Come nascondere una coltivazione outdoor

Published :
Categories : BlogCannabisColtivare Cannabis

Come nascondere una coltivazione outdoor

Coltivare Cannabis all'aria aperta è un'esperienza esaltante, proprio come Madre Natura vorrebbe che fosse sempre fatto. Tuttavia, per la sua buona riuscita, è necessario mantenere le piante lontano..

... da occhi indiscreti.

Una delle maggiori preoccupazioni quando si coltiva outdoor, soprattutto nelle coltivazioni guerrilla, è quella di cercare di mantenere nascoste il più possibile le piante di Cannabis. Tuttavia, pianificando con attenzione tutti i passaggi è possibile ridurre al minimo i rischi, in modo da evitare che occhi indiscreti possano avvicinarsi sulle vostre amate creature verdi.

OCCHIO NON VEDE CUORE NON DUOLE

La prima e più elementare misura da adottare quando si vogliono nascondere alcune piante di Cannabis è piantare dove i passanti o i vicini non possano in alcun modo vedere o sentire gli odori sprigionati dalla piantagione. Per cui, cercate sempre di evitare di piantare vicino a sentieri, in zone del vostro giardino di facile accesso e visibili a chiunque, e in tutte quelle aree che potrebbero in qualche modo destare sospetti.

Se decidete di coltivare lontano da casa vostra, dovrete anche cercare di limitare movimenti insoliti, che potrebbero facilmente attirare l'attenzione. Camminare in un bosco con un sacco di compost sotto il braccio risulterebbe alquanto sospettoso. Anche le eventuali zone dove lascerete la vostra autovettura prima di andare a realizzare il sopralluogo nella zona di coltivazione dev'essere sempre valutata a priori e con coerenza. Un'auto abbandonata in una zona isolata potrebbe destare non pochi sospetti, ma parcheggiata vicino ad altre vetture non attirerà alcuna attenzione.

CAMUFFAMENTO ATTIVO

Una strategia piuttosto romantica per mascherare la Cannabis è quella di legare i fiori di un'altra pianta sulle piante di marijuana. In questo modo, qualora un osservatore di passaggio dovesse vedere la pianta, probabilmente non arriverebbe a riconoscere all'istante la Cannabis. Ovviamente, se dovesse decidere di soffermarsi qualche istante ad osservare con più interesse, quasi sicuramente, riconoscerà la pianta. Ciononostante, si tratta di una strategia che potrebbe facilmente allontanare le persone di passaggio, interessate più a proseguire il loro cammino che a soffermarsi nei particolari della vegetazione. Inoltre, tenete a mente che i fiori che andrete a legare sulle vostre piante tenderanno ad appassire e a morire dopo pochi giorni, per cui tenete in considerazione che dovrete rifornirvi costantemente di parti vegetali da sostituire a quelle ormai secche.

TRA LA VEGETAZIONE

Un altro modo per nascondere la vostra Cannabis è coltivarla vicino ad altre piante, simili alla marijuana o con dimensioni più grandi. Un'alternativa può essere anche quella di coltivarla sotto una folta chioma di un albero o in una zona popolata da numerosi arbusti. L'importante è ricordarsi che la Cannabis ha bisogno di diverse ore di luce solare diretta, per cui evitate di coprire eccessivamente le piante con la vegetazione circostante.

Esempi di piante di grandi dimensioni da coltivare vicino alla Cannabis:

Bambù

Piante di pomodoro

Ambrosia trifida

Rhus typhina (Sommacco)

Mais

Se doveste decidere di coltivare nella boscaglia, sarebbe opportuno aprire uno stretto e discreto sentiero d'accesso ed un solco circolare intorno alla zona di coltivazione. Queste aperture prive di vegetazione impediranno alle piante circostanti di invadere troppo rapidamente l'accesso alla zona di coltivazione. Se la boscaglia dovesse essere particolarmente fitta, sarà molto difficile che le piante arrivino ad intravedersi dall'esterno e, ovviamente, ci si augura che nessuno riesca ad accorgersi del sentiero che conduce alla zona di coltivazione. Potreste eventualmente pensare di mimetizzarlo o bloccarlo in qualche modo.

TENERE SEMPRE LA BOCCA CHIUSA

Uno dei motivi più comuni per cui una coltivazione di Cannabis viene scovata o rubata è perché il coltivatore lo ha comunicato a qualche amico. La cosa migliore che potete fare è quella di non svelare a nessuno l'esatta ubicazione delle piante o, ancora meglio, non raccontare proprio che state coltivando. È vero, degli amici ci si può fidare, ma siete sicuri che loro non saranno tentati di dirlo ai propri fidanzati/fidanzate? Nel momento in cui iniziano a circolare voci sul vostro conto la situazione potrebbe rapidamente sfuggire di mano. Tuttavia, se lo mantenete segreto, non dovreste avere alcun problema. Perché diciamocelo, per quanto sia allettante vantarsi con gli amici, alla fine dei conti il raccolto vi servirà per il vostro proprio autoconsumo, magari a fine giornata quando volete rilassarvi qualche istante. Per cui, perché rovinare tutto raccontandolo in giro?

Seguendo questi semplici consigli potrete essere sicuri di ottenere raccolti outdoor per il consumo personale. Ricordate: coltivare per hobby all'aria aperta deve sempre rimanere una passione privata, personale e nascosta. Gioca sicuro, gioca con intelligenza.

comments powered by Disqus