CBD Dichiarato Medicina In UK, Ma Le Vendite Devono Cessare

Pubblicato :
Categorie : Blog

CBD Dichiarato Medicina In UK, Ma Le Vendite Devono Cessare


In una curiosa serie di eventi, il Regno Unito ha riconosciuto il CBD come vera e propria medicina e, allo stesso tempo, ne ha fatto cessare quasi immediatamente le vendite. Cosa potrebbe celarsi dietro questa politica contraddittoria?

In una svolta sorprendente, l'Agenzia di regolamentazione dei prodotti farmaceutici nel Regno Unito (MHRA) ha dichiarato il cannabidiolo (CBD) una vera medicina con reali benefici, in diretta contrapposizione al UK Misuse of Drugs Act 2001, il quale stabilisce che la cannabis non ha alcun valore medico. I sostenitori della legalizzazione vedono questo evento come un passo importante nella giusta direzione, ma per ora, esso pone anche in un vicolo cieco i residenti nel Regno Unito che stanno attualmente utilizzando oli di CBD.

Prima di questa modifica, i venditori potevano produrre, vendere e commercializzare oli di CBD come integratori alimentari, purché non dichiarassero prestazioni di tipo medico. Questo presto finirà. La MHRA ha già chiesto ai più grandi distributori di fermare tutte le vendite e la pubblicità entro 28 giorni. Quando gli scaffali resteranno vuoti, i pazienti non avranno alcun modo legale per acquistare oli di CBD nel Regno Unito e nessuna indicazione su quando saranno in grado di farlo di nuovo.

I CAMBIAMENTI IMPOSTI DALLA MHRA

MHRA CBDLa MHRA ha esposto la sua posizione in una dichiarazione ufficiale rilasciata il 7 ottobre. Oltre ad affermare che ora i prodotti a base di CBD sono ritenuti una medicina, ha posto queste condizioni sulla vendita legale di olio di CBD nel Regno Unito:

• Tutti i prodotti contenenti CBD devono avere una licenza medica come qualsiasi altro articolo terapeutico.
• Devono "soddisfare gli standard di sicurezza, qualità ed efficacia per la protezione della salute pubblica".
• I fornitori e i produttori devono ottenere un'autorizzazione per il commercio prima di poter vendere, fornire o pubblicizzare qualsiasi prodotto contenente CBD.

La MHRA ha già comunicato ai fornitori attuali che hanno solo 28 giorni di tempo per smettere di vendere oli di CBD al pubblico e che non possono riprendere le vendite fino a quando non saranno in regola con tutti i requisiti legali. La MHRA è stata così gentile da offrire "orientamenti normativi" per tutti coloro che desiderano presentare domanda per ottenere la licenza medica.

Finora, non è stata altrettanto d'aiuto per i pazienti. Se siete residenti nel Regno Unito e attualmente vi basate su supplementi di olio di CBD per gestire una condizione di salute, l'unico consiglio per voi è quello di parlare con il vostro medico per discutere delle alternative.

LA RISPOSTA DEL SETTORE

Inutile dire che fornitori e negozi che stanno attualmente ricavando profitti dalla forte domanda di oli di CBD non sono felici di questo cambiamento. Secondo il direttore di CBD Oils UK, Tony Calamita, è impossibile che tutti possano conformarsi alle nuove esigenze della MHRA in 28 giorni. Potrebbero essere necessari anni e milioni di dollari di spesa per condurre gli studi clinici necessari per acquisire le obbligatorie licenze mediche e di autorizzazione al commercio.

Calamita non sembra credere che la MHRA abbia a cuore l'interesse del pubblico attuando questo cambiamento. Anzi, pensa che sia guidata dal denaro. Ecco cosa ha dichiarato: "Il CBD è considerato molto sicuro, anche in dosi molto elevate - si suppone che stiano agendo nell'interesse del pubblico, invece stanno agendo nell'interesse delle aziende farmaceutiche. Incredibile coincidenza, la GW Pharmaceuticals ha completato con successo la terza fase di studi su Epidiolex, un trattamento a base di CBD per l'epilessia, e quattro giorni dopo sono stati distribuiti questi comunicati. Senza contare che la MHRA è finanziata dall'industria farmaceutica. È guidata finanziariamente."

