Come Fumare Marijuana sul Lavoro Senza Destare Attenzioni

Pubblicato :
Categorie : BlogCannabisCome si faConsumo Di Cannabis
Ultima modifica :

Fumare Marijuana sul Lavoro


Molte persone potrebbero prenderla come una proposta bizzarra e non percorribile, ma per alcuni lavoratori la Cannabis è stimolante ed energizzante! Se vi sentite a vostro agio dopo aver fumato una canna e riuscite a svolgere il vostro lavoro nella più totale normalità, allora date un'occhiata a questi consigli.

Secondo la cultura popolare a cui siamo stati educati con film e musica, i consumatori di marijuana sono persone pigre, che con una sola "sigaretta di marijuana" possono rimanere pietrificati su un divano per il resto della giornata. Se siete preoccupati di diventare delle amebe intorpidite dagli effetti della Cannabis, incapaci di svolgere qualsiasi attività, sappiate che in un contesto lavorativo i rischi sono minimi. Sebbene esistano persone più propense a rallentare i propri ritmi e a diventare pigre, tale generalizzazione non può essere applicata ad ogni consumatore di marijuana. Anzi, molte persone che fanno uso di Cannabis sono anche lavoratori ed atleti molto attivi, a volte anche più produttivi dopo aver consumato una canna o una bonga con qualche estratto di marijuana!

I seguenti consigli e tecniche su come consumare erba (ricreativa o terapeutica) sul posto di lavoro potrebbero interessare soprattutto alle persone capaci di mantenere una certa lucidità anche sotto gli effetti della Cannabis o a chi ne fa uso per alleviare disturbi di salute come ansia e depressione. In questo modo anche voi potrete mostrare una maggiore creatività per svolgere particolari compiti sul posto di lavoro. D'altronde cosa c'è di male nel provare ad alleviare ansia e stress o semplicemente nel cercare di passare la giornata nel miglior modo possibile, magari rendendo più piacevoli i lavori meno divertenti.

IL VOSTRO LAVORO È COMPATIBILE CON GLI EFFETTI DELLA CANNABIS?

Il vostro lavoro è compatibile con gli effetti della cannabis?

Prima di tutto, esaminiamo alcuni importanti fattori che bisogna considerare al momento di fumare marijuana sul posto di lavoro. È un argomento serio che dev'essere preso come tale. In tutta onestà, dubitiamo che i datori di lavoro siano disposti a vedere i propri impiegati consumare Cannabis sul lavoro. Anzi, in molti casi si viene direttamente licenziati. Ovviamente, non tutti i posti di lavoro sono compatibili con gli effetti della marijuana. Se guidate macchinari pesanti e potenzialmente pericolosi o svolgete qualsiasi altra attività dove viene richiesta una concentrazione estrema, "NON" dovete assolutamente fumare sul posto di lavoro.

Se siete sottoposti a forte pressione, con ritmi lavorativi frenetici, come ad esempio i rappresentanti commerciali con rigorosi obiettivi da rispettare e con complesse richieste da gestire, fumare marijuana potrebbe non essere consigliabile. Tuttavia, alcune persone percepiscono gli effetti della Cannabis sotto forma di sensazioni rilassanti ma allo stesso tempo stimolanti. Altre, invece, potrebbero rallentare i propri ritmi lavorativi, creando non pochi disagi ai colleghi di lavoro. In alcuni Stati americani, come California e Colorado, essere scoperti sul lavoro fumando marijuana risulta meno grave rispetto a quanto possa esserlo in un Paese dove la Cannabis è ancora illegale.

TEST ANTIDROGA

Test antidroga

Un altro importante elemento da considerare, e forse il più ovvio, è sapere se sul posto di lavoro sono soliti fare test antidroga agli impiegati. Una cosa è girare i tacchi e non farsi vedere per qualche giorno ed un'altra è sostenere il test a testa alta, senza correre alcun rischio. In questi casi è essenziale non far sapere a nessuno che si fuma sul lavoro e adottare alcuni trucchi per "passare" con successo le analisi. Tuttavia, consigliamo sempre di prendere le dovute precauzioni prima di rischiare il proprio posto di lavoro.

Adesso che abbiamo osservato alcuni dei fattori da considerare in ambito lavorativo, scopriamo i migliori trucchi per fumare sul lavoro in modo discreto e senza destare attenzioni!

