Come Fare Le Tue Tinture Di Erbe A Casa

Pubblicato :
Categorie : BlogCome si faErbe e Semi

Tinture Di Erbe


Non esiste alcun limite alle diverse erbe che si possono usare per fare tinture. Le tinture sono estrazioni a base alcolica che risultano molto facili da preparare e ancora più facili da usare! Diamo un'occhiata alle migliori erbe da usare per cominciare a fare tinture. Continua a leggere per scoprire quali sono le più consigliate.

Esistono migliaia di erbe già collaudate sia dal tempo che dalla scienza. Molte di queste hanno azioni mediche e la capacità di aiutarci a combattere una vasta gamma di condizioni patologiche e disturbi. Alcune di queste erbe ci aiutano a rilassarci e a eliminare lo stress e l'ansia. Altre forniscono al nostro sistema immunitario la spinta necessaria per superare un raffreddore o un’influenza.

Qualunque sia l'erba che si utilizza, ci sono sempre diverse scelte per quanto riguarda i metodi di assunzione. Il tè di erbe è uno dei modi più semplici, ma non è esattamente il più potente. Le tinture di erbe sono invece un tipo di preparazione molto potente e concentrata.

L'alcool Come Solvente

Una tintura è essenzialmente un tipo di estratto di erbe che usa l'alcool come solvente per assorbire i componenti attivi delle erbe stesse. Molti altri tipi di estratti vegetali usano acqua, aceto o glicerina come solventi per separare le molecole desiderate. Tuttavia, ciò che rende una tintura una vera tintura è l'utilizzo di alcool. L'alcool, soprattutto quello più forte, fa un ottimo lavoro di conservazione degli ingredienti. Inoltre, riesce in genere a estrarre una maggior quantità di componenti attivi dalle piante rispetto ad altri metodi.

Le tinture sono divertenti da fare e ci permettono di aggiungere un grado di autosufficienza alle nostre vite. Estrarre le tue tinture ti offre il potere di cominciare a conoscere gli usi delle erbe e i loro benefici. Sapere quali erbe sono le migliori per ognuno di noi può anche renderci meno dipendenti da alcuni farmaci da banco. Le tinture sono estratti ad azione rapida che vengono appositamente preparate per ottenere degli specifici effetti.

COME UTILIZZARE UNA TINTURA DI ERBE

Direttamente Sotto La Lingua

Le tinture hanno metodi di assunzione abbastanza flessibili. Il risultato finale è solitamente un flacone con contagocce riempito con alcool infuso da erbe. Questo prodotto può essere assunto direttamente sotto la lingua, dove sarà rapidamente assorbito nel flusso del sangue. In alternativa, le tinture possono essere incluse nelle zuppe, nei frullati, nei succhi di frutta, e anche nel tè e nelle infusioni. Non esiste alcun vero limite sui modi di utilizzo di una tintura, basta essere molto attenti al dosaggio. Fortunatamente, molte piante hanno una soglia di dosaggio sicuro molto elevata.

Inoltre, prima di iniziare un nuovo regime di assunzione di erbe mediche, parla prima con un medico a proposito delle erbe che hai scelto. In particolare se hai qualche tipo di disturbo o malattia, o se stai assumendo qualsiasi tipo di farmaco.

LE MIGLIORI ERBE PER TINTURE

Come accennato, ci sono così tante erbe al mondo da ottenere un grande spettro di risultati sul nostro organismo. Ecco i nostri suggerimenti sulle migliori erbe per fare le tue tinture.

CAMOMILLA

Camomilla Tintura

Ci sono due tipi di camomilla utilizzati nelle tinture: la camomilla tedesca e la camomilla inglese. Questa erba è stata utilizzata da diverse culture e da centinaia di anni per moltissime ragioni. La camomilla è in grado di alleviare i dolori di stomaco e la nausea, di aiutare il sonno, ridurre il gonfiore e combattere i batteri. Altri usi tradizionali di questa erba includono il sollievo dal raffreddore, dalle ferite minori, dalla psoriasi, dagli eczemi e dalle eruzioni cutanee. Altre condizioni che la camomilla sembra riuscire a combattere sono la depressione, l’ansia, le allergie, le ulcere e le emorroidi.

Inoltre, la camomilla ha dimostrato di essere una buona fonte di antiossidanti, cioè quei composti che aiutano a prevenire lo stress ossidativo causato dai radicali liberi che possono causare danni al DNA. Questa erba è anche associata a una buona salute del cuore grazie al suo alto contenuto di flavonoidi. I flavonoidi sono composti che vengono spesso associati a basse incidenze di malattie coronariche.

La camomilla aiuta anche la salute dell’apparato digestivo e può essere usata per trattare condizioni come l’eccesso di gas intestinali, il mal d’auto e il mal di mare, la diarrea e l'indigestione.

ERBA GATTA

Erba Gatta Tintura

L’erba gatta è di solito associata ai forti effetti di alterazione che produce nei gatti, ma questa erba ha dimostrato benefici anche per la salute degli esseri umani. Le piante fiorite di erba gatta sono state utilizzate per fare medicinali, e gli usi tradizionali la prevedono contro insonnia, ansia, emicrania, mal di testa, raffreddore, infezioni respiratorie, orticaria, febbre, indigestione, crampi e altro ancora.

