Come Coltivare i Semi di Tabacco


Ultima modifica :
Pubblicato :
Categorie : BlogCome si faErbe e Semi

Come Coltivare i Semi di Tabacco


Non è strano mostrare interesse a coltivare alcune piante di tabacco nel giardino, che sia per uso personale o semplicemente decorativo. Date un occhio qui per scoprire come coltivare il tabacco in casa.

Per chiunque abbia il pollice verde, coltivare il tabacco non dovrebbe rappresentare una difficoltà dato che non necessita di maggiori cure di una tipica pianta da giardino. Molte persone dicono che è simile a coltivare i pomodori ed ironicamente, simile a coltivare cannabis.

Spesso, le piante di tabacco vengono coltivate come un pianta ornamentale che però, ha le foglie che si possono seccare e fumare. Comunque, la procedura ed il processo di essiccazione ed invecchiamento del tabacco, senza gli appositi strumenti, è impegnativa.

IMPARATE I PASSI PER COLTIVARE IL TABACCO A CASA

La prima cosa è decidere di quanto tabacco avrete bisogno. Come riferimento, una pianta tipica produce intorno ai 110-170g di tabacco secco e curato anche se, i coltivatori esperti consigliano di calcolare 55g/pianta così da potervi permettere un intervallo d’errore.

La seconda cosa, è decidere se coltivare indoor o outdoor e quale substrato utilizzare. Il tabacco cresce molto bene all’aperto anche se coltivato indoor, offre un ambiente più controllato che può essere altamente benefico. Rende bene in terriccio regolare, cocco e perlite. Può essere anche coltivato in contenitori da oltre 13 litri.

Dopo che avrete deciso le logistiche iniziali, è tempo di iniziare a coltivare! Come nella cannabis, avrete bisogno di seminare i semi e farli germinare prima di poterli piantare nella loro destinazione finale. Tenete in mente che avrete bisogno di: fertilizzanti, pesticidi ed alcuni piccoli oggetti come vasetti e pellicola di plastica.

CLIMA E TERRA

Clima E Terra Semi Di Tabacco

Il tabacco deve essere coltivato sempre in un ambiente con clima secco e caldo con un periodo approssimativo di 4 mesi in cui non deve mai scendere a basse temperature. L’eccesso di acqua porta il tabacco ad essere sottile e fragile quindi, è meglio che venga lasciato maturare con minima acqua/pioggia.

Prestate attenzione alla temperatura, bisogna mantenerla fra i 20-30°Celsius (68-86°Fahrenheit) per rendere le piante felici e vigorose. Se il vostro clima non raggiunge questi requisiti, vi consigliamo di coltivarlo indoor.

La scelta del substrato per la coltivazione, è probabilmente la parte più facile. Il tabacco è veramente versatile e cresce bene quasi ovunque. Indipendentemente dal tipo di terriccio voi scegliate, assicuratevi di sceglierne uno che dreni bene.

È anche importante notare che anche se la qualità del tabacco non viene intaccata dal tipo di terriccio, la sua apparenza lo sarà. Terricci più chiari causeranno un colorito delle foglie del tabacco più chiaro e terricci più scuri produrranno un tabacco più scuro.

PIANTARE E TRAPIANTARE IL TABACCO

Piantare E Trapiantare Il Tabacco

1. Germinare i semi

I semi di tabacco sono facili da germinare anche se bisogna prestare attenzione quando si maneggiano, sono veramente piccoli e si possono danneggiare facilmente. Potete fare germinare i semi praticamente in qualsiasi vassoio o contenitore anche se, non è raccomandato usare i dischetti di torba.

Riempite il contenitore con un buon mix per la germinazione come il Miracle-Gro e mettete i semi delicatamente sul terriccio. Bagnate il tutto per bene.

2. Lasciate germinare

Coprite il vostro vassoio dei semi con una pellicola trasparente per intrappolare l’umidità nel terriccio. Se scegliete di non coprire il vassoio, assicuratevi di bagnare il terriccio tutti i giorni. È imperativo che il terriccio rimanga umido tutto il tempo oppure il processo di germinazione potrebbe venire compromesso.

Non tutti i semi di tabacco germinano alla stessa velocità: alcuni iniziano a farsi vedere in una settimana mentre altri potrebbero metterci più di un mese.

3. Trapiantare i semi

Dopo circa sei settimane (un paio di settimane in più o in meno), i vostri semi saranno pronti per essere trapiantati. Anche se ora, le piccole piantine sono esposte alla circolazione d’aria, è sempre importante mantenere l’umidità nel terreno. È anche necessaria della luce solare intensa ma indiretta.

