Differenza tra High e stoned


Ultima modifica :
Pubblicato :
Categorie : BlogCannabisEducazione alla droga

High vs stoned


Avete già sentito parlare di “high” e “stoned” ma nessuno vi ha mai spiegato le loro differenze? Ecco una pratica guida che vi aiuterà a distinguere questi due termini e a conoscere le varietà più propense a provocare un determinato effetto rispetto ad un altro.

Se da una parte stanno circolando sempre più varietà di Cannabis, dall’altra stanno emergendo altrettanti termini adattati al consumo di questa pianta, che può essere fumata, vaporizzata o ingerita. Siccome la Cannabis è conosciuta soprattutto per le sue proprietà psicoattive, le parole “high” e “stoned” vengono spesso usate in modo intercambiabile per descrivere gli effetti provocati dal THC, il cannabinoide psicoattivo della marijuana.

Tuttavia, che ci crediate o no, esistono importanti differenze tra le espressioni “high” e “stoned” usate per descrivere una reazione fisica o psicologica agli effetti della Cannabis. I due termini indicano due concetti opposti, due sensazioni completamente diverse.

A differenza del semplice “buzzed” (termine inglese usato per esprimere un leggero ronzio, un lieve intorpidimento provocato dalla marijuana), i veri e propri “high” e “stoned” indicano una condizione psico-fisica alterata molto più amplificata. Qui di seguito esamineremo le differenze tra questi due termini e le varietà più propense ad indurre un determinato effetto rispetto ad un altro, a seconda delle esigenze del coltivatore e del consumatore.

COSA SIGNIFICA ESSERE “HIGH”?

Per comprendere meglio le differenze tra “high” e “stoned”, esaminiamo prima di tutto le due principali varietà di Cannabis: Indica e Sativa. Entrambe nascono come varietà autoctone (anche conosciute come “landrace”), provenienti da specifiche regioni del mondo e con particolari effetti. Le Sativa sono le più propense a provocare il vero e proprio “high”, mentre le Indica, sebbene inducano anch’esse un “high”, generano effetti che con il passare dei minuti evolvono diventando più rilassanti, “stoned”.

In sostanza, un “high” è caratterizzato da un effetto fisico più stimolante ed energizzante, con picchi di euforia emotiva a livello mentale. Molti consumatori notano un maggior desiderio di muoversi e un umore più spensierato e positivo. Ciò è dovuto al rilascio di adrenalina, che consente alle persone di sentirsi più attive e di svolgere attività con maggior impulso, senza notare lo stesso affaticamento fisico normalmente percepito in condizioni di totale sobrietà.

La sensazione di “high” viene normalmente accompagnata da un forte stimolo verso la creatività e l’ispirazione. In passato, molti artisti e scrittori hanno fatto uso di Cannabis per creare alcune delle opere più belle della nostra storia. Per alcuni consumatori di Cannabis, l’high è il vero obiettivo da raggiungere, per la sua capacità di ridurre le inibizioni ed aumentare l’autostima. A livello intellettuale, i confini si allargano e l’immaginazione può viaggiare verso mondi più pittoreschi.

LE VARIETÀ PIÙ PROPENSE A PROVOCARE UN “HIGH”

Per quanto riguarda le varietà di Cannabis più propense a provocare un “high”, qui di seguito troverete una lista con varietà Sativa e ibridi a predominanza Sativa capaci di indurre questo effetto.

AMNESIA HAZE

Amnesia Haze Royal Queen Seeds

Amnesia Haze è una pluripremiata varietà a predominanza Sativa molto popolare per i suoi effetti psichedelici ed energizzanti, più prolungati rispetto a quelli di altre varietà. Normalmente, si tratta di un incrocio di genetiche americane ed olandesi. È una varietà che ha vinto numerosi Cannabis Cup grazie ai suoi incredibili effetti. Come suggerisce il nome stesso, l’Amnesia Haze ha la capacità di stimolare soprattutto a livello cerebrale. 

