Cannabis efficace contro la forma più aggressiva di cancro al cervello

Pubblicato :
Categorie : BlogCannabis terapeuticaScienza

Cannabis efficace contro la forma più aggressiva di cancro al cervello

Tutti sappiamo quanto la Cannabis possa essere d'aiuto nella lotta al cancro, ma la cosa ancora più sorprendente è che la sua efficacia potrebbe essere decisamente superiore alle nostre aspettative.

Ci sono sicuramente dei buoni motivi se in questi ultimi mesi abbiamo assistito ad un vero e proprio "boom" nella ricerca scientifica sulla Cannabis! Il flusso costante di notizie, sempre più promettenti, sugli studi delle potenziali applicazioni della Cannabis è già di per sé schiacciante, ma lo è ancora di più da quando i ricercatori hanno scoperto che il THC e il CBD sono altamente efficaci contro una delle più aggressive forme di cancro al cervello: il glioma.

Lo studio

Pubblicata sulla rivista Molecular Cancer Therapeutics, questa ricerca, condotta al St. Georges Hospital dell'Università di Londra, ha avuto come principale obiettivo quello di comprovare gli effetti del THC e del CBD, in combinazione con la radioterapia, sul glioma, un tumore cerebrale.

Inizialmente, si è proceduto con l'applicazione di un cannabinoide alla volta. Da ciò è emerso che sia 19mM di CBD che 14mM di THC sono capaci di ridurre il tasso di cellule tumorali anche del 50%. Successivamente, è stata sperimentata una soluzione combinata contenente THC e CBD, a cui erano stati aggiunti solo 7mM di ciascun cannabinoide e che ha rivelato la medesima efficacia.

Sono state impiegate sia concentrazioni sintetiche che derivati della pianta e, in entrambi i casi, sono stati confermati gli stessi sorprendenti effetti. Per saperne di più sullo studio cliccate sul link sottostante.

È sicuramente una grande notizia

Probabilmente sarete già al corrente delle recenti ricerche sugli effetti della Cannabis nella lotta al cancro, dai dati molto promettenti. Tuttavia, nessuno studio scientifico era ancora riuscito a raggiungere risultati così sorprendenti. Stiamo parlando di una scoperta estremamente significativa. Il cancro al cervello ha un tasso di due anni di sopravvivenza nel 30% dei casi e un tasso di cinque anni per appena un 10%. Il fatto che i cannabinoidi abbiano dimostrato di avere effetti soprendentemente benefici nella lotta alle cellule cerebrali cancerogene, applicati in combinazione con la radioterapia, non può che considerarsi un risultato più che promettente (soprattutto considerando che è stato condotto da un'istituzione di prestigiosa importanza).

In base a questi risultati, il THC e il CBD hanno dimostrato di essere particolarmente efficaci nel sopprimere le cellule tumorali, inibendo il processo di crescita del tumore e arrivando addirittura ad ucciderlo attaccandolo dal suo interno. Si pensa che questa indiscutibile efficacia nel contrastare questa forma di tumore cerebrale sia dovuta principalmente all'alta concentrazione di recettori CB1 e CB2 (recettori a cui si legano i composti attivi della Cannabis).

Ultimamente, ci troviamo di fronte a ricerche sempre più importanti e incoraggianti sulla potenziale efficacia della Cannabis nella lotta al cancro. Sembra ormai chiaro che nel futuro le nostre bellezze verdi potrebbero diventare delle strategiche alleate con cui combattere il cancro. Speriamo che questi risultati possano trasformarsi presto in cure reali, con la speranza di poter salvare la vita di molti malati.