Cosa Fare Con Le Piante Di Cannabis Maschi?

Pubblicato :
Categorie : BlogCannabisColtivare Cannabis

Piante Di Cannabis Maschi Hashish


Le piante maschio di marijuana sono spesso disprezzate, ma possiedono delle qualità speciali. Prima di cestinare i maschi appena manifestano il sesso, prova a considerare la loro utilità e sfrutta tutte loro caratteristiche.

COSA FARE CON LE PIANTE DI CANNABIS MASCHI?

La pianta di cannabis maschile ha una cattiva fama e spesso non viene capita. La maggior parte dei coltivatori identifica e uccide le piante maschio a vista, cosa normale e ragionevole in una coltivazione di sinsemilla. Tuttavia, prima di sradicare quei maschi appena mostrano le palle, potresti prendere in considerazione alcune cose che potrebbero piacevolmente sorprenderti.

NOTIZIA CORRELATA
Individuare In Anticipo Le Piante Di Cannabis Di Sesso Maschile O Ermafrodite

Se amate coltivare da soli la vostra Cannabis, allora il vostro principale obiettivo è sicuramente quello di ottenere cime di primissima qualità.

Anche di solito non sono resinosi come le femmine di sinsemilla, i maschi completamente sviluppati contengono uno spettro seducente di cannabinoidi. E potrai ottenere un sacco, lo ripetiamo, un sacco di polline da una pianta maschio se la lasci crescere fino alla sua fine. Le piante maschili crescono anche più velocemente e più alte rispetto alle femmine, e maturano più velocemente.

Spesso ci sono aspetti positivi in quelle che potrebbero essere considerate come delle brutte situazioni. Se siete così sfortunati da scoprire che ogni seme nel vostro acquisto di semi regolari ha generato un maschio, non andate fuori di testa e non buttate via tutto. Tratta le piante come se fosse una coltivazione di sinsemilla e rimarrai stupito dalla quantità di polline che possono produrre. Ed ebbene sì, il polline ti può stonare parecchio!

SESSUALITA’ DELLA CANNABIS

Sessualita’ Della Cannabis

La cannabis è una specie dioica e pertanto a differenza dell’80% delle specie vegetali presenti sulla terra, la marijuana genera piante maschio e femmina differenti. Se sottoposte a stress ambientali o se costrette a crescere in terreni poveri, è possibile che le piante divengano ermafrodite. L’ermafroditismo riesce ad assicurare la sopravvivenza della specie in condizioni difficili. Tuttavia, una continua auto-impollinazione può portare a un deterioramento della salute per le successive generazioni di piante.

Le caratteristiche trasmesse dalle piante madri e padri fanno continuamente adattare le piante figlie, che riescono a prendere le migliori caratteristiche di entrambi i genitori. Ogni generazione diventa più abile nella sopravvivenza, e questo può portare allo sviluppo di varietà locali per ogni specifica regione, dette in inglese landraces. Anche se non è ben documentato, sembra che i ceppi provenienti da genetiche pure da indoor preferiscano crescere in serra. Al contrario di ciò che si può pensare, alcune varietà ibride si rifiutano di crescere bene all’aperto, anche se si trovano in climi e condizioni favorevoli.

Le piante maschio producono grandi quantità di polline che viene sparso dal vento. I sacchi pollinici sono costituiti da cinque piccioli bianco-giallastri che proteggono le antere al loro interno. Queste ultime sono incaricate di portare il polline sulla loro superficie. Quando è maturo, il baccello si apre e le antere gonfie rilasciano il loro polline. Le piante femminili possiedono invece pistilli ricettivi e coperti di resina appiccicosa, che permette loro di catturare molto polline. Una volta impollinati, i pistilli si seccano e il seme comincia a formarsi. Dopo solo sei settimane i semi saranno pronti, spezzeranno il calice e lo apriranno.

HASHISH & CONCENTRATI

Hashish & Concentrati

Di solito una pianta di cannabis produce oltre il 50% di maschi in qualsiasi coltura, ma alcune specie molto produttive sono in grado di produrre fino al 75-90% di maschi. La natura deve avere una sua ragione per generare un così alto numero di maschi, considerando che rilasciano abbastanza polline per ciascuna pianta da riuscire a impollinare un intero campo di femmine. Diamo un'occhiata a questo polline.