4. Spostare le piantine nel giardino

Quando i germogli diventeranno lunghi 15,2-20,3cm, le vostre piante di tabacco saranno pronte per essere trasferite nella loro casetta finale, nel vostro giardino. Piantatele in file dritte lasciando circa 0,5-1m di distanza.

Dovrete anche lasciare 1 metro di distanza tra una fila ed un’altra. Tenete in mente che le piante di tabacco vengono considerate “mangiatrici pesanti”, questo significa che esauriscono i nutrienti nel terreno in modo abbastanza veloce. Effettuate una rotazione nel vostro giardino ogni 2 anni per prevenire questo problema.

SOMMINISTRARE LE DOSI CORRETTE DI FERTILIZZANTI E D’ACQUA

Somministrare Le Dosi Corrette Di Fertilizzanti E D’acqua

Ora che le piante si trovano nel vostro giardino, è tempo di iniziare a somministrargli i nutrienti necessari per la loro crescita. Per fertilizzare il tabacco, potete utilizzare le stesse marche utilizzate per i pomodori, peperoni o patate.

La maggior parte di azoto che fertilizzate, deve essere sotto forma di nitrato e deve avere meno cloro possibile, preferibilmente senza. All’inizio, i fertilizzanti andrebbero applicati in diverse zone introno alle piante. Alcune persone fertilizzano il giardino prima di trapiantare le piante di tabacco; se decidete di prendere questa strada, state attenti a non versarne grandi concentrazioni nel punto in cui andranno le radici.

Da questo punto in poi, è meglio fertilizzare quando è necessario, ed è quando le foglie della pianta perdono di vivacità. Le foglie dovrebbero essere sempre di un buon colore verde. NON fertilizzate in modo eccessivo.

Per quanto riguarda l’irrigazione, segue un modello simile alla fertilizzazione. Le piante di tabacco hanno bisogno di essere annaffiate ogni giorno per i primi giorni fino a quando non si stabilizzano nel giardino. Dopo la loro stabilizzazione, potrete iniziare ad annaffiarle meno.

Mantenete il terriccio umido al tocco ma, assicuratevi di non bagnarlo troppo. È anche una buona idea utilizzare dei pesticidi. Il Sevin Dust Liquid Spray è una buona scelta. Gli insetti amano il tabacco.

TOPPING E WEEDING

Immediatamente dopo che la pianta di tabacco inizia a fiorire ma, i fiori non sono ancora aperti, avrete bisogno di “toppare” la pianta che significa che dovrete togliere la cima. Questo permette alle foglie alte di diventare più grosse e larghe.

Poco dopo aver toppato le piante, inizieranno a formarsi piccole cimette ausiliari sulle foglie. Bisogna rimuovere anche quest’ultime altrimenti ridurranno la resa e la qualità della pianta. Assicuratevi di mantenere l’area di coltivazione senza erbacce.

TEMPO DI RACCOLTA ED ESSICCAZIONE DELLA VOSTRA COLTIVAZIONE

Tempo Di Raccolta Ed Essiccazione Della Vostra Coltivazione

Dopo tre mesi dalla germinazione (e 3-4 settimane dopo il topping), le vostre piante di tabacco dovrebbero essere pronte al raccolto. Se lo sono, le foglie dovrebbero essere diventate di un colore leggermente giallo. Tagliate le vostre piante dalla base e togliete le foglie prestando molta attenzione, assicuratevi di mantenerle intatte per essere essiccate.

Appendete il vostro tabacco in una stanza calda, umida e ben ventilata con la temperatura fra i 20-35°C. Le foglie vanno tenute distanti una dall’altra. Se non avete un area dove e possibile farlo, alcuni coltivatori indoor affittano le loro stanze di cura e si possono trovare online. Una giusta essiccazione delle foglie può impiegare circa 3 o 4 settimane.

Ci sono altri modi per seccarlo ma, non vengono usati così spesso. L'essiccazione con l’aria è per il tabacco da sigaro. Il tabacco si può seccare anche con il fuoco o con il sole: questi metodi servono a preparare il tabacco da masticare e quello per la pipa. Potete far invecchiare il vostro tabacco e contribuirà a rendere il sapore ricco e sottile ma, tenete in mente che può metterci oltre i 6 anni quanto viene fatto in casa.

Ora sapete tutto! Con queste conoscenze, la fornitura giusta e le tecniche adatte, potrete coltivare a casa il vostro tabacco di qualità.

alex

Scritto da: alex
Con anni di esperienza nella scrittura e nel settore della cannabis, combinare le due cose e scrivere articoli sugli ultimi sviluppi della cannabis è stata per lei un'evoluzione naturale. Alexandra è originaria della California del Sud, e attualmente lotta a favore della cannabis nel Midwest Americano.

Scopri i nostri scrittori

Relativi Prodotti