Blog
Bubble Hash
3 min

Come Fare Il Bubble Hash

3 min
Headshop Products

Il Bubble Hash è considerato uno degli hashish più puri e buoni del mondo. Ciò che lo rende ancora più eccezionale è che non è particolarmente difficile da fare!

Quando si parla dei diversi tipi di hashish esistenti, pochi riescono a competere con la pregiata qualità di un Bubble Hash ben fatto. Come il nome stesso suggerisce, si tratta di un hashish che, quando viene riscaldato, tende a fondersi producendo piccole bolle superficiali. Si tratta di un chiaro indizio della purezza del prodotto, che si traduce in un'esperienza molto piacevole. Al contrario, un hashish che prende fuoco facilmente quando viene riscaldato è indice di scarsa qualità. In quest'ultimo caso, sono i residui vegetali contenuti all'interno dell'hashish a prendere fuoco, portando inevitabilmente ad un'esperienza molto meno piacevole. Come dice un vecchio proverbio:

"Se non bolle, non vale la pena!".

Affronteremo due diverse tecniche per produrre il Bubble Hash, affinché possiate avere un quadro generale delle possibilità. Sarete liberi di scegliere il metodo che riterrete più opportuno. Per cui, senza ulteriori indugi, iniziamo!

metodo 1: COME FARE IL BUBBLE HASH MANUALMENTE

Quindi, cosa bisogna fare esattamente per produrre una scorta di Bubble Hash? Fortunatamente, non è niente di complicato. Il processo di produzione ha alcuni passaggi da seguire con rigore, ma la qualità che si ottiene è massima e vale sicuramente la pena provare. Essenzialmente, la produzione di Bubble Hash consiste nel separare i tricomi dalla materia vegetale attraverso l'acqua ghiacciata, successivamente filtrata attraverso una serie di sacchi a maglia sempre più fine in cui vengono trattenuti i tricomi. I coltivatori non sono obbligati ad usare solo le infiorescenze, ma possono anche usare i "prodotti di scarto" come quelli derivanti dal trimming, che venendo scossi in acqua rilasciano i tricomi (che altrimenti andrebbero solo ad aggiungersi al cumulo di compost).

Passa alle istruzioni

metodo 2: FARE IL BUBBLE HASH CON IL BUBBLEATOR B-QUICK

Fare il Bubble Hash come indicato poc'anzi dà ottimi risultati, ma esistono prodotti appositamente progettati per rendere il processo ancora più semplice ed ordinato. Il Bubbleator B-Quick è una macchina che consente di ridurre l'intera procedura. Questo apparecchio portatile è facile da usare ed è anche dotato di un termometro, un sacchetto piramidale con cerniera, un sacco per trattenere gli scarti ed un altro per la raccolta dei cristalli. Il Bubbleator B-Quick è una piccola lavatrice che centrifuga automaticamente il materiale vegetale all'interno dell'acqua e del ghiaccio, risparmiando grandi quantità di tempo e lavoro fisico.

NOTIZIA CORRELATA
Come Estrarre Hashish Di Qualità Con Il Bubbleator B-Quick

Vi siete mai chiesti quale procedimento bisogna seguire per produrre hashish? Non sapete come riciclare gli scarti ricoperti di resina delle vostre piante?

COME FARE DA SOLI IL BUBBLE HASH

Se decidete di usare la procedura manuale (che resta comunque un'ottima scelta), avrete bisogno di un numero maggiore di sacchi dotati di maglie sempre più fini. Più sacchi userete e meglio sarà, in quanto riuscirete a raccogliere maggiori quantità di tricomi. Il kief più puro e di migliore qualità verrà trattenuto nei sacchi a maglia più fine. Il sistema Ice-O-Lator è composto da una serie di sacchi a rete appositamente progettati per isolare prima i tricomi e successivamente trattenerli una volta fuoriuscita tutta l'acqua. Il principio di base è che i tricomi sono più pesanti dell'acqua. Dopo essere stati energicamente mescolati con ghiaccio e acqua, i tricomi si depositano sul fondo del primo sacco, dove vengono così isolati. Ciò significa che saranno i sacchi con i micron più piccoli a trattenere i tricomi, pur consentendo il passaggio dell'acqua.