Come nel caso delle piante femminili, gli organi riproduttivi dei maschi di cannabis contengono più cannabinoidi rispetto a tutto il resto della pianta. Molte ghiandole allungate coprono i tepali, mentre altre ricoprono il filamento dello stame. Queste grandi ghiandole sessili si trovano in scanalature che corrono lungo ogni lato delle antere e sono piene di grani di polline. Quando il fiore si rompe, la resina cade insieme al polline. Come per i fiori femminili, il ceppo genetico svolge un ruolo fondamentale nella potenza dei fiori maschili. Il polline essiccato e pressato, oppure trattato come qualsiasi altra estrazione di resina, sarà in grado di stonare chiunque in modo soddisfacente. I maschi non sono privi di cannabinoidi.

NOTIZIA CORRELATA
I 5 Migliori Modi per Fare Hashish

Quando si ha la possibilità, la produzione di hashish risulta essere piuttosto semplice. Ecco qui 5 modi per trasformare le vostre piante...

È interessante notare che durante la fase di crescita vegetativa, i maschi presentano concentrazioni più elevate di THC nelle foglie rispetto alle piante femmine, ed è solo durante la fase adulta che le femmine sviluppano un contenuto più elevato di THC. La capacità generare sinsemilla è però dominio assoluto delle femmine, che sono in grado di produrre una maggiore quantità di resina. I maschi hanno una vita limitata e purtroppo non si conoscono tecniche in grado di aumentare la produzione di resina, o di ritardare l’impollinazione. I maschi sono quello che sono.

BREEDING & EVOLUZIONE

Breeding & Evoluzione

Tradizionalmente i maschi sono necessari per il breeding, per continuare a produrre una varietà o per selezionare alcune caratteristiche desiderate dalla pianta. Il breeding viene usato per sviluppare nuovi ceppi o per mantenere l'integrità dei migliori ceppi esistenti. Queste tecniche possono anche essere utilizzate per acclimatare i ceppi genetici in regioni climatiche specifiche quando si coltiva all'aperto. Ibridazione in linea, ibridazione inversa e altri trucchi omozigoti sono utilizzati per accelerare o forzare l'evoluzione genetica, a volte creando tratti nuovi e interessanti, a volte generando strani mutanti che non si comportano per niente come la cannabis.

Non devi avere attacchi di panico se trovi dei maschi nel tuo giardino. Se stai pensando di riprodurre le tue piante ti consigliamo di lasciare che alcuni maschi selezionati crescano un po' per capire le loro caratteristiche. I fiori impiegano almeno un paio di giorni per svilupparsi fino al punto da aprirsi. Se allunghi il tempo di crescita pizzicando via i primi fiori maturi avrai ottenuto una buona finestra di tempo in cui non esiste ancora alcun rischio d’impollinazione.

Se hai spazio sufficiente nella stanza della vegetativa, alcuni maschi possono essere tenuti da parte, mentre i loro cloni stanno producendo polline. Le femmine clonate separatamente sono generalmente impollinate utilizzando una selezione di diversi maschi, lasciando sviluppare i semi e valutando la qualità dei fiori. Padri e madri vengono poi selezionati per la produzione di semi. Anche in un piccolo spazio è possibile avviare un buon programma di breeding perché la cannabis può funzionare bene anche a dimensioni molto piccole. Non è neppure necessario sostenere le piante adulte perché gli esemplari alti non più di qualche centimetro forniranno abbastanza organi maschili e femminili per potersi riprodurre.

Alcune femmine atipiche si trasformano in maschi durante il periodo di fioritura e sono quindi utilizzate per line breeding e cross breeding spruzzando tutti i giorni acido giberellico o argento colloidale sui fiori femminili. Questo è il metodo utilizzato per produrre semi femminizzati. I semi femminizzati sono costosi ma sono diventati molto popolari perché garantiscono sempre di ottenere piante femmina.

CUCINARE ED ESTRARRE SUCCHI

Cucinare Ed Estrarre Succhi

Le piante di cannabis in fase vegetativa, maschio o femmina che siano, condividono le stesse caratteristiche e i relativi benefici per la nostra salute. Tutti i profili degli acidi sono gli stessi, ed entrambi i sessi sono ricchi di fenoli e antiossidanti. Il succo grezzo di cannabis è una bevanda tonica apprezzata da molte persone perché l’organismo umano risponde bene a cibi crudi verdi e profondi. Tutte le parti della pianta di cannabis possono essere spremute, ad eccezione dei rami legnosi e dei gambi spessi, che sono principalmente costituiti da fibra.