USARE LE VARIETÀ SATIVA

Usare le varietà sativa

Chi ha familiarità con la Cannabis saprà che ci sono sostanziali differenze tra le diverse varietà di marijuana vendute sul mercato. Ogni strain può provocare effetti diversi a seconda delle proprie concentrazioni di cannabinoidi, terpeni ed altri composti chimici che possono influenzare gli effetti psicoattivi finali.

Prima di tutto bisognerà capire quale varietà si andrà a fumare, una Indica o una Sativa. Per darvi un'idea dei loro diversi effetti, la Cannabis indica viene associata agli effetti più "stoned", ovvero rilassanti e corporei, che fanno sentire il consumatore più intorpidito, appesantito, stanco ed assonnato. Ovviamente, questi effetti possono complicare e rallentare una giornata lavorativa con obiettivi da rispettare e produttività da raggiungere.

Le Sativa, invece, tendono a provocare effetti opposti. Una Cannabis a predominanza Sativa è associata ad un "high" stimolante e creativo, con sensazioni più cerebrali ed inebrianti, capaci di aumentare le energie e persino la capacità di socializzare.

Ovviamente, le preferenze cambiano da persona a persona e molte varietà provocano effetti in parte Indica e in parte Sativa (ibridi). Tuttavia, basandoci su questa semplice osservazione, possiamo concludere che se volete fumare sul lavoro dovreste optare quasi sicuramente per una Sativa.

USARE UN VAPORIZZATORE A PENNA

Usare un vaporizzatore a penna

I vaporizzatori a penna possono essere un valido strumento con cui consumare marijuana sul lavoro, destando poche attenzioni ed ottenendo gli effetti desiderati. I vaporizzatori stanno diventando sempre più popolari, soprattutto le cosiddette sigarette elettroniche. Pertanto, non dovreste suscitare alcun sospetto accendendo un dispositivo di questo genere sul lavoro. Sebbene gli aromi dolciastri e pungenti della Cannabis siano ancora presenti nel vapore emesso da un vaporizzatore a penna, sono molto meno pungenti del fumo di una canna accesa. Inoltre, il vapore non permane su vestiti o sedili di autovetture, come invece accade con gli spinelli.

USARE VARIETÀ "ONE-HITTER"

Se non avete la possibilità di usare vaporizzatori a penna o semplicemente non vi piacciono, un'altra valida alternativa può essere quella di usare varietà di Cannabis "one-hitter". Con questo termine si indicano quegli strain capaci di colpire dopo una sola boccata di fumo. La maggior parte delle canne hanno l'aspetto di normali sigarette e, sempre che prendiate le giuste distanze da colleghi o datori indiscreti, possono passare inosservate.

PRENDERSI UNA PAUSA

Prendersi una pausa

Considerando le ore di lavoro che fate ogni settimana, quasi sicuramente avrete diritto a delle pause per mangiare, bere un caffè o fumare. Queste parentesi sul lavoro possono essere sfruttate per fare brevi passeggiate in mezzo alla natura o per dirigersi verso la macchina per fumare una rapida canna. Se doveste farlo in una fugace scappata in bagno, probabilmente la situazione sarà più frenetica e nervosa. Tuttavia, durante le pause per mangiare o per prendere dieci minuti di meritato relax, un vaporizzatore a penna o una canna di marijuana "one-hitter" potrebbero rivelarsi i perfetti compagni di pausa, con cui passeggiare in zone appartate per evitare di essere scovati.

TROVARE UN LUOGO ISOLATO

Ovviamente, fumare una canna di marijuana nella zona adibita per i fumatori all'interno dell'azienda non è consigliabile, soprattutto se ci tenete a mantenere segreta la vostra passione per l'erba. Ci sarà sicuramente una zona vicina al vostro posto di lavoro poco frequentata, dove fumare una canna in pace e tranquillità. I più audaci potrebbero eventualmente usare un vecchio bagno o una stanza abbandonata dell'edificio, con una finestra o una porta verso l'esterno.

USARE COLLIRIO

Ormai è ampiamente risaputo che la Cannabis tende ad arrossare gli occhi. Esistono diversi prodotti sul mercato che possono risolvere questo inconveniente. Vi consigliamo di usarli se volete evitare di attirare attenzioni.

 

         
  Luke Sumpter  

Scritto da: Luke Sumpter
Luke Sumpter è un giornalista basato nel Regno Unito, specializzato in salute, medicina alternativa, erbe e terapie psichedeliche. Ha scritto per media come Reset.me, Medical Daily e The Mind Unleashed, coprendo queste ed altre aree.

 
 
      Scopri i nostri scrittori  

Relativi Prodotti