Dopo aver assunto un’Amnesia Haze, i consumatori tendono a concentrarsi con maggiore facilità per realizzare progetti creativi o altre attività di semplice risoluzione. L’Amnesia Haze è una delle varietà più potenti dal punto di vista del termine “high”, poiché interrompe temporaneamente il legame tra la realtà percepita e quella amplificata. Soprattutto per chi è sottoposto costantemente a forti livelli di stress, l’Amnesia Haze fa decollare verso orbite lontane, facendo riatterrare le persone in uno stato psico-fisico quasi migliorato! Con le sue concentrazioni di THC prossime al 20%, non potete certo sbagliare con questo collaudato tributo alla psichedelia.

SOUR DIESEL

Sour Diesel Medical Seeds

Se non avete mai provato la Sour Diesel dovreste subito rimediare! Si tratta di una varietà Sativa molto stimolante ed ampiamente usata nelle terapie per trattare disturbi mentali e fisici. La Sour D viene spesso assunta per provare nuove esperienze artistiche o semplicemente per ottenere una spinta extra di energia!

Gli effetti della Sour D si avvertono dopo pochi istanti dall’assunzione e provocano fin da subito sensazioni stimolanti, utili per pulire casa, iniziare un nuovo progetto o distendere i muscoli doloranti. Pur essendo una Sativa dalle proprietà energizzanti, la Sour Diesel è efficace contro depressione e ansia, generando piacevoli sensazioni di appagamento e di unione con se stessi e con gli altri. Con i tipici aromi Diesel ed un impressionante contenuto di THC, non c’è da stupirsi se la Sour D ha superato la prova del tempo a pieni voti.

MOBY DICK

Moby Dick Dinafem

Un’altra strepitosa varietà a predominanza Sativa, composta in parte da genetica Haze, è la Moby Dick, un ibrido dalla crescita vigorosa che può offrire cime di grandi dimensioni e “high” incredibili. Soprannominata dalla Dinafem “lo strain più psicoattivo”, la Moby Dick provoca effetti realmente inebrianti, capaci di rendere più frizzanti le conversazioni con amici e parenti.

La Moby Dick è anche una delle varietà più forti, per cui vi consigliamo di assumerla con cautela! Dopo un paio di boccate provoca piacevoli effetti cerebrali, ma quando se ne assumono grandi quantità può rendere facilmente ansiosi o paranoici. Fortunatamente, un alto dosaggio di THC non ha mai ucciso nessuno e i suoi effetti non durano più di un’ora. In linea con le precedenti varietà, la Moby Dick provoca un high euforico ed energizzante. È una pianta dotata di un complesso profilo terpenico caratterizzato da pungenti note aromatiche di agrumi dolci e terra. Mostra una spiccata resistenza ed offre effetti che possono elevare al settimo cielo.

COSA SIGNIFICA ESSERE “STONED”?

A differenza della sensazione di “high”, l’effetto “stoned” è caratterizzato da un’esperienza più letargica e corporea, che può talvolta rilassare anche a livello mentale. Sebbene le differenze tra questi due termini si basino principalmente sulle testimonianze dei consumatori di marijuana, piuttosto che su una rigorosa ricerca scientifica, il sentirsi “high” è l’apice degli effetti psicoattivi indotti dalla Cannabis che, affievolendosi poco a poco, danno il passo alla sensazione “stoned” più rilassante.

A volte indicato anche con il termine “fuso”, l’essere “stoned” viene spesso associato all’immagine di una persona inchiodata sul divano sotto gli effetti della marijuana. D’altronde, quando si assumono grandi quantità di THC si apprezzano inizialmente effetti euforici e stimolanti che però tendono ad evolvere, fino a diventare più rilassanti fisicamente e mentalmente.

In generale, le Indica sono più propense a provocare una potente “fusione” rispetto alle Sativa. I loro effetti, infatti, tendono a rilassare a livello corporeo, alleviando i dolori ed i malesseri. Tuttavia, quando ci si sente “stoned” si ha più difficoltà a pensare e a mantenere una certa lucidità mentale, rispetto ad un tipico “high” stimolante. Le persone che soffrono di intensi dolori, o di lesioni acute, possono alleviare il proprio stress fisico ed emotivo grazie alle varietà di Cannabis indica.