NOTIZIA CORRELATA
Top 10: Ricette alla Cannabis

Oggi, molte persone usano marijuana per i più svariati scopi. Per amore dell'erba ma anche per sfruttare gli eccezionali benefici che...

Se usi il polline devi carbossilarlo come faresti con i fiori. Come con i fiori femminili, il polline attivato è più forte e risulta così già pronto per cucinare. Ogni ricetta a base di cannabis può utilizzare il polline al posto dei fiori essiccati. Visto che oli e burro sono così dominanti nella cucina cannabica, risulta più semplice andare subito al punto. In questo modo sarete pronti per la cottura in qualsiasi momento.

Il polline secco è perfetto per cucinare e può essere misurato come la farina, trasferendo così tutti i benefici dei suoi cannabinoidi direttamente nei tuoi prodotti alimentari. Tratta il polline come se fosse kief a bassa potenza, ma attenzione: è così fine che uno starnuto certamente solleverà una nuvola di polvere da cartone animato in tutta la tua cucina. Se hai già fatto altre estrazioni da utilizzare nel forno, considera che ora è sufficiente utilizzare più olio di polline per compensare la minore potenza.

FIBRE FINI DI ALTO VALORE

Quando la cannabis viene coltivata come canapa industriale, le piante maschili diventano i veri protagonisti dello spettacolo. Sono infatti le piante maschili in colture miste che vengono scelte per produrre tessuti fini come lenzuola, tovaglie e fazzoletti. Le femmine sono invece utilizzate per le applicazioni più grossolane come le corde e le tele. I maschi sono volutamente separati, coltivati, raccolti e decorticati in modo indipendente delle femmine.

Senza l'impollinazione, si verifica una sostanziale riduzione del valore commerciale del raccolto, poiché gran parte di quel valore risiede nei semi. I semi di cannabis hanno una moltitudine di utilizzi e sono molto apprezzati sia nell'industria, sia e come alimento. Circa l’80% del peso totale di una coltura di canapa industriale è composto da semi. Senza i maschi, non ci sarebbe l'impollinazione.

LA CANNABIS COME PIANTA ASSOCIATIVA

La Cannabis Come Pianta Associativa

Come compagna dell'uomo, la cannabis porta innumerevoli vantaggi. Fibra, carburante, medicine, l'elenco sarebbe più lungo di questo articolo. Coltivata attorno alla casa, la cannabis respinge parassiti come mosche e zanzare. Anche le tisane a base di foglie e fiori sono dei perfetti repellenti personali contro gli insetti. Gli impacchi realizzati con le foglie tenere possiedono proprietà anti-infiammatorie e riducono significativamente i lividi.

Come compagna di altre piante, la cannabis è spesso coltivata intorno a colture diverse grazie alla sua capacità di respingere i parassiti. Questa pianta veniva anche chiamata erbaccia da fosso perché cresce rigogliosa vicino a corsi d'acqua, canali di irrigazione o canali sotterranei. Poiché si sviluppa molto rapidamente, la cannabis soffoca molte piante infestanti indesiderate come la gramigna, ed è in grado di respingere diverse specie di mortali nematodi.

La cannabis impedisce a un certo numero di parassiti provenienti dall’aria o dal terreno di attaccare le colture commerciali come il cotone (vermi del cotone), le patate (il fungo della patata e i nematodi) e i cavoli (bruchi del cavolo). I maschi, come le femmine, producono una notevole quantità di terpeni. Limonene e pinene in particolare sono noti per il loro effetto repellente sui parassiti.

Il sistema radicale della pianta di cannabis è ampio e profondo, perfetto per rompere e arieggiare i suoli poveri. Usata come coltura da rotazione, oppure su campi incolti, la cannabis aumenta la friabilità del terreno e la capacità di penetrazione dell’acqua nei suoli. Infine, quando la pianta invecchia, il suo fitto fogliame fornisce uno spesso strato di pacciamatura ricco di vitamine.

 

         
  Guest Writer  

Redattore Ospite
Di tanto in tanto, abbiamo l'occasione di collaborare con redattori ospiti qui a Zamnesia. Si tratta di persone provenienti dagli ambienti più diversi, il che rende inestimabili la loro conoscenza ed esperienza.

 
 
      Scopri i nostri scrittori  

Relativi Prodotti