Differenze tra fertilizzanti sintetici e naturali

Published :
Categories : BlogCannabisColtivare Cannabis

Differenze tra fertilizzanti sintetici e naturali

L'impiego di fertilizzanti organici o sintetici è sempre un argomento molto dibattuto quando si tratta di coltivazione di Cannabis. Quindi, diamo un'occhiata ai vantaggi e agli svantaggi di ognuno di essi.

Quando si tratta di scegliere tra un fertilizzante organico ed uno sintetico, è importante sapere che per la Cannabis non c'è molta differenza. Per questa pianta i nutrienti rimangono sempre nutrienti. Tuttavia, queste due tipologie di concimazione hanno alcune differenze molto significative.

FERTILIZZANTI ORGANICI

Prima di tutto bisogna capire che, quando si tratta di fertilizzanti, la parola "organico" o "Bio" non ha lo stesso significato che ha nel settore alimentare. I fertilizzanti organici sono prodotti contenenti sostanze nutritive legate tra di loro nella loro forma più naturale, ossia attraverso la decomposizione vegetale e animale (ottenuta tramite processi poco aggressivi). Ciò significa che si tratta di sostanze molto più naturali e più simili a ciò che una pianta di Cannabis potrebbe trovare in natura nel sottosuolo. Invece, i fertilizzanti sintetici sono sottoposti a processi più aggressivi, molte volte sottoposti a raffinazione e a base di petrolio.

VANTAGGI DEI FERTILIZZANTI ORGANICI

1. Un prodotto finale potenzialmente migliore

Il primo grande vantaggio nell'usare fertilizzanti organici quando si tratta di Cannabis sta nella qualità del prodotto finale. Tutto ciò che si apporta ad una pianta di Cannabis si trasformerà, prima o poi, in materiale residuale. Questo, pur non essendo un problema per la pianta di Cannabis in sé, lo sarà per voi. È opinione diffusa che i fertilizzanti sintetici rendono l'erba molto più aspra da fumare. Per questo motivo sulla Cannabis coltivata sintenticamente viene quasi sempre effettuato un lavaggio delle radici, prima di raccoglierla, anche se sarà impossibile rimuovere tutta la "contaminazione" presente. Questo fattore è molto meno preoccupante quando si utilizzano fertilizzanti organici, dato che questi non lasciano residui chimici e, di conseguenza, dovrebbero produrre un'erba molto più gradevole da fumare.

2. Migliora la qualità del suolo

I fertilizzanti organici non solo alimentano le vostre piante di Cannabis, ma apportano sostanze nutritive anche alla moltitudine di organismi benefici presenti nel sottosuolo, migliorando la struttura e l'interazione delle radici.

3. I rischi di sovraconcimazione sono minimi

I fertilizzanti organici tendono a rilasciare i loro nutrienti molto lentamente e, quindi, difficilmente causano sovraconcimazione alle piante di Cannabis.

4. Minore rischio di tossicità accumulata

I fertilizzanti organici sono molto più naturali. Il terreno non aumenta la sua acidità e al suo interno non sono quasi mai presenti residui salini. Queste proprietà permettono di prevenire eventuali accumuli tossici, garantendo un prodotto finale più genuino.

5. Sono prodotti "verdi"

I fertilizzanti organici sono i concimi più ecologici sul mercato e sono spesso considerati come una fonte rinnovabile.

SVANTAGGI DEI CONCIMI ORGANICI

1. Sono lenti, a volte fin troppo

Il rilascio nutrizionale dei fertilizzanti organici ricrea ciò che accade in natura e non sempre riesce ad apportare i nutrienti nell'esatto istante in cui se ne ha bisogno. Diciamo che si tratta di un processo a più fasi, che permette un rilascio costante a lungo termine, ma più lento.

2. Sono meno forti

I rapporti nutrizionali dei concimi organici non sono così precisi come quelli chimici. Nella maggior parte dei casi la percentuale complessiva di sostanze nutritive tende ad essere molto inferiore a quella contenuta nei fertilizzanti a base sintetica.

3. Possono essere piuttosto costosi

Acquistare un fertilizzante organico può risultare molto più costoso a lungo andare, in quanto sono necessarie dosi maggiori per ottenere gli stessi risultati raggiungibili con piccole quantità di fertilizzante sintetico.

