Cannabis ed esercizio fisico: lo stesso

Published :
Categories : BlogCannabis

Cannabis ed esercizio fisico: lo stesso

Vi siete mai domandati come mai alcune persone diventino matte per l'esercizio fisico? Potrebbe essere per via dell' "high" dovuto all'allenamento intenso. E la Cannabis ha molto in comune con questo aspetto.

Conosciuti come "runners high" (sballi del corridore), intensi periodi di esercizio fisico possono indurre ad una sensazione di euforia e riduzione del dolore. Fino a poco tempo fa, si presumeva che questo fosse causato dal rilascio di endorfine ma, da recenti scoperte sul sistema endocannabinoide, gli scienziati hanno messo in luce come molecole come quelle della Cannabis stessa, rilasciate all'interno dell'organismo, possano portare a simili sensazioni.

Esercizio e sistema endocannabinoide

Uno studio, pubblicato sulla rivista Neuropharmacology, ha rilevato come i ratti, sottoposti ad esercizio fisico molto intenso, dimostrino una maggiore tolleranza del dolore. Ma, ancora più interessante, questo tipo di attività cambierebbe l'azione dei recettori CB1 presenti a livello cerebrale, ovvero dei recettori del sistema endocannabinoide che risponde ai cannabinoidi presenti nella Cannabis. Ma questi recettori vengono, inoltre, attivati da un cannabinoide presente naturalmente all'interno dell'organismo, conosciuto come anandamide. I recettori CB1 sono noti per avere forti implicazioni nel meccanismo di soppressione del dolore.

Il cervello dei ratti sottoposti a questo tipo di forte esercizio fisico dimostrarono sia un aumento della disponibilità e dell'attività dei recettori CB1, sia un aumento dei livelli di anandamide all'interno del sangue subito dopo l'attività fisica. Inoltre, studi precedenti sull'essere umano hanno manifestato analoghi risultati.

Questo conferma che il sistema endocannabinoide gioca un ruolo importante nella soppressione del dolore e che il sollievo dal dolore stesso e il possibile "sballo" derivante dall'esercizio fisico sarebbero collegati al sistema endocannabinoide.

Verso una medicina basata sui cannabinoidi

Sebbene il sollievo dal dolore derivante dall'esercizio fisico sia stato riconosciuto e documentato fin dagli anni '80, fino ad oggi non se ne conosceva una reale spiegazione. Questa recente ricerca ha gettato nuova luce sul come l'attività fisica e il sistema endocannabinoide vadano a braccetto e sulle possibili implicazioni nei trattamenti di determinati disturbi, in determinate condizioni.

Attualmente la Cannabis viene utilizzata nel trattamento dell'epilessia, nella gestione del dolore e nella terapia contro il cancro. Ma il potenziale medico della Cannabis non è stato ancora affrontato in maniera sufficientemente approfondita e solo studi analoghi a questo potranno esplorare le proprietà di questa eccezionale medicina.

Quindi, ora in piedi e a correre!

comments powered by Disqus