Come Raccogliere Il Prima Possibile

Pubblicato :
Categorie : BlogCannabisColtivare CannabisCome si fa

Raccogliere Cannabis


Che coltiviate in un posto poco sicuro oppure, che semplicemente abbiate bisogno di un po' di erba in modo veloce, ci sono momenti in cui si vuole raccogliere in fretta. Qui troverete alcuni consigli che vi aiuteranno in questo.

I coltivatori di cannabis si possono dividere in due categorie. I primi sono quelli che vedono il processo di coltivazione come una dura prova, lenta, calma e meditativa. Amano guardare le loro piante splendere di bellezza mentre in modo lento e sicuro raggiungono lo stadio di fioritura. Probabilmente, hanno un attitudine calma perché hanno già una scorta di erba potente oppure, crescono le piante in un paese che permette di coltivare in modo legale.

Gli altri invece, sono quelli che desiderano una crescita veloce che risulti in un raccolto vigoroso di fiori di cannabis di alta qualità. Forse non posso aspettare per fumare il loro bottino oppure, sono in un operazione che necessita di essere completata in un arco di tempo veloce per evitare di avere problemi con la legge. Questo articolo è per quest'ultimo gruppo di persone. Qui, ci concentreremo su cosa bisogna fare per assicurare una veloce crescita e raccolta delle vostre piante di cannabis.

SCEGLIERE UNA GENETICA VELOCE

Un Ciclo Che Consiste In Due Fasi

La genetica è importante da considerare quando si tratta della velocità di crescita delle vostre piante. Alcune genetiche sono veramente lente e possono metterci mesi prima di essere completamente mature per iniziare la fioritura. D'altro canto, invece, ci sono genetiche che sono state incrociate per poter buttare fuori cime il biologicamente prima possibile.

Le piante di cannabis passano attraverso un ciclo che consiste in due fasi. La prima, è la fase vegetativa che si concentra nello sviluppo delle foglie. La seconda, è la fase di fioritura dove la pianta inizia a produrre le cime. È possibile utilizzare alcuni metodi per velocizzare la fase vegetativa. Comunque, la fase di fioritura, dipende solitamente dalla genetica - un fattore da considerare se desiderate piante veloci.

Le genetiche indica sono solitamente veloci a maturare ed essere pronte al raccolto ed alcune varietà hanno un periodo di fioritura che non va oltre le 9 settimane. Le piante indica, sono più piccole e cespugliose della loro controparte sativa, quindi non è un grande sorpresa se raggiungono la fine del loro ciclo di crescita in modo veloce.

Le indica o gli ibridi a dominanza indica sono spesso associate all'effetto corporeo e alle sensazioni di sballo pesante. È importante capire questo quando si sceglie una pianta a crescita veloce per assicurarvi che stiate coltivando una genetica che soddisfi le vostre preferenze personali.

Le genetiche sativa possono raggiungere altezze massicce quando vengono coltivate outdoor. Questo tipo di pianta di cannabis, ci mette più tempo per raggiungere la maturità ed essere pronta al raccolto ed il periodo di fioritura può durare fino a 4 mesi. Questo è comprensibile se considerate le dimensioni stupende di alcuni tipi di sativa.

LE PIANTE AUTOFIORENTI SONO UN'OPZIONE VELOCE

Piante Autofiorenti

Le genetiche autofiorenti, sono una grande opzione per quelli che cercano una crescita veloce ed una coltivazione facile da gestire. Le auto hanno parte della loro genetica derivante dalla cannabis ruderalis, una sottospecie che permette loro di fiorire senza nessun cambio di ciclo di luce, un cambio che oltre piante necessitano. Questo le rende una scelta tipo 'piantale e dimenticale'. Le genetiche autofiorenti possono raggiungere il raccolto in modo veramente veloce, solitamente sui 2 mesi. Molte di queste genetiche sono di statura abbastanza piccola quindi, pure i raccolti non sono massicci come gli altri tipi di genetica.

L'ILLUMINAZIONE È LA CHIAVE

L'illuminazione Per Le Piante Di Cannabis

L'illuminazione è un fattore chiave che velocizzerà la crescita delle vostre piante di cannabis. Più luce date alla vostra pianta, più tempo spenderà per fare la fotosintesi creando energia e crescendo. Alcuni coltivatori danno alle loro piante 24 ore di luce piena ogni giorno durante la fase vegetativa per velocizzare le cose. Comunque, si crede che un ciclo di 18 ore di luce e 6 di buio porti beneficio alla salute della pianta. Potrebbe valere la pena dare 24 ore di luce per un po' di tempo, così da velocizzare la crescita ed abbassare l'intensità se la pianta incontra un qualsiasi problema di salute.

PORTARE LE PIANTE IN FIORITURA IL PRIMA POSSIBILE

12 Ore Di Luce E 12 Di Buio

Se stato cercando di smontare la vostra stanza di coltivazione e nasconderla il prima possibile, potete sempre accelerare il ciclo di crescita forzando le piante a fiorire in anticipo. Se siete veramente di fretta, potete indurre le vostre piante in fioritura da seme, saltando la fase vegetativa. Questo può essere fatto utilizzando le genetiche non autofiorenti, che necessitano di un certo ciclo di luce per poter iniziare la fase di fioritura.

Adottando una tabella di fioritura di 12 ore di luce e 12 di buio, manipolerà la vostra coltivazione facendole credere che l'inverno sta arrivando e forzandole a fiorire in uno stadio prematuro. Facendo questo però, si ha uno svantaggio; il raccolto non sarà grande comparato a lasciar le piante seguire il loro ciclo naturale. La via di mezzo è quella di lasciare le piante entrare in una fase vegetativa più corta, per poter raggiungere una dimensione giustificabile per poi dopo forzarle a fiorire.

CRESCERE LE VOSTRE PIANTE INDOOR

Coltivare in casa, offre ai coltivatori più controllo sulle loro piante e permette anche di controllare la velocità di crescita. Quando si coltiva un raccolto outdoor, i coltivatori devono obbedire ai cicli di stagione, che spesso portano ad un ciclo di coltivazione più lungo. Quando si coltiva indoor, i fattori come la luce, acqua e temperatura possono essere controllati in modo più facile. Coltivare outdoor in climi ottimi, offre un metodo di coltivazione più economico ma, ha meno controllo sulle condizioni climatiche.

CONTROLLARE LE PIANTE

Controllare Le Piante

Controllare attentamente la vostre piante, vi farà evitare qualsiasi problema non necessario che potrebbe compromettere la velocità di crescita della vostra coltivazione e, anche la qualità del suo raccolto. Controllate le piante in modo regolare per individuare un qualsiasi problema riguardante i nutrienti, la muffa e lo stress per il calore e la luce.

DARE I NUTRIENTI IN ORDINE

La pianta di cannabis necessita di differenti nutrienti in differenti stadi di crescita. Se permettete alle vostre piante di entrare nella fase vegetativa, durante quel periodo avranno bisogno di più azoto. Il terriccio deve servire come sorgente nutritiva solo per le prime settimane, poi devono essere eventualmente integrati dei nutrienti. Le piante generalmente hanno bisogno di più fosforo e potassio quando raggiungono la fase di fioritura.

Luke Sumpter

Scritto da: Luke Sumpter
Luke Sumpter è un giornalista basato nel Regno Unito, specializzato in salute, medicina alternativa, erbe e terapie psichedeliche. Ha scritto per media come Reset.me, Medical Daily e The Mind Unleashed, coprendo queste ed altre aree.

Scopri i nostri scrittori

Relativi Prodotti