L’erba gatta è particolarmente utile per alleviare lo stress e migliorare il sonno. Gli stessi componenti che provocano eccitazione nei gatti agiscono anche come sedativi, pertanto l’erba gatta può aiutare nei casi di stress e ansia, soprattutto per chi fatica ad addormentarsi di notte.

Oltre ad essere un'erba medicinale, l’erba gatta contiene molti nutrienti benefici, come vitamine e minerali.

Anche in questo caso, l’erba può anche avere effetti indesiderati e variabili in base alle condizioni individuali. Fare sempre ricerche prima di assumere sostanze, ed eventualmente chiedere al medico ulteriori informazioni.

MENTA PIPERITA

Menta Piperita Tintura

La menta piperita è una pianta che cresce in abbondanza e prende gradualmente possesso del giardino se viene lasciata indisturbata. La menta è tradizionalmente utilizzata per raffreddore, tosse, infiammazioni, infezioni del setto nasale, nausea, vomito, malesseri della mattina, sindrome da intestino irritabile, disturbi gastrointestinali.

Gli estratti di menta piperita sono anche comunemente usati contro mal di testa, dolori muscolari e neurologici, prurito, eruzioni allergiche e infezioni batteriche o virali. Questa erba è anche impiegata per combattere i bruciori di stomaco e gli spasmi causati dall’endoscopia.

La menta piperita è associata alla perdita di peso, poiché alcuni dei suoi componenti attivi sono in grado di ridurre l'appetito. La menta è utilizzata da alcune persone per ridurre i sintomi dello stress, e a quanto pare può anche aiutare a ridurre la pressione sanguigna, ad abbassare la temperatura corporea e a indurre il rilassamento.

MELISSA

Melissa Tintura

La melissa è un’erba perenne che appartiene alla famiglia della menta. Le sue foglie emanano un piacevole aroma di limone e vengono utilizzate per preparare tè ed estratti. La melissa è storicamente impiegata per alleviare disturbi digestivi, vomito, dolori mestruali, mal di testa e mal di denti.

La melissa è ampiamente riconosciuta per il suo potente effetto calmante, che si ritiene utile contro i problemi di sonno, ansia, disordini dell’attenzione e pressione del sangue alta. La melissa è anche utilizzata come erba officinale per le persone con la malattia di Alzheimer.

La melissa ha dimostrato un'impressionante attività antibatterica. Alcuni studi dimostrano la sua efficacia anche contro i batteri Listeria monocytogenes e Staphylococco aureus.

COSA TI SERVE PER FARE UNA TINTURA?

Fare una tintura non è così complicato e non richiede attrezzature speciali o costose. Ti servono semplicemente le tue erbe preferite, alcuni barattoli di vetro, una garza per formaggio, alcool alimentare di buona qualità, flaconi con contagocce e un coltello affilato per tritare l'erba.

COME FARE LA PROPRIA TINTURA?

Ora che hai tutte le attrezzature, è tempo di procedere con la tua tintura personale. Quando si prepara una tintura non sono necessarie rigorose misurazioni. Molti erboristi usano metodi popolari e tradizionali che implicano un approccio più rilassato e una stima “a occhio” delle quantità.

Anzitutto è necessario cominciare a spezzettare le tue erbe su un'area di lavoro ampia e pulita. Una volta che hai fatto questo, riempi uno dei tuoi barattoli di vetro per circa due terzi con il materiale della pianta. Poi riempi il vaso fino all’orlo con alcool. Maggiore è la percentuale di alcool utilizzata, maggiori sono i composti che verranno estratti dalle piante. La percentuale tipica di alcool utilizzato per la maggior parte delle tinture è tra il 40% e il 50% (equivalenti a 80-100 gradi alcolici).

Posiziona i vasetti in un luogo fresco, asciutto e scuro. Agita diverse volte a settimana per mescolare il contenuto. Inoltre, riempi il vaso con alcool se ti sembra che sia evaporato. Assicurarti di mantenere il vaso pieno e sigillato per evitare che entri qualsiasi tipo di muffa o batteri.

In un periodo da 6 a 8 settimane la tintura dovrebbe essere pronta per venire imbottigliata. Filtrala attraverso una garza in un vaso per separare il liquido dalla materia solida della pianta. Ora versa la tintura nei flaconi con il contagocce per poterla somministrare facilmente e in modo efficace. Non dimenticare di mettere sui flaconi le etichette che indicano quale erba c’è dentro e in quale data è stata fatta la tintura. Puoi anche aggiungere informazioni su dosaggio, percentuale alcolica e qualsiasi altra informazione che ritieni utile.

Luke Sumpter

Scritto da: Luke Sumpter
Luke Sumpter è un giornalista basato nel Regno Unito, specializzato in salute, medicina alternativa, erbe e terapie psichedeliche. Ha scritto per media come Reset.me, Medical Daily e The Mind Unleashed, coprendo queste ed altre aree.

Scopri i nostri scrittori

Relativi Prodotti