Da Zamnesia offriamo due versioni di kit Ice-O-Lator. Il primo è la nostra speciale edizione da viaggio, estremamente compatta, facile da posizionare e perfetta da portare fuori casa. L'Ice-O-Lator Travel è stato concepito per un massimo di 25 grammi di materia vegetale essiccata. Se invece volete filtrare fino a 200 grammi di materia vegetale essiccata, allora potete usare l'Ice-O-Later edizione Small che vendiamo in kit da 2 a 7 sacchi, con maglie di dimensioni che variano da 220μm a 25μm. Per produrre il Bubble Hash, consigliamo l'uso di almeno due di questi sacchi a rete, ma la qualità dell'hashish migliorerà all'aumentare del numero di sacchi usati.

Vedere Il Prodotto

ATTREZZATURE

Se volete autoprodurvi un po' di Bubble Hash, avrete bisogno di:

  • 2 secchi di grandi dimensioni
  • Acqua
  • Ghiaccio
  • Uno strumento con cui mescolare
  • Scarti di cannabis (più alta sarà la qualità e migliore sarà il prodotto finale, e in quantità maggiori)
  • Diversi sacchi a maglia fine

ISTRUZIONI

  1. Innanzitutto, valutate la quantità di cannabis di cui avrete bisogno. Come regola generale, da 10 grammi di cannabis si ottiene 1 grammo di hashish, ma ciò dipende in gran parte dalla qualità della materia prima usata.

  2. Inserite gli scarti della cannabis in uno dei due secchi e aggiungete il ghiaccio. Immergete quindi il tutto in acqua fredda.

  3. Prendete lo strumento da voi scelto per girare e mescolate la miscela con movimenti circolari per 15 minuti.

  4. Preparate ora i sacchi a rete da fissare nell'altro secchio. Prendete prima quello da 25μm e rigirate la sua apertura sul bordo del secchio. Ripetete lo stesso procedimento con gli altri sacchi collocandoli uno dentro l'altro in ordine crescente.

  5. Facendo molta attenzione, versate la miscela attraverso i sacchi e lasciate riposare il composto per 15 minuti.

  6. Adesso arriva la parte in cui i sacchi devono essere raccolti uno per uno. Iniziate con il sacco più interno, che dovrebbe essere quello da 220μm (se rientra nel kit da voi acquistato). Sollevatelo lentamente dall'acqua e lasciatelo scolare bene. Dopo averlo svuotato, mettete da parte il sacco. Ripetete questo procedimento con il resto dei sacchi, sollevandoli con cura e lasciando che l'acqua fuoriesca completamente.

  7. All'interno di ogni sacco dovreste vedere come si iniziano a formare diverse qualità di hashish, che aumenta man mano che la rete dei sacchi diventa sempre più piccola.

  8. L'ultimo sacco è quello che richiede la massima attenzione. E qui la pazienza è la chiave del successo. Sollevatelo con estrema cautela, muovendolo lentamente in modo da aiutare l'acqua residua a fuoriuscire del tutto ed evitare che i grumi di tricomi non si sfaldino. Sarà questo il vostro hashish di migliore qualità.

  9. Raccogliete ora tutti i tricomi trattenuti in quest'ultimo sacco e metteteli su una superficie liscia per alcune ore. Una volta asciutti, avrete dei tricomi di primissima qualità pronti per essere usati o pressati sotto forma di hashish.

Come avrete notato, il processo di produzione del Bubble Hash è abbastanza semplice. Dovrete solo procurarvi dei sacchi per un'appropriata filtrazione. Una volta che li avrete, potrete produrvi un hashish di primissima qualità in pochissimo tempo!

Zamnesia

Scritto da: Zamnesia
A volte, qui a Zamnesia abbiamo persone che contribuiscono al nostro blog. Provengono da svariati ambienti ed esperienze, rendendo la loro conoscenza inestimabile.

Scopri i nostri scrittori

Read more about
Headshop Products
Cerca nelle categorie
o
Cerca