Le 7 Piante Più Controverse e Allucinogene

Pubblicato :
Categorie : BlogErbe e SemiSostanze psichedeliche

Le 7 Piante Più Controverse e Allucinogene


Queste sette piante intriganti e talvolta allucinogene sono gli ingredienti principali per alcuni dei rimedi medicinali più potenti, narcotizzanti e illegali del pianeta. Il controllo e la distribuzione di queste sostanze hanno plasmato il mondo contemporaneo. Leggete qui per scoprire l'origine di queste droghe.

Tra tutte le specie vegetali del pianeta, i cosiddetti "7 semi peccaminosi" rappresentano i narcotizzanti naturali più celebri. Non lasciatevi ingannare: piantare questi semi può essere una scelta pericolosa e, in alcuni casi, letale. Se pensate che l'argomento delle sostanze psicotrope sia inquietante, o in contrasto con le vostre opinioni, potete smettete di leggere immediatamente. Chi invece ha scelto di affrontare la realtà, si prepari alle scioccanti rivelazioni su queste 7 temibili piante.

PAPAVERO (PAPAVER SOMNIFERUM)

SEMI DI PAPAVERO DA OPPIO (PAPAVER SOMNIFERUM)

I Sumeri la chiamavano “Hul Gil”, o "pianta della gioia". Oggi, è conosciuta con il nome di "smack" o eroina. Il papavero coesiste a fianco dell'uomo da migliaia di anni. Questo fiore rosso è anche un simbolo commemorativo della Prima Guerra Mondiale per la Gran Bretagna. Tanto tempo fa, la Regina d'Inghilterra era la principale narco-trafficante del mondo, e combatté la "guerra dell'oppio" contro i cinesi, per il controllo delle rotte. E per ben due volte! Durante la metà del 19° secolo, la Guerra dell'Oppio infuriò nell'estremo Oriente dal 1839 al 1842, e successivamente dal 1856 al 1860.

I semi di papavero vengono coltivati ancora oggi per ricavarne oppio, sui 7.000 km di catene montuose che attraversano l'Asia Centrale e raggiungono Turchia, Afghanistan e Birmania. La maggior parte di queste piantagioni viene trasformata in eroina ed esportata nei Paesi occidentali.

Con un certo margine di distacco, l'Afghanistan è la principale nazione produttrice di oppio. Le stime più verosimili, calcolate dal Brookings Institute e dall'ONU, indicano che nel 2017 sono state prodotte più di 9.000 tonnellate di oppio. Si tratta di un record, persino per l'Afghanistan.

La Tasmania è il principale produttore di oppio legale. Questo Paese contribuisce per circa il 40-50% al rifornimento del mercato farmaceutico globale. Questo oppio viene lavorato e trasformato in codeina e morfina.

In origine l'eroina venne commercializzata dalla ditta farmaceutica tedesca Bayer, durante la fine del 1800. La sostanza fu pubblicizzata fino al 1912 come trattamento per i bambini affetti da bronchite, tosse e raffreddore. Nelle riviste di tutto il mondo veniva sponsorizzata e consigliata la somministrazione di cucchiai di eroina ai bambini. Soltanto nel 1924 la Food and Drug Administration degli Stati Uniti vietò l'uso dell'eroina.

AYAHUASCA

AYAHUASCA

Ayahuasca è la parola spagnola per indicar "l'ayawaska", termine in lingua Quechua usato dai nativi del Sud America. La Banisteriopsis caapi è una pianta rampicante originaria della foresta amazzonica. È il principale ingrediente della famosa bevanda allucinogena. Chiamata anche "yagè", l'ayahuasca è una sorta di antica pozione magica. A livello regionale viene preparata in vari modi, con ingredienti e intensità differenti - senza contare l'infinità di nomi associati a questo intruglio allucinogeno.

In genere, per ottenere un effetto psicoattivo profondo, al mix viene aggiunta una pianta contenente DMT, come la Psychotria viridis (chacruna). Gli antropologi ritengono che le tribù indigene abbiano consumato questa bevanda per scopi religiosi e cerimoniali a partire dal 3.000 a.C.

NOTIZIA CORRELATA
Meditazione Con L'Ayahuasca: Una Guida Completa

L'ayahuasca fornisce un'esperienza che cambia la vita. Leggete qui per scoprire altre informazioni su questa potente sostanza, come usarla...

In Brasile, viene chiamata "hoasca". Viene preparata con le foglie di chacruna dall'União do Vegetal, il culto spirituale devoto all'ayahuasca. Questo gruppo consuma legalmente il tè all'ayahuasca dal 2010, quando il governo brasiliano ne ha legittimato l'utilizzo per fini rituali. Gli sciamani delle Ande in Ecuador, Peru, Colombia e Bolivia talvolta utilizzano altre piante rampicanti contenenti DMT, come la Diplopterys cabrerana.

Gli sciamani più esperti sono in grado di preparare un'ayahuasca che genera un trip di 4-6 ore attraverso l'universo psichedelico della DMT. Alcune persone piangono, altre vomitano. La maggior parte entra in uno stato onirico semi-cosciente. Lo sciamano ha anche il compito di guidare e monitorare tutti coloro che partecipano a questa esperienza. Ma un Brujos, o stregone, può anche suscitare angoscia in un turista indifeso e nauseato durante il trip dell'ayahuasca.

SASSOFRASSO

COME RICARICARE IL CERVELLO E RIPRENDERSI DAI POSTUMI DELLA MDMA

L'albero del sassofrasso cresce spontaneo in America Nord-orientale e in Asia orientale. La pianta di sassofrasso ha un aspetto abbastanza ordinario. L'unica eccezione è costituita dalle foglie, che sono separate in tre lobi distinti e somigliano a delle muffole. Nell'olio di sassofrasso, estratto dalla corteccia e dalle radici, si trovano elevate concentrazioni di safrolo. Esso è il precursore dell'MDA, dell'MDMA e del MDEA. Nel 1989 venne sintetizzato per la prima volta dal chimico tedesco Fritz Haber, per produrre ecstasy. Successivamente la sostanza fu brevettata dall'azienda chimica Merck nel 1914.

