Dabbing Vs Vaping: Salute, Efficienza, Prezzo e Portabilità

Pubblicato :
Categorie : BlogConsumo Di Cannabis
Ultima modifica :

Dabbing Vs Vaping


In questi ultimi anni, la vaporizzazione e il dabbing sono diventati due metodi molto efficaci e potenti per assumere cannabis. Entrambi offrono diversi vantaggi, il che li rende tra i metodi più popolari e contemporanei per assumere marijuana.

In questi ultimi decenni, il metodo più tradizionale per fumare marijuana è stato la canna. Riempire una cartina con un po' d'erba, rollarla e sedersi ad assaporare le sue qualità è una pratica che offre straordinarie sensazioni e, per molti, è diventata quasi un rituale. Tuttavia, oggi esistono alternative più moderne che superano la canna sotto diversi aspetti, tra cui la discrezione, la salute e la praticità.

Due di queste alternative sono i vaporizzatori e i bong per il dabbing. I vaporizzatori sono appositamente progettati per ottenere gli effetti della cannabis senza inalare i sottoprodotti normalmente generati dal fumo.

Questi dispositivi offrono anche una maggiore discrezione, non emanano odori troppo pungenti e possono essere facilmente scambiati per un normale vaporizzatore a penna o addirittura una sigaretta. Dall'altra parte troviamo i bong per il dabbing, un'affascinante e potente alternativa per assumere i concentrati di cannabis, ottenendo un "high" travolgente ed estremamente forte.

Una di queste tecnologie può prevalere sull'altra a seconda di chi ne fa uso e delle sue preferenze. Esaminiamo i vantaggi di ogni metodo e scopriamo quale si presta meglio alle vostre esigenze.

VAPORIZZAZIONE VS DABBING

Il dabbing e la vaporizzazione sono due tecniche diverse per assumere cannabis ed ognuna offre i propri vantaggi. Se preferite assumere marijuana all'aria aperta o vi capita spesso di girare tutto il giorno facendo di tanto in tanto qualche boccata d'erba, la vaporizzazione è probabilmente il metodo che più si presta alle vostre esigenze.

Se invece preferite assaporare gli effetti della cannabis in casa, con i migliori estratti e concentrati su cui siete riusciti a mettere le mani, allora il dabbing è il metodo più adatto alle vostre necessità. Tuttavia, oggi circolano sul mercato alcuni vaporizzatori compatibili anche con gli estratti di cannabis, fungendo come ibridi delle due tecnologie. Nonostante ciò, potrebbe essere un'alternativa poco apprezzata da coloro che amano il rituale più rozzo ed affascinante dei bong per il dabbing.

CONSIDERARE GLI ASPETTI BENEFICI PER LA NOSTRA SALUTE

Considerare Gli Aspetti Benefici Per La Nostra Salute

La vaporizzazione offre una tecnologia più avanzata rispetto ai dispositivi per il dabbing. I vaporizzatori sono dispositivi elettronici che riscaldano i fiori o i concentrati di cannabis ad una determinata temperatura, sufficiente per far evaporare il THC, ma non così elevata da generare la combustione. Ciò significa che le sostanze vaporizzate non rilasceranno i sottoprodotti nocivi che entrano normalmente nei polmoni dei fumatori.

Pertanto, la vaporizzazione può offrire ai consumatori effetti simili a quelli del fumo, ma senza le particelle dannose da esso generate. Questo aspetto viene considerato soprattutto dalle persone più attente alla propria salute e che cercano in ogni momento di evitare l'esposizione a sostanze potenzialmente nocive. Sebbene la cannabis assunta da sola sia in gran parte sicura, la sua combustione può rilasciare una moltitudine di tossine diverse.

Ai primi sintomi di disturbi polmonari, molti fumatori di cannabis prendono in considerazione la possibilità di passare ai vaporizzatori per evitare ulteriori problemi respiratori. Non si tratta di una semplice manovra commerciale o di affermazioni gratuite. Secondo uno studio del 2010, pubblicato sull'International Journal on Drug Policy, la vaporizzazione agisce positivamente sui sintomi respiratori dei fumatori di cannabis.

