5 modi di aumentare il tuo raccolto di cannabis

Pubblicato :
Categorie : Blog

5 modi di aumentare il tuo raccolto di cannabis


Tutti i coltivatori considerano della massima importanza aumentare il rendimento dei raccolti. Con i nostri 5 semplici consigli anche i piccoli grow box con solo una o due piante possono produrre raccolti pesanti.

La coltivazione di cannabis è un hobby divertente per il coltivatore domestico, ed è soprattutto il modo migliore di restare autosufficienti. Per non dire che alcune delle migliori varietà sono coltivate indoor, all’interno di tende nascoste in cantine, mansarde o stanze libere nelle case.

Aumentare i raccolti di cannabis non deve diventare complicato e tu non devi rischiare con setup commerciali come i grandi SOG (Sea of Green). Ti proponiamo invece 5 modi di aumentare il tuo raccolto di cannabis che funzionano realmente in un ambiente casalingo. Che tu sia pieno di soldi o senza un quattrino, il nostro metodo permette di soddisfare le tue esigenze personali aumentando il raccolto giusto in tempo per il prossimo raccolto.

1. METTETE A PUNTO IL SISTEMA

Qualsiasi metodo di coltivazione tu abbia scelto, devi farlo funzionare in modo fuido. Questo significa che tutto deve essere perfettamente a punto.

Il primo vantaggio della coltivazione indoor rispetto a quella all’aperto è questo: il controllo dei parametric ambientali è nelle mani del coltivatore invece che di Madre Natura.

I raccolti di cannabis possono aumentare drasticamente e a costo zero semplicemente governando meglio i paramentri ambientali e migliorando il regime di nutrienti per la pianta.

Se non riesci a ottenere i risultati aspettati dalla tua coltivazione applica il principio del rasoio di Occam. Esamina le cose più semplici e fatti delle domande.

È obbligatorio mantenere l’ambiente sotto controllo. La temperatura deve essere sempre compresa fra 20 e 28°C durante le ore di luce, e non deve scendere sotto i 15°C nel periodo di buio.

La circolazione dell’aria può essere migliorata aggiungendo un ventilatore oscillante oppure dei ventilatori agganciabili a pinza se lo spazio è molto limitato.

Anche nella coltivazione della cannabis l’attenzione per i dettagli è importante. Alcune piccole cose sono fondamentali e aiutano a non rovinare i raccolti: ad esempio scovare subito i parassiti e identificare le malattie, risolvendo immediatamente ogni situazione pericolosa.

 

 

Hobby growroom

Scoprire una fuga di luce in una grow box e applicare il nastro adesivo evita di disturbare il ciclo notte/giorno che stresserebbe le piante. Se i ragnetti rossi hanno infestato le vostre piante nell’ultimo raccolto, allora pulitevi la coscienza e preparate i prodotti antiparassitari per il prossimo ciclo di coltivazione.

2. METTETE A PUNTO IL SISTEMA A 11

Una volta che il vostro sistema di coltivazione è perfettamente a punto e avete ottenuto alcuni raccolti con risultati uniformi, forse è il momento di una messa a punto ancora più precisa. “Se non è rotto, non toccarlo” è un consiglio sempre valido e noi non stiamo parlando di aggiustare qualcosa, ma di renderlo più grande.

If ain't broken, fix it

 


Esattamente. Mantieni il tuo stesso sistema di coltivazione, ma rendilo più grande. Se normalmente coltivi in contenitori di plastica da 11 litri, allora considera di salire a 20 litri. Stesso discorso per vasi e sistemi idroponici.

Un grow box medio è alto 2 metri e noi ti suggeriamo di utilizzare ogni suo singolo centimetro. Se puoi, non coltivare piante, coltiva alberi. L’aumento di costi è limitato ai vasi più grandi, maggior quantità di terra e fertilizzante e maggior periodo di crescita vegetativa. Per tutto il resto, avete sempre le vostre amate piante, ma molto più grandi.

LA SANTISSIMA TRINITA’ DEL TRAINING

Cannabis training

LOW STRESS TRAINING (LST)

Un gran bel modo di addomesticare anche la varietà di cannabis più selvaggia è l’applicazione del metodo LST, piuttosto che della potatura. Durante la loro crescita vegetativa le piante di cannabis sono flessibili e possono essere piegate facilmente. Usando un cordino e poco altro, con mano leggera, il tronco e i rami laterali possono essere piegati in basso e legati per favorire una crescita vigorosa a cespuglio.

Questa tecnica aggiunge almeno un paio di settimane alla fase vegetativa, in base a quanto spazio hai per giocare. Con una tecnica LST solamente un paio di piante sono in grado di riempire completamente un grow box.