Conosciuta come "molly" negli Stati Uniti, l'MDMA sta vivendo un periodo di rinascita, ed è una delle droghe da party più utilizzate. L'elevata richiesta di ecstasy ha provocato una massiccia deforestazione degli alberi di sassofrasso. Purtroppo, per ottenere l'olio, è necessario abbattere l'intero albero. Attualmente le foreste tropicali della Cambogia vengono distrutte per estrarre l'olio.

FUNGHI ALLUCINOGENI

FUNGHI MAGICI: TUTTO QUELLO CHE C'È DA SAPERE

La pratica di consumare funghi allucinogeni risale a oltre 6.000 anni fa. Secondo gli esperti, alcune pitture rupestri risalenti a quest'epoca e rinvenute nella città di Villar del Humo in Spagna, nel 2011, raffigurano proprio un fungo allucinogeno locale, lo Psilocybe hispanica.
Prima ancora di sviluppare l'agricoltura, gli esseri umani esploravano le praterie alla ricerca di letame di mucca su cui crescessero i funghi alla psilocibina.

In epoca contemporanea, il consumo a scopo ricreativo diventò molto frequente durante il movimento controculturale degli anni '60. Le ricerche mediche in questo ambito vennero poi interrotte dalla "Guerra alla Droga". Di recente, la psilocibina ha riconquistato un certo consenso a livello medico, e viene considerata un trattamento valido contro depressione e altri disturbi. Gli studi scientifici sulle sostanze psichedeliche sono tornati alla ribalta. Come disse una volta Timothy Leary: "Just Say Know”.

Vedere Kit Di Coltivazione MushMush 'McKennaii'

RUTA SIRIANA (PEGANUM HARMALA)

PEGANUM HARMALA (10 GRAMMI)

La Ruta Siriana risale al tempo dell'Antica Persia. È una delle piante usate per preparare la sacra bevanda Soma. I sacerdoti Mazdei, o Magi di Persia chiamavano la loro pianta sacra Haoma. Gli psiconauti moderni hanno dunque scoperto che la cannabis non è necessariamente l'unico ingrediente per preparare la Soma.

Uno dei motivi più evidenti è che la marijuana non è allucinogena. Non lo è nemmeno la Ruta Siriana. Tuttavia, quest'ultima è chimicamente molto simile alla Banisteriopsis caapi usata per attivare la DMT nell'ayahuasca. Tale effetto è provocato dall'elevata concentrazione di inibitori delle MAO, piuttosto che dagli alcaloidi psicoattivi. I semi tritati di Ruta Siriana sono spesso utilizzati per preparare una bevanda analoga all'ayahuasca. Si ritiene che siano più digeribili, rispetto ai mix preparati dagli sciamani.

MIMOSA HOSTILIS (AKA JUREMA)

Mimosa Hostilis (10 grammi)

La Mimosa hostilis è una pianta robusta presente in tutto il Sud America, fino alla parte meridionale del Messico. Gli esemplari assomigliano a delle felci. Le loro foglie, cadendo, formano un substrato che diventa humus e nutre il terreno della foresta. Inoltre, le piante sono in grado di processare l'azoto, pertanto costituiscono una buona fonte di cibo per il bestiame. Questi alberi offrono anche un legno eccellente come combustibile o per opere di falegnameria. L'elevato contenuto di tannino protegge il legno e ne evita la decomposizione; è utile anche per conciare il pellame.

Gli psiconauti resteranno affascinati da questa pianta e dal suo contenuto di DMT. La mimosa hostilis può essere potenzialmente utilizzata per preparare un tè psichedelico. In abbinamento con la Ruta Siriana, la sostanza diventa attiva anche a livello orale. Il trip è intenso e persistente. Viene considerato simile a quello che si ottiene con l'ayahuasca. Di solito questa miscela viene utilizzata per sperimentare gli effetti della DMT, piuttosto che per fini spirituali o curativi.

MIMOSA HOSTILIS

Vedere Mimosa Hostilis (10 grammi)

COCA

EZ Test Cocaine Purity Test

Masticare le foglie di coca insieme al lime per ottenere una carica di energia extra è un'usanza che risale al 6.000 a.C., e viene praticata dalle tribù sparse nelle Ande e in Sud America. Le popolazioni indigene consumano questa pianta abitualmente per i suoi effetti stimolanti, come una normale tazza di caffè. La cocaina si ottiene con le stesse foglie della Erythroxylon coca.

In Sud America il "mate de coca" o il tè preparato con foglie di coca viene confezionato in bustine ed è considerato un drink benefico. Le foglie di coca sono effettivamente ricche di minerali e vitamine essenziali. Osservando questo fatto sotto un punto di vista cospirazionista, sembrerebbe che una qualche organizzazione segreta stia cercando di diffondere la cocaina ovunque. Recentemente sono infatti state scoperte misteriose varietà di coca, come la Boliviana negra, che è resistente agli erbicidi. A tutt'oggi persiste l'ipotesi che questa strana "supercoca" sia stata creata in laboratorio.

Top Shelf Grower

Scritto da: Top Shelf Grower
Veterano della coltivazione della Cannabis ed originario di Dublino, Irlanda, oggi vive nel sud della Spagna. Impegnato nella diffusione delle sue recensioni, fino a quando non verrà catturato o ucciso.

Scopri i nostri scrittori

Relativi Prodotti