LE VARIETÀ PIÙ PROPENSE A PROVOCARE UNO “STONED”

Ora che le differenze tra “high” e “stoned” sono state chiarite, possiamo dare uno sguardo alle successive varietà, le più propense a provocare il cosiddetto “stoned”.

CRITICAL KUSH

Critical Kush Dinafem

Ed ecco a voi la Critical Kush! Questa miscela di genetiche europee ed americane è uno degli ibridi più apprezzati dalle comunità cannabiche. Si tratta di un incrocio di Critical + e OG Kush. Questa varietà di Cannabis provoca una potente “fusione” grazie alle sue alte concentrazioni sia di THC che di CBD.

È molto efficace nelle terapie per rilassare e calmare i muscoli, grazie al suo complesso contenuto di cannabinoidi. La Critical Kush è molto indicata per ridurre i dolori fisici. Inoltre, aiuta a conciliare un sonno più profondo, da una parte con il THC che contrasta l’insonnia e dall’altra con il CBD che bilancia il ciclo del sonno.

NORTHERN LIGHTS

Northern Lights Zamnesia Seeds

Una delle varietà Indica più versatili ed apprezzate da tutti i coltivatori e consumatori del mondo. La Northern Lights si comporta come il fenomeno naturale da cui prende il nome, le aurore boreali. I suoi effetti sono incredibilmente inebrianti sia per il corpo che per l’anima. Con un potente “high” che evolve in un pesante “stoned”, la Northern Lights distende le tensioni muscolari e riduce l’ansia mentale ed i pensieri emotivi più negativi.

Se la Northern Lights è ancora oggi una delle varietà più popolari ci saranno sicuramente dei buoni motivi. Accompagnata da una terapia kinesiologica, questa varietà sprigiona intensi profumi di terra e pino, con sentori più dolciastri che evolvono in un delizioso profilo aromatico dalle fragranze uniche. La Northern Lights è anche conosciuta come una delle varietà terapeutiche più efficaci, grazie ai suoi effetti profondamente rilassanti.

PURPLE KUSH

Purple Kush Kannabia

Purple Kush è una varietà altamente raccomandata per i consumatori interessati ad assaporare gli effetti più cerebrali ed inebrianti delle Sativa, senza rinunciare alle proprietà rilassanti e corporee delle varietà a predominanza Indica. Con le sue concentrazioni di THC prossime al 22%, la Purple Kush è il fulcro di ogni consumatore di Cannabis. Con le particolari sfumature cromatiche che può mostrare nelle ultime settimane di fioritura, passando dal verde chiaro al porpora, questa pianta sprigiona sapori dolci e fruttati con un pungente aroma di terra.

La Purple Kush è il Shangri-la dei fumatori di Cannabis, un luogo paradisiaco dove si possono assaporare sensazioni inebrianti e prolungate, seguite da effetti rilassanti, tra i più piacevoli che potreste mai sperimentare.

Anche se la linea che separa l’effetto “high” e quello “stoned” può sembrare estremamente sottile (soprattutto quando si tratta di varietà Indica), saper distinguere questi due termini è molto importante per i consumatori desiderosi di arricchire le proprie conoscenze.

LE DIFFERENZE DOVREBBERO ESSERE ORMAI CHIARE

Sapere come una determinata varietà agisce sul nostro organismo può aiutare a pianificare un consumo di marijuana più bilanciato, adattandolo alle proprie esigenze. Tutte le varietà di Cannabis possono essere consumate a qualsiasi ora della giornata, ma molte persone preferiscono evitare le sensazioni più rilassanti e corporee di giorno e quelle più stimolanti ed eccitanti la notte. Per saperne di più su queste varietà, visitate il sito Zamnesia e troverete gli strain più adatti alle vostre esigenze!

 

         
  Guest Writer  

Redattore Ospite
Di tanto in tanto, abbiamo l'occasione di collaborare con redattori ospiti qui a Zamnesia. Si tratta di persone provenienti dagli ambienti più diversi, il che rende inestimabili la loro conoscenza ed esperienza.

 
 
      Scopri i nostri scrittori  

 

https://www.zamnesia.com/it/content/261-cannabis-sativa-e-indica-qual-e-la-differenza

Relativi Prodotti