TOPPING

La potatura della cima apicale o del fusto principale favorisce la crescita di rami e di numerose cime laterali, piuttosto che dell’infiorescenza principale. Ogni potatura origina di solito due nuovi getti, aumentando così la densità della pianta.

Come il LST, il Topping può essere applicato a diversi livelli, in base a quanto vuoi rendere la pianta cespugliosa. È meglio praticare il topping durante la crescita vegetativa lasciando almeno due settimane come tempo per il recupero dallo stress.

FIM

Il topping è il principale metodo di potatura usato per aumentare il raccolto. Una sua leggera variante è la tecnica FIM. In breve, al posto di fare un taglio preciso e pulito per produrre due getti, con il FIM se ne producono quattro. Il FIM si ottiene nel modo migliore semplicemente pizzicando via con le dita il terzo superiore del getto. È come una potatura fatta a mano da un pigro senza forbici, ma stai tranquillo che è un modo ben sperimentato di aumentare il raccolto. Ancora una volta, meglio applicarlo durante la fase vegetativa e lasciare due settimane di recupero.

4. ScrOG - SCREEN OF GREEN

Il training con metodo ScrOG è il livello 11. Quando sei diventato familiare con il training e la potatura, il prossimo passo logico è l’installazione di uno Screen of Green. Questo sistema fa esattamente quello che dice il suo nome.

Un tempo realizzare e installare uno ScrOG era un progetto fai-da-te che richiedeva tempo e gite dal ferramenta per procurarsi tutto il necessario. Oggi esistono reti ScrOG facili da montare e da acquistare con pochi clic di mouse.

 

ScrOG indoor

PIegare e intrecciare anche una sola pianta di cannabis per riempire uno ScrOG di un metro quadro può produrre una foresta di cime densa e con un’incredibile resa. Il solo vero costo dello ScrOG è il tempo. Se hai la pazienza di attendere un ciclo di crescita un po’ più lungo, la tua ricompensa al momento del raccolto sarà spettacolare!

5. MONSTER CROPPING

La maggior parte dei grower che puntano a grandi rese preferiscono i cloni piuttosto che coltivare dal seme. La fase di germogliatura porta infatti troppe variabili e ogni volta è un po’ una scommessa. Invece con le talee si conosce esattamernte la quantità di piante che cresceranno, non si creano problemi e si suppone che si scelgano genetiche in grado di offrire cime da premio.

Saper clonare una pianta è una grande capacità per un coltivatore. Ma... hai mai pensato di tagliare dei cloni dalla pianta nella quinta settimana di fioritura? Questa è una potatura estrema. Tutto quello che devi fare è aspettare il giorno 28 per tagliare.

Questa tecnica offrre al coltivatore più tempo per selezionare la pianta madre e risulta più efficace rispetto al taglio dei cloni durante la crescita vegetativa.

Non ti stiamo prendendo in giro. I cloni tagliati dalle piante in fase di fioritura crescono fino a diventare mostri. È una cosa che devi vedere per credere. Con questo metodo puoi ottenere raccolti incredibili e preservare genetiche preziose. È sicuramente solo per coltivatori esperti, ma prima o poi ci arriveremo.

PENSIERI FINALI

Diffida delle aziende che offrono meravigliose formulazioni per aumentare i raccolti. Questi prodotti sono quasi sempre acqua sporca camuffata da liquido magico.

Cannabis ledAllo stesso modo, non fidarti di quelli che ti raccomandano di passare dalla tua HPS 600 Watt a una 1000 Watt per avere automaticamente raccolti più pesanti. Non è così. Le lampade da 1000 Watt servivano alle coltivazioni commerciali di una volta. Le temperature vanno alle stelle e quindi anche la bolletta elettrica.

Il futuro delle lampade da coltivazione sono i LED. Queste sono ancora tecnologie sperimentali con numerose variabili, ma il diodo a 3W sembra essere oggi l’innovazione che ha superato le lampade HID.

Stai molto attento a chi ti consiglia di pompare CO2 nel tuo grow box per aumentare la resa del raccolto. Noi crediamo sinceramente che questa sia una pazzia, e che con la CO2 rischi di uccidere te stesso e le altre persone che abitano in casa.

È impossibile garantire sempre un grande raccolto e quindi tutti i coltivatori devono fare quello che possono per ottenere le migliori condizioni per le proprie piante. Aiutandoci con le genetiche giuste ce la possiamo fare tutti.

 

         
  Top Shelf Grower  

Scritto da: Top Shelf Grower
Veterano della coltivazione della Cannabis ed originario di Dublino, Irlanda, oggi vive nel sud della Spagna. Impegnato nella diffusione delle sue recensioni, fino a quando non verrà catturato o ucciso.

 
 
      Scopri i nostri scrittori  

Relativi Prodotti