Dai risultati è emerso che 12 fumatori abituali di cannabis mostravano significativi miglioramenti in alcuni sintomi respiratori. Gli autori della ricerca affermano che i vaporizzatori sono una straordinaria alternativa per la somministrazione di cannabis terapeutica, in quanto riducono i danni.

Anche il dabbing è ritenuto una tecnica d'assunzione più sana del fumo. Ciò è in parte dovuto alla natura stessa dei concentrati, dall'elevata purezza e con minime quantità di agenti contaminanti (quando vengono estratti correttamente). Tuttavia, il "chiodo" (ovvero il braciere) dei bong per il dabbing viene riscaldato a temperature estremamente elevate e, pertanto, comporta una combustione.

RISCALDAMENTO A CONVEZIONE VS CONDUZIONE

Riscaldamento A Convezione Vs Conduzione

I migliori vaporizzatori del mercato usano il riscaldamento a convezione per innescare il rilascio di THC. Ciò significa che la materia vegetale non viene direttamente surriscaldata su una piastra calda, come avviene invece nel dabbing. Ciò che viene riscaldato è l'aria circostante che, passando attraverso la marijuana, consente il rilascio dei cannabinoidi.

Questo metodo di riscaldamento permette di adottare una forma apparentemente più salutare di inalazione, che evita di bruciare e carbonizzare la materia vegetale.

Inoltre, questo tipo di riscaldamento riduce al minimo l'esposizione al benzene. Quest'agente cancerogeno è rilasciato quando la cannabis viene riscaldata ad una temperatura superiore ai 185 gradi Celsius. Alcuni vaporizzatori sono dotati di impostazioni che possono superare questa temperatura. Tuttavia, è sempre consigliabile mantenerle più basse, in modo da limitare il rilascio di questa sostanza potenzialmente dannosa.

I bong per il dabbing, invece, sfruttano il processo di riscaldamento a conduzione per riscaldare i cannabinoidi contenuti negli estratti. In questo caso, il concentrato viene avvicinato direttamente al braciere, o chiodo, precedentemente riscaldato con un accendino a fiamma ossidrica.

QUALI SONO GLI EFFETTI SECONDARI

Secondo altre ricerche, la vaporizzazione è il miglior metodo per assumere cannabis e causa effetti collaterali minimi. Alcuni consumatori sostengono che la vaporizzazione tende a provocare effetti più lucidi a livello mentale, grazie alla mancanza di fumo e delle sue particelle.

La vaporizzazione, inoltre, consente di dosare meglio e di assumere con maggiore efficacia la cannabis. Ciò è dovuto alle funzioni che offrono alcuni vaporizzatori, grazie alle quali si possono inalare boccate di vapore molto corte e leggere, permettendo al consumatore di monitorare con maggiore attenzione gli effetti e di controllare la loro evoluzione.

Le canne e i bong, invece, richiedono boccate più profonde per inalare il fumo, che possono spesso irritare i polmoni e provocare attacchi di tosse. Si tratta quindi di un metodo di somministrazione che offre meno margine di controllo.

Sebbene non venga riconosciuto come un metodo efficace e privo di effetti collaterali come la vaporizzazione, il dabbing consente di somministrare enormi quantità di cannabinoidi in pochi istanti attraverso una tecnica molto più sana del fumo.

Per questo motivo può essere considerato una buona alternativa per coloro che devono assumere grandi quantità di cannabinoidi ogni giorno per scopi terapeutici o per chi vuole semplicemente raggiungere gli effetti più travolgenti in un contesto puramente ricreativo.

I PREZZI POSSONO ESSERE UN PROBLEMA

I Vaporizzatori E Bong Per Concentrati

Il prezzo è un fattore molto importante e tutti dovrebbero prenderlo in considerazione prima di scegliere un dispositivo con cui assumere cannabis. I veterani sono i più propensi ad investire maggiori somme di denaro per comprare un dispositivo di ottima qualità, da aggiungere alla loro collezione personale. I fumatori occasionali, invece, tendono a valutare con maggiore interesse l'efficienza a prezzi modici. Come in qualsiasi altro mercato, i prezzi riflettono la qualità.

