Cose Che Fanno Bruciare L'Erba Rapidamente O Lentamente

Pubblicato :
Categorie : BlogCannabis

Bruciare un spinello


Cos'è che fa bruciare la cannabis in fretta? Cos'è che la fa bruciare piano? Eccovi differenti spiegazioni e soluzioni per una fumata suprema

Non c'è alcun dubbio che un fumo gradevole e uniforme sia altamente desiderabile. Ogni fumatore d'erba ha diverse preferenze riguardo alla velocità di combustione della cannabis. Vediamo alcune ragioni e opzioni alternative che condizionano la rapidità con cui la ganja brucia, in cannoni, bracieri, e vaporizzatori.

CIME UMIDE

Prima di tutto, sgombriamo il campo dalle ragioni più ovvie. Se la ganja è troppo secca, brucerà in fretta, mentre se è umidiccia, brucerà lentamente o non brucerà affatto.

Le tecniche utilizzate per stagionare la marijuana determineranno il tasso di umidità contenuto nelle cime. La marijuana dev'essere seccata e stagionata prima di consumarla; uno non è che semplicemente fa il raccolto di una pianta fresca e se la fuma (come appare in molti film). L'acqua delle cime deve evaporare, per un tasso d'umidità finale che stia intorno al 10%. Anche se le cime sono perfettamente stagionate, la conservazione, il trasporto, ed i livelli locali di umidità avranno degli effetti sul livello di umidità delle cime.

Bisogna anche considerare con cosa si mischia la ganja. Se le cime sono perfettamente asciutte ma il tabacco è umidissimo, l'impasto brucerà molto più lentamente, sia in una canna che in un braciere.

MOLTO PRESSATA / POCO PRESSATA

Arrotola uno spinello

La circolazione dell'aria gioca un ruolo decisivo: quando un cannone o un braciere sono molto pressati, bruceranno più lentamente, a causa della densità del contenuto e la mancanza di circolazione dell'aria che fornisce l'ossigeno. Se lo si pressa troppo, sarà molto duro aspirare il fumo, e il risultato non sarà la miglior fumata possibile. D'altro canto, quando una canna è troppo poco pressata darà un fumo irregolare, può smettere di bruciare da un momento all'altro, o il contenuto può cascar fuori e bruciare la vostra maglietta “Legalizzatela” preferita. In un braciere, se è poco pressata, riuscirete comunque a cavarvela e godervi una buona fumata.

COL GRINDER / A MANO

Una trite erba, un canne e un accendino

È importante osservare quanto finemente ed uniformemente si tritura la ganja. Usare un grinder come si deve vi darà un bell'impasto uniforme, che vi garantirà una velocità di combustione costante. Se sminuzzate le cime con le dita, i frammenti possono essere irregolari, e ne risulterà che bruceranno a velocità diverse. Se rimarranno grossi pezzi di cime, avranno difficoltà a bruciare, e la distribuzione sarà pessima. Se triturate la maria con il grinder, o fumate kif, assicuratevi di usare un buon filtro per non soffocarvi con la polvere di ganja.

INTENSITÀ DELL'INALAZIONE

Un altro ovvio fattore di rapidità della combustione è l'intensità con cui si inala. Se aspirate forte, brucerà più velocemente, se aspirate piano, brucerà più lentamente. Se state fumando un bong ed inalate troppo piano, potreste non riuscire nemmeno a fare un tiro per la mancanza dell'aspirazione necessaria.

ACCENDETELA!

Accendino Clipper Green Emblem

Una canna, la si accende ed è fatta, brucerà da sola. I bracieri, d'altro canto, possono fare l'oggetto di diversi metodi di accensione per una rapidità di combustione ideale. Se usate un accendino normale, l'impasto nel braciere brucerà più lentamente che usando un accendino jet (gli accendini jet non sono consigliati, poiché le alte temperature possono bruciare i cannabinoidi). Potete sperimentare con diversi materiali, quali lo stoppino di canapa, bacchette riscaldanti, torce, tutto ciò che accende il vostro interesse... e la ganja. Quando fumate il bong, fate bruciare bene tutto intorno al braciere in maniera regolare, per una combustione più duratura.

