusione? La caffeina può essere un ottimo strumento durante lo studio e gli esami. Comunque, non è un rimedio universale contro una preparazione inadeguata.

PRODOTTI CHE CONTENGONO CAFFEINA

Ad alcune persone il caffè non piace, per altri invece il suo contenuto di caffeina è inadatto. Per fortuna, esistono moltissimi altri prodotti disponibili, che contengono diversi livelli di caffeina. Qualcuno afferma che la caffeina in formulazioni alternative provoca meno effetti collaterali a livello di nervosismo e ansia. Man mano che la ricerca sull'argomento avanza, aumenta il consumo di integratori naturali di caffeina da parte dei più attenti alla salute. Di seguito diamo un'occhiata approfondita alle migliori opzioni attualmente disponibili sul mercato.

BRAIN-E

Brain-E

Le capsule Brain-E offrono una stimolazione dell'attività cerebrale per diverse ore. Realizzate con una miscela di colina, estratto di corteccia di salice bianco e caffeina, queste compresse sono pura dinamite in formato tascabile. Una dose normale è di 1-2 capsule. Assumere 45 minuti prima dell'attività che richiede impegno mentale.

NOCE DI COLA

Noce Di Cola

Le noci di cola sono state utilizzate per lungo tempo dalle culture tradizionali Africane per scopi rituali e come afrodisiaco. Gli europei hanno iniziato a coltivare piantagioni di cola nella metà del 1600. Essendo una fonte naturale di caffeina, queste noci vengono consumate per aumentare l'attenzione, curare la febbre e alleviare la nausea mattutina. Prive di effetti collaterali negativi, le noci di cola sono una fonte di energia sicura per il consumatore attento alla propria salute. E, già, le noci erano persino un ingrediente nella ricetta originale per la Coca Cola.

YERBA MATE

Yerba Mate

La yerba mate è una bevanda del Sud America che viene consumata per attivare mente e corpo. Di solito si assume sotto forma di infuso. Questo liquido simile al tè è ricco di vitamine. Si ottiene da un albero molto diffuso in Sud America, e le tribù Guarani bevono abitualmente questa sostanza per risollevare l'umore, diminuire l'appetito e stimolare il sistema nervoso centrale.

GUARANÀ

Guaranà

Il guaranà è un prodotto naturale ottenuto dai semi di una pianta rampicante amazzonica. Le tribù indiane tradizionali consumavano abitualmente guaranà per migliorare le prestazioni durante la caccia. La sostanza era ritenuta un dono degli dei. Il guaranà è anche molto potente, contiene infatti tre volte più caffeina del normale caffè. I moderni consumatori si affidano ad esso proprio per la sua intensità, e perché non provoca tremori e nervosismo. Qualcuno lo usa anche come strumento per perdere peso, grazie alle sue proprietà naturali di inibitore dell'appetito.

Marguerite Arnold

Scritto da: Marguerite Arnold
Con anni di esperienza di scrittura alle spalle, Marguerite dedica il suo tempo ad esplorare il settore della cannabis e gli sviluppi del movimento di legalizzazione.

Scopri i nostri scrittori

Relativi Prodotti