A prescindere dal vostro metodo, bong per dabbing e vaporizzatori possono avere prezzi molto simili quando ci si accontenta dei modelli standard. Entrambi i dispositivi vanno dai modelli più pratici ed economici ai vaporizzatori Volcano e ai bong per concentrati più sofisticati e grandi. Ecco alcuni esempi che potreste prendere in considerazione per iniziare.

Dr. Dabber Aurora

Lo straordinario Dr. Dabber Aurora combina il meglio dei due mondi, dabbing e vaporizzazione, offrendo un efficiente ed efficace dispositivo ibrido. Questo vaporizzatore a penna è in grado di vaporizzare concentrati, mantenendo inalterati i sapori più pungenti di un dab. Se siete appassionati di dabbing, ma ci tenete anche alla portabilità e alla discrezione di un vaporizzatore a penna, questo prodotto fa al caso vostro.

Bong in Vetro per Concentrati Splash Guard della Blaze

Questo bong per il dabbing è lungo 35cm con un vetro di 44mm di spessore. È piuttosto portatile, robusto e molto gradevole dal punto di vista estetico. Il dispositivo è anche dotato di una sfera per il vapore da posizionare sopra al chiodo, ideale per ottimizzare l'inalazione degli oli.

Bong in Vetro per Concentrati Turbine Ice della Blaze

Questo prodotto è alto 30cm, con vetro spesso 5mm, realizzato in Pyrex. Il chiodo si trova all'interno di una camera dove il vapore viene accumulato e convogliato verso una seconda camera con acqua e, quindi, spinto verso un diffusore a due fasi. Questo sofisticato dispositivo è perfetto per consumare i dab in casa, in modo semplice e veloce.

Flowermate Aura

Il Flowermate Aura è un robusto e discreto vaporizzatore dalle belle rifiniture nere e rosse. Questo dispositivo è compatibile con erbe, concentrati e resine. È facile da usare, portatile e discreto.

QUANDO SI È MOVIMENTO

Quando si passeggia all'aria aperta o ci si sta recando al lavoro, i vaporizzatori a penna sono sicuramente la migliore alternativa per mantenere una certa riservatezza. Per chi non può fare a meno dei concentrati, il mercato offre vaporizzatori a penna perfettamente capaci di gestire anche oli e resine. Questi dispositivi possono essere usati per assumere grandi quantità di cannabinoidi in pubblico, senza attirare attenzioni indesiderate.

CONCLUSIONE

Vaporazione Della Cannabis

Come potete vedere, sia la vaporizzazione che il dabbing offrono i propri vantaggi e possono essere usati nel miglior modo a seconda delle situazioni e delle esigenze. I vaporizzatori sono una sana opzione per evitare che il corpo entri in contatto con le tossine normalmente rilasciate durante la combustione, la cui efficacia è stata più volte avallata da diversi studi.

Inoltre, i vaporizzatori sono anche più portatili e pratici da usare in quasi tutte le situazioni. In questo modo i fumatori possono assaporare gli effetti dei cannabinoidi in qualsiasi momento e luogo. Qual è un ulteriore aspetto degno di nota? Normalmente, sono più economici!

Il dabbing è più adatto per le postazioni fisse, a causa delle dimensioni e della fragilità dei bong per i concentrati. Eppure, il dabbing è un metodo molto efficace e potente per assumere alte concentrazioni di cannabinoidi in pochi istanti e, sebbene avvenga una combustione, rimane più sano del fumo.

Luke Sumpter

Scritto da: Luke Sumpter
Luke Sumpter è un giornalista basato nel Regno Unito, specializzato in salute, medicina alternativa, erbe e terapie psichedeliche. Ha scritto per media come Reset.me, Medical Daily e The Mind Unleashed, coprendo queste ed altre aree.

Scopri i nostri scrittori

Relativi Prodotti