 

Epidiolex GW Pharma

 

 

La GW Pharmaceuticals produce anche il Sativex, un prodotto di THC sintetico che è disponibile su prescrizione soprattutto per pazienti affetti da SM nel Regno Unito. Se approvato per l'uso, Epidiolex sarebbe il secondo prodotto a guadagnare una deroga al Misuse of Drugs Act 2001. Come Sativex, Epidiolex sembra essere destinato ad usi molto specifici, tra cui rari tipi di epilessia che si sviluppano soprattutto nei bambini come la sindrome di Lennox-Gastaut e la sindrome di Dravet. In altre parole, anche se approvati, gli oli di CBD farmaceutici potrebbero non essere disponibili per i molti utilizzatori di oli di CBD attuali.

Peter Reynolds di CLEAR, un gruppo che si batte per la riforma sulla cannabis, pensa che la MHRA stia cercando di fare la cosa giusta, ma è anche preoccupato degli impatti a breve termine sulle migliaia di pazienti con evidenti miglioramenti di salute grazie agli integratori alimentari a base di CBD precedentemente legali.

Citando le sue parole, "La MHRA sta cercando di fare la cosa giusta. Io non la critico per questo. Quello che io critico è il fatto di non aver coinvolto noi, né le persone che rappresentano circa 700.000 sostenitori registrati nel Regno Unito. Non sono riusciti ad entrare in contatto con questa nuova associazione di settore della cannabis nel Regno Unito, e hanno completamente tralasciato ogni tipo di consultazione. Questo avrà un grave impatto su molte persone."

IMPATTO SUGLI ATTUALI CONSUMATORI DI OLIO DI CBD

Cibdol Olio di CBDBen presto, gli attuali utilizzatori di olio di CBD nel Regno Unito non avranno più facile accesso a un prodotto sicuro e legale che potrebbe alleviare il dolore, ridurre lo stress, aiutarli a dormire o risolvere una serie di altri problemi. Invece, questi pazienti potrebbero essere costretti a rivolgersi al mercato nero, a viaggiare al di fuori del Regno Unito per procurarsi oli di CBD, o a rivolgersi nuovamente al medico per trovare un prodotto farmaceutico che potrebbe essere meno efficace e più costoso.

Tuttavia, a lungo andare, questo cambiamento dovrebbe offrire ai consumatori un prodotto più affidabile e con più elevati livelli di purezza e qualità. Dal momento che non esiste alcun regolamento o monitoraggio dell'attuale processo di produzione, gli acquirenti devono fidarsi semplicemente di stare ottenendo ciò per cui pagano. In realtà, i prodotti attuali potrebbero contenere impurità, additivi sconosciuti, una diversa percentuale di CBD rispetto a quanto dichiarato o non contenere affatto CBD.

CONCLUSIONE

Anche se la regolamentazione e la vigilanza del settore dell'olio di CBD sarà molto probabilmente una cosa positiva a lungo andare, le persone che attualmente utilizzano oli di CBD come integratori potrebbero avere difficoltà a trovare un modo soddisfacente per sostituire questa opzione di trattamento sicuro quando il loro approvvigionamento si esaurirà. Possiamo solo sperare che i loro sacrifici portino a un cambiamento duraturo e significativo.

 

         
  Laura  

Scritto da: Laura
Redattrice ospite con cui spesso collaboriamo, Laura vive nel cuore selvaggio della East Coast americana. Risiede nella fattoria di famiglia, dove con il tempo ha sviluppato un profondo rispetto per la Cannabis, riuscendo a dominarne ed affinarne la coltivazione.

 
 
      Scopri i nostri scrittori  

Relativi Prodotti