Consumo di Cannabis nei Paesi Europei - Chi fuma di Più?

Pubblicato :
Categorie : Blog

Consumo di Cannabis nei Paesi Europei - Chi fuma di Più?

Se dobbiamo credere alla Guerra alla Droga, le dure leggi dovrebbero indurre le persone a smettere di fumare cannabis. Tuttavia, le nuove statistiche mostrano che sta accadendo il contrario. Allora, chi in Europa fuma più erba?

È ufficiale. Secondo il Rapporto Europeo sulle Droghe 2016, pubblicato dall'Osservatorio Europeo delle Droghe e delle Tossicodipendenze(OEDT), molte persone in Europa consumano cannabis a prescindere dalla sua legalità, e alcuni dei Paesi più restrittivi hanno il più alto numero di persone che ammettono di fumare. Ecco i risultati della guerra alla droga.

CHI FUMA DI PIU'?

Nell'Unione Europea, il 24,8% degli adulti oltre i 15 anni ha provato la cannabis almeno una volta, e il 13,3% ha fumato nel corso dell'ultimo anno. Ecco i primi 10 Paesi con il più alto tasso di consumo, insieme alle loro politiche sulle droghe:

Table of Cannabis Use

Secondo queste statistiche, la politica giuridica sembra avere poco o nessun effetto sul consumo di stupefacenti. Francia e Danimarca hanno politiche molto restrittive, ma l'uso di cannabis è più alto in questi due Paesi. D'altro canto, la Spagna e i Paesi Bassi sono molto progressisti, e si posizionano a metà della nostra classifica dei top 10.

Naturalmente, stiamo parlando di quello che è ancora considerato da molti uso di droghe illecite,pertanto queste statistiche non possono essere considerate accurate al 100%. I numeri sono stati raccolti da diversi Paesi, con metodi diversi, e anche in anni diversi. Inoltre, in alcuni Paesi, rispondere sì significa ammettere un crimine. Questo rapporto probabilmente sottostima l'uso effettivo di cannabis.

Anche se i numeri sono un po 'confusi e sono soggetti a fluttuazioni, è abbastanza chiaro che la politica giuridica ha scarso effetto sul consumo effettivo di droga.

È TEMPO DI UNA LEGGE SENSIBILE SULLA CANNABIS IN UE!

Gli Stati Uniti hanno dimostrato che leggi sensibili sulla cannabis possono funzionare. Il Colorado è diventato il primo stato a legalizzare la cannabis per uso ricreativo nel 2012, e anche se ci sono stati alcuni problemi, è stato un grande successo finora.

Le vendite di cannabis a scopo ricreativo sono iniziate nel 2014, vediamo come sono andate le cose da allora:

La criminalità è diminuita - Oltre a minori arresti per cannabis, i crimini violenti sono scesi del 2.2% e i reati contro la proprietà sono scesi dell'8.9% dal 2013 al 2014.

Il gettito fiscale è in aumento - Nel 2014, il Colorado ha raccolto 44 milioni di dollari di entrate fiscali dalla vendita di cannabis legale. Nel 2015, il numero è salito a circa 125 milioni di dollari, e nel solo gennaio 2016, più di 14 milioni di dollari di imposte sono stati raccolti grazie alle vendite raddoppiate in quel mese anno dopo anno con $ 2.35 milioni di dollari stanziati per le scuole locali.

La disoccupazione è diminuita - Anche con un massiccio afflusso di ottimisti in cerca di occupazione nel settore della cannabis, il tasso di disoccupazione è rimasto basso a circa il 4% in tutto lo Stato. Per il 2015, il Colorado ha avuto il decimo tasso di disoccupazione più basso degli Stati Uniti.

Le vittime di incidenti stradali sono in calo - In parte a causa del minor bere e del maggior fumare, gli incidenti stradali sono diminuiti in modo significativo dal 2013 al 2014 e il numero continua a calare. Confrontando i primi quattro mesi del 2016 con lo stesso periodo nel 2015, gli incidenti mortali sono diminuiti del 23,3%.

In breve, il mondo non è finito, non sta finendo, né finirà solo perché le persone hanno libero accesso alla cannabis in Colorado. Anche John Hickenlooper, governatore del Colorado, è passato dal dire che la legalizzazione è stata "imprudente", ad affermare pubblicamente che sembra funzionare.

È vero che alcune persone in Colorado si sono eccitate un po' troppo all'idea di un libero accesso all'erba di alta qualità, hanno esagerato, e sono andate un po' fuori di testa, ma ci sono state pochissime lesioni gravi o decessi correlati al consumo di cannabis. Forse, è il momento per l'Europa di avere un po' di buonsenso e regolamentare la cannabis come l'alcool, una droga molto più dannosa a nostro parere.

 

         
  Laura  

Scritto da: Laura
Redattrice ospite con cui spesso collaboriamo, Laura vive nel cuore selvaggio della East Coast americana. Risiede nella fattoria di famiglia, dove con il tempo ha sviluppato un profondo rispetto per la Cannabis, riuscendo a dominarne ed affinarne la coltivazione.

 
 
      Scopri i nostri scrittori  

Top 10 Autoflowering