6 Consigli Per Ridurre L'allungamento Delle Piante Di Marijuana

Pubblicato :
Categorie : BlogColtivare Cannabis

Allungamento Delle Piante Di Marijuana


Le piante di cannabis che si allungano eccessivamente, sviluppando ramificazioni esili e slanciate, sono meno propense ad offrire un raccolto di marijuana di qualità. In questo articolo vi riportiamo 6 consigli che vi aiuteranno a limitare l'allungamento delle vostre piante, ottenendo così i migliori risultati.

PERCHÉ L'ALLUNGAMENTO DELLE PIANTE DI CANNABIS È CONTROPRODUCENTE

L'obiettivo di tutti i coltivatori è raccogliere cime di prima qualità da piante di cannabis perfettamente formate. Tuttavia, un eccessivo allungamento delle piante potrebbe compromettere le aspettative. Un coltivatore deve sempre evitare che le proprie piante sviluppino una distanza internodale eccessiva. In questi casi i rendimenti e la qualità delle cime saranno meno soddisfacenti.

Anche i coltivatori più esperti disprezzano le piante troppo alte e slanciate, mentre quelli domestici devono mantenere sotto stretto controllo le dimensioni per ottimizzare le superfici di coltivazione più ridotte. Per questo motivo abbiamo deciso di elencare 6 semplici passaggi per evitare che le vostre piante si allunghino eccessivamente, diventando un problema per le colture.

1. SCEGLIERE CON CRITERIO LE VARIETÀ DA COLTIVARE

Il miglior modo per evitare che le piante di cannabis diventino troppo slanciate ed alte è quello di selezionare varietà di prima qualità a predominanza Indica. Si tratta di piante contenenti genetica Kush proveniente da zone montane ad alta quota, evolute naturalmente per assumere strutture più compatte e cespugliose, con distanze internodali più ravvicinate. Le varietà Indica sono famose per il loro aspetto tozzo e robusto, ideali per gli spazi di coltivazione più ridotti. I grandi classici "old-school" come la Northern Lights e l'Afghan Kush possiedono questi requisiti, sviluppando brevi distanze internodali.

All'estremità opposta troviamo le varietà Sativa. Le piante di marijuana a predominanza Sativa sono più slanciate e grandi, con dimensioni meno adatte per la coltivazione indoor. Potete applicare le più minuziose tecniche di potatura e piegatura per dare forma alle piante, ma le Sativa continueranno ad allungarsi significativamente anche durante la loro fase di fioritura. Molti coltivatori di varietà Haze, caratterizzate da lunghi tempi di fioritura, avviano il ciclo di luce 12/12 già al momento della semina per limitare l'allungamento (anche conosciuto con il termine inglese "stretching").

Gli ibridi sono spesso l'alternativa più consigliata. Sono piante che mostrano le migliori caratteristiche sia Indica che Sativa. Ad esempio, le varietà appartenenti alla famiglia Skunk sono le migliori da questo punto di vista. La Super Skunk con i suoi effetti da "blocco-divano"; la Lemon Skunk, dagli effetti inebrianti e dai sapori citrici; la Cheese, una varietà da veri intenditori. C'è una Skunk per ogni tipo di stoner.

E non dimentichiamoci le "automatiche". La maggior parte delle varietà di Cannabis autofiorenti sviluppa un'unica cime centrale, circondata da pochi rami secondari (eccezion fatta per le Super Auto formato XL). La maggior parte degli ibridi autofiorenti di nuova generazione tende a non superare il metro d'altezza sia indoor che outdoor, una valida alternativa per evitare qualsiasi problema di stretching. Ma le dimensioni non sono l'unico vantaggio delle autofiorenti. Queste piante non saranno forse amate da tutti quanti, ma rimangono comunque la migliore opzione per i coltivatori esordienti, grazie alla loro tolleranza e resistenza verso gli errori da principiante.

2. ASSICURARE UNA BUONA CIRCOLAZIONE DELL'ARIA

Buona Circolazione Dell'aria

I ventilatori svolgono un ruolo essenziale nelle coltivazioni indoor! Per ottenere i migliori risultati è essenziale installare una ventola d'aspirazione per immettere aria fresca ed un estrattore per eliminare l'aria stantia. È inoltre necessario un ventilatore a piedistallo (o almeno a clip) da posizionare all'interno della coltura. L'obiettivo è quello di creare una leggera brezza tra le piante. Quando non circola sufficiente aria durante la crescita vegetativa, le piante tendono a sviluppare rami più deboli e sottili che, in fase di fioritura avanzata, potrebbero spezzarsi sotto il peso delle infiorescenze. Non dimenticatevi di collegare gli opportuni condotti d'areazione e un filtro ai carbone attivo sull'estrattore, essenziali per eliminare tutti gli odori.