4. Può essere difficile da usare

Pur essendo una fonte di nutrimento che offre un prodotto finale più genuino e gradevole, i fertilizzanti organici possono essere più difficili da usare, dato che sono privi di un vero e proprio controllo specifico.

FERTILIZZANTI SINTETICI

I fertilizzanti sintetici sono concimi puramente artificiali, sottoposti ad aggressivi processi chimici con il fine di ottenere concentrazioni molto precise e controllate. Nella maggior parte dei casi, si tratta di sottoprodotti estratti dal petrolio e dal gas naturale. Le loro caratteristiche sono così specifiche da offrire molti vantaggi. Tuttavia, non sono esenti da inconvenienti.

VANTAGGI DEI FERTILIZZANTI SINTETICI

1. Potenti e specifici

A differenza dei fertilizzanti organici, i fertilizzanti a base sintetica contengono composti molto più forti e specifici, che consentono di sapere con esattezza cosa si sta dando alle piante di Cannabis, in termini di contenuti e rapporti nutrizionali. Si tratta di un enorme vantaggio, soprattutto per i coltivatori più esperti, sempre desiderosi di tenere sotto controllo ogni fase della crescita della pianta.

2. I nutrienti sono subito disponibili

Grazie alla loro composizione chimica, i nutrienti presenti in un fertilizzante sintetico sono subito assimilabili dalla pianta, consentendo di apportare tutti gli elementi di cui necessita nell'esatto momento in cui ne ha bisogno.

3. Economico

Un fertilizzante sintetico è, generalmente, meno caro rispetto agli altri fertilizzanti organici, offrendo un buon rapporto qualità-prezzo.

4. È più facile ottenere un prodotto finale di migliore qualità

Grazie al maggior controllo che offre un fertilizzante sintetico, anche i principianti possono ottenere rese qualitativamente migliori senza troppi sforzi.

SVANTAGGI DEI FERTILIZZANTI SINTETICI

1. Tendono a produrre cime dal sapore più aspro

Come accennato nella sezione dei fertilizzanti organici, si ritiene che i fertilizzanti chimici a base sintetica possano lasciare residui all'interno delle piante di Cannabis. Quando viene fumata un'erba coltivata con questi fertilizzanti i sapori risultano molto più acri (nascondendo altre qualità potenzialmente più gradevoli).

2. Non apportano nulla al sottosuolo

Anche se riescono a soddisfare tutte le esigenze delle vostre piante, i fertilizzanti sintetici raramente sono concepiti per migliorare la qualità del suolo, andando contro i principi naturali della coltivazione.

3. È più facile che si scateni una sovraconcimazione

Dato che i nutrienti di questi prodotti sono di facile e rapida assimilazione, è più facile che si manifesti una sovraconcimazione, con conseguenti bruciature fogliari o, addirittura, morte della pianta.

4. Rilasciano tossine nel sottosuolo

I fertilizzanti sintetici possono, in molti casi, avere un'acidità molto alta e, quindi, lasciare residui di sali nel terreno. Gli effetti che producono sul pH del substrato sono tali da richiedere, quasi sempre, un'attenta manutenzione, in modo da migliorare le condizioni del suolo e renderlo più sano (ed evitare così i residui salini). Quando si manifesta un accumulo di sale, l'assorbimento da parte della pianta viene ostacolato, portando inevitabilmente ad una malnutrizione.

5. Non rientrano tra i cosiddetti "prodotti verdi"

La produzione dei fertilizzanti sintetici è considerato un processo insostenibile e nocivo per l'ambiente.

SCEGLI QUALE FERTILIZZANTE È PIÙ ADATTO ALLE TUE ESIGENZE

Quando si tratta di prendere una decisione tra queste due tipologie di concime, non esiste una risposta giusta o una sbagliata. Quale possa essere il migliore fertilizzante rimane ancora un argomento molto dibattuto. Ciò che bisogna invece prendere seriamente in considerazione è la tipologia di concime più adatta alla propria esigenza colturale. Preferite coltivare in modo naturale e rispettare l'ambiente e il sottosuolo? O volete avere il controllo assoluto sui piani di fertilizzazione a cui vengono sottoposte le vostre piante di Cannabis? Ognuno di noi dovrà decidere ciò che considera più idoneo alla propria situazione.

comments powered by Disqus