Che cos'è la cannabis Ruderalis?

Pubblicato :
Categorie : BlogCannabis

Che cos'è la cannabis Ruderalis?

L’altezza limitata e l’innesto di una AutoMazar o Black Jack le rende ibridi favorevoli per il SOG, spazi piccoli e per la coltivazione in incognito tipi le Guerilla Grows.

Durante un viaggio sul campo nella Siberia del Sud nel 1942 il botanico russo Janischewski scoprì la cannabis ruderalis, la terza famiglia della cannabis. Studiando i membri già conosciuti della famiglia della cannabis, che crescevano sul fiume Volga in quel momento, capì velocemente che aveva scoperto qualcosa di nuovo. Questa famiglia di cannabis presenta uno stelo grosso, ma rado, tozzo che cresce anche in altre zone della Russia meridionale. Questa piccola ma robusta pianta viene anche cresciuta nel nord dell’Himalaya, nei paesi del centro e sud Europa e in certe zone degli Stati Uniti medio-occidentali. La bassa statura della pianta ne preclude l’uso per fibre di canapa me viene usata come anti-depressivo nella cultura medica mongola e russa da secoli.

COSA RENDE LA RUDERALIS DIVERSA?

Le cannabis indica e sativa sono piante fotosensibili che hanno due fasi stagionali di crescita ben distinte. Queste fasi sono controllate dagli ormoni fotosensibili che trasmettono alle piante l’impulso di vegetare o di fiorire. Quando la cannabis riceve più di dodici ore di luce in un periodo di ventiquattro vegeterà, quando invece, riceve meno di dodici ore di luce in un periodo di ventiquattro, fiorirà. Questi fotoperiodi dipendono dalle stagioni quando le piante vengono cresciute outdoor, mentre invece indoor questi fattori vengono direttamente controllati dal grower, attraversi turni di luce. La cannabis ruderalis non è fotosensibile e non dipende dalle stagioni, per vegetare e fiorire questa pianta segue dei cicli basati sul proprio orologio biologico interno. Il ciclo vegetativo dura dai 21 ai 30 giorni, con una fioritura da seme che varia tra i 70 e i 110 giorni. Questo viene chiamato auto-fiorente.

RUDERALIS FUNZIONALE

Sea of GreenDal Latino “rudera”, una specie ruderale è una delle prime piante a colonizzare le zone svuotate precedentemente da piante in competizione. Con un tempo di maturazione totale di dieci settimane la cannabis ruderalis può facilmente diventare la mono-coltura dominante sul terreno di coltivazione.

Grazie alla sua radice a fittone e la generale struttura delle sue radici, la veloce maturazione e la tempistica di ri-inseminazione rendono la cannabis ruderalis perfetta per le prime fasi di Permacultura e per la bonifica di deserti.

L’altezza limitata e l’innesto di una AutoMazar o Black Jack le rende ibridi favorevoli per il SOG, spazi piccoli e per la coltivazione in incognito tipi le Guerilla Grows.

CAMBIO DI SCENA

Probabilmente il più importante sviluppo nella coltura di cannabis negli ultimi quindici anni è stata la grande professionalità nello studio di genetiche auto-fiorenti, sia ricreative che terapeutiche, di ottima qualità.

Ruderalis ha giocato un ruolo molto importante nella svolta della coltivazione di cannabis. I coltivatori con più esperienza sono riuscite a cogliere la profondità medica e psichedelica di piante dal ciclo fotosensibile, ma con un tempo di crescita da seme a pianta adulta incredibilmente corto, che è classico della Ruderalis. Queste genetiche “auto-fiorenti” non hanno bisogno che il loro ambiente di luce venga manipolato per cominciare a fiorire nella fase di crescita, ma fioriranno automaticamente. Ruderalis, di natura, è bassa in THC ma alta in CBD (cannabinoli o cannabinoidi) che sta improntando sempre più nella direzione di imparentare specie diverse per i coltivatori di cannabis medica.

 

         
  Georg  

Scritto da: Georg
Stabilitosi in Spagna, Georg dedica gran parte delle sue giornate non solo al suo computer, ma anche al suo giardino. Mosso da una grande passione per la coltivazione della Cannabis e per la ricerca di sostanze psichedeliche, Georg è un vero esperto del mondo psicoattivo.

 
 
      Scopri i nostri scrittori  

I Miglio semi autofiorenti