3. SPETTRO LUMINOSO

Spettro Luminoso

Mantenete uno spettro luminoso ottimale e ridurrete al minimo l'allungamento delle piante di marijuana, con il minimo sforzo. Le lampade che emettono luce blu/bianca sono più adatte per lo sviluppo del seme e delle piante in fase vegetativa, mentre quelle a spettro luminoso arancione/rosso servono per la fase di fioritura. Per ridurre al minimo lo stretching e le distanze internodali, è consigliabile usare impianti di illuminazione fredda con spettro blu/bianco, che possono essere posizionati anche a pochi centimetri dalle parti apicali delle piante. Secondo la vecchia scuola, le migliori lampade per la crescita vegetativa sono quelle MH o CFL a luce bianca, mentre per la fase di fioritura sono indispensabili le lampade HPS. Oggi, alcuni coltivatori preferiscono usare luci a LED Full Spectrum durante tutto il ciclo di vita delle piante, ma si tratta di un impianto d'illuminazione "futuristico" ancora poco diffuso.

4. CALORE

Le Alte Temperature

Le temperature possono stimolare o inibire la crescita di una pianta di cannabis. Al di sopra dei 29°C le colture possono subire un forte stress termico. Con temperature troppo fredde le piante tendono a crescere a stento e a rimanere più piccole, mentre in condizioni ambientali troppo calde le piante diventano più esili e slanciate e, in alcuni casi, possono manifestare l'ermafroditismo. Inoltre, uno stress termico sulle parti apicali di una coltura di cannabis può bruciare e danneggiare irrimediabilmente le foglie delle piante.

Nel peggiore dei casi, le alte temperature possono ostacolare la crescita delle infiorescenze, facendole diventare più allungate e meno compatte. Ciò si traduce in cime di qualità inferiore e di scarso valore commerciale. I coltivatori possono evitare questo sgradevole inconveniente posizionando le lampade alla giusta distanza dalle cime e mantenendo le migliori temperature interne, dalla semina al raccolto.

5. DISTANZIARE CORRETTAMENTE LE PIANTE

Distanziare Correttamente Le Piante

Un SOG sovraffollato non farà bene né a voi né alle vostre piante. Non siate avidi e piantate un numero adeguato di piante da distanziare correttamente. Quando una coltura è sovraffollata da piante che si toccano, con foglie che si sovrastano tra loro coprendo gran parte dei rami sottostanti, le rese finali saranno sempre inferiori alle aspettative. Le piante competono per la luce e sono stimolate a crescere verticalmente per poter sopravvivere in una coltura fitta e caotica, sviluppando strutture poco stabili. Nessuno vorrebbe mai raccogliere un esile piantino di 50cm circondato da infiorescenze "popcorn" poco compatte e piene di foglie.

6. ScrOG

ScrOG

Il metodo più efficace per forzare le piante ad assumere una struttura a baldacchino uniforme, da cui ottenere un abbondante raccolto di cime ben formate e compatte, è sicuramente lo ScrOG. Questa tecnica colturale viene spesso combinata durante la fase di crescita vegetativa con la cimatura, l'LST o il Supercropping. Porre una rete sopra le piante e intrecciare le loro ramificazioni fino ad occupare tutta la superficie orizzontale è il miglior modo per evitare che l'allungamento diventi un problema.

Anche le più selvagge Haze possono essere tenute a bada con lo ScrOG, ma le raccomandiamo solo ai coltivatori più esperti. Adottate almeno una delle tecniche di cimatura, LST e Supercropping per ottimizzare il vostro ScrOG ed eviterete efficacemente lo stretching nelle vostre colture.

Top Shelf Grower

Scritto da: Top Shelf Grower
Veterano della coltivazione della Cannabis ed originario di Dublino, Irlanda, oggi vive nel sud della Spagna. Impegnato nella diffusione delle sue recensioni, fino a quando non verrà catturato o ucciso.

Scopri i nostri scrittori

Relativi Prodotti