ALTERNATIVE AL TABACCO

Di solito, anche se non è consigliabile, a molti amanti della ganja piace mischiare l'erba con tabacco. Ci sono diverse alternative per sostituire il tabacco che potrebbero condizionare la velocità di combustione dell'impasto, quindi se siete interessati potete provarle.

VAPORIZZAZIONE

Grasshopper vape pen

La questione della velocità di consunzione per i vaporizzatori è un po' diversa; dipende tutto da diversi fattori. Primo fra tutti, la programmazione della temperatura: se il calore è insufficiente, la ganja non libererà tutto il suo prezioso contenuto; se è troppo elevato, vanifica il concetto di un metodo di assunzione salutare. Naturalmente, anche la marca e la qualità del vaporizzatore contribuiscono a determinare la qualità del vapore, così come i fattori di cui si è già parlato – umidità delle cime, intensità dell'aspirazione, se l'erba è poco o molto pressata, e la finezza con cui la si tritura.

MIELE

C'è una tendenza che sta creando il “buzz” nei blog su internet, per la quale i fumatori riducono la velocità di combustione di una canna ricoprendo la cartina con un po' di miele. Alcuni dicono che il sapore è delizioso, altri che è troppo un assillo e ti ritrovi con le dita tutte appiccicose, altri ancora che Winnie l'Orsetto è uscito di testa dall'euforia; in ogni caso, vi presentiamo due modi di farlo. Una volta che la canna è girata, glassate delicatamente l'esterno della cartina con un finissimo strato di miele, è importante che sia estremamente sottile, quasi impercettibile. Alcuni appassionati si spingono al livello successivo e rotolano la canna ricoperta di miele nella ganja, così che questa aderisce alla cartina! Cosa peraltro non consigliabile, perché un sacco di erba che cade e fa un casino non è desiderabile.
Il secondo metodo, che funziona meglio con canne di erba pura, consiste nel glassare la parte interna della cartina, prima di metterci l'impasto. Fare ciò con delle normali cartine renderebbe il rollaggio molto complicato, il che ci porta al nostro prossimo punto.

LE CARTINE

Cartine Smoking DeLuxe King Size

Molte manifatture producono cartine che si differenziano per le loro caratteristiche, quali lunghezza, larghezza, spessore, materiale della colla e della carta, e additivi. Contrariamente a quanto molti credono, le cartine più fini bruciano più lentamente di quelle più spesse. I fumatori asseriscono che le cartine naturali come le Raw Hemp bruciano più lentamente per l'assenza di additivi sintetici. Le cartine con colla organica sono preferibili a quelle con colla sintetica, per ragioni di salute ma anche perché le sostanze chimiche sintetiche possono far bruciare le canne più rapidamente. Date uno sguardo alle 5 principali raccomandazioni di Zamnesia sulle cartine.

CONCLUSIONE

Se l'impasto brucia troppo lentamente, prima di tentare tecniche stravaganti provate questo: girate la canna pressandola meno, assicuratevi che l'impasto sia secco ed uniforme, ed usate cartine che bruciano più rapidamente.

Se l'impasto brucia troppo rapidamente, provate questo: pressatela di più, con un impasto uniforme, usando tabacco un po' umido o le sue alternative. E naturalmente potete unirvi a Winnie l'Orsetto con i suoi cannoni ricoperti di miele, per un'avventura estrema.

 

         
  Guest Writer  

Redattore Ospite
Di tanto in tanto, abbiamo l'occasione di collaborare con redattori ospiti qui a Zamnesia. Si tratta di persone provenienti dagli ambienti più diversi, il che rende inestimabili la loro conoscenza ed esperienza.

 
 
      Scopri i nostri scrittori  

Relativi Prodotti