5 Importanti Celebrità che Non Avreste Mai Pensato Fossero Favorevoli alla Marijuana

Pubblicato :
Categorie : Arte & CulturaBlogConsumo Di CannabisLeggi sulle drogheOpinione

5 Importanti Celebrità che Non Avreste Mai Pensato Fossero Favorevoli alla Marijuana


Quando pensate ai sostenitori della cannabis, vi possono venire in mente: Willie, Rihanna, e sicuramente Snoop. Comunque ci sono fumatori meno appariscenti che sono appassionati di erba. Date un occhio alle 5 celebrità che non pensereste mai siano pro-erba.

I supporter della cannabis sono sorprendenti. Alcune volte, quelli che pensiate difendano le vostre abitudini di fumatore d'erba si dimostrano contrari mentre quelli che sembrano conservatori, quando si tratta di cime, diventano sostenitori informati. Nella cultura popolare, ci sono alcune importanti icone dell'erba - quelle che il loro attivismo è collegato al loro uso della cannabis.

Comunque ci sono numerose celebrità che sostengono o consumano la cannabis ma, mantengono un profilo più basso di Snoop Dogg e Willie Nelson. Qui sotto, daremo un'occhiata alle 5 celebrità più importanti che non pensereste mai siano pro-erba. Questi individui potrebbero non essere i primi che vi vengono in mente quando pensate alle icone pro cannabis ma, dopo aver letto questa lista, avrete un nuovo gruppo di celebrità che fumano erba da ammirare.

1. BARACK OBAMA

Sostegno Della Cannabis: Barack Obama

Francamente parlando del suo passato da consumatore d'erba, l'ex presidente degli Stati Uniti Barak Obama, non è estraneo al fumare erba. Infatti, Obama fu uno che apparentemente dettava la moda della cannabis mentre frequentava la scuola superiore nelle Hawaii, con una pratica conosciuta come “TA” o assorbimento totale. Questa pratica consiste nel trattenere il fumo nei polmoni il più a lungo possibile, affinché il THC venga assorbito al massimo. Una volta finito avrai il permesso del Presidente di espirare.

La cosa ancora più sorprendete è che Obama era uno che interrompeva frequentemente la rotazione delle canne andando oltre la regola del passaggio della canna, intercettandola quando tutti erano distratti. Diciamo che non è uno dei comportamenti più presidenziali ma un simpatico aneddoto.

Oggi, Obama potrebbe non consumare più cannabis (o almeno apertamente) ma, rimane permissivo nella sua possessione ed uso. In più, per perdonare gli individui incarcerati con accuse riguardanti droghe leggere, Obama supporta il trattamento della cannabis in modo equivalente alle sigarette ed alcolici. Come parte della sua intervista di uscita nel 2016, Obama desiderava, pur non promuovendo l'abuso delle sostanze, che il governo trattasse l'uso delle droghe come un problema di salute pubblica e non come un crimine.

Non più parte della “Choom Gang”, con cui giocava insieme a basket e fumava erba, Obama è icona improbabile che sta diventando sempre più popolare sotto un nuovo regime politico più conservativo.

2. MADONNA

Sostegno Della Cannabis: Madonna

La cantante americana Madonna non è nuova a controversie anche se non ha avuto molta attenzione come supporter della cannabis. Mantenendo le sue abitudini con l'erba nascoste, la cantante di "Vogue” fa parte dei tanti artisti che consumano cannabis per ottenere ispirazione.

In una sua intervista recente, Madonna ha ammesso di aver fumato una canna prima di dire la parolaccia inglese che inizia con F nel The Tonight Show con David Letterman. Essendo uno dei suoi migliri strumenti per bloccare mentalmente i paparazzi i signornò, l'erba è stata un alleata durante la carriera decennale della Material Girl.

L'influenza di Madonna nel mondo della musica pop è quasi impareggiabile. Con una dedizione nel reinventare il suo suono e stile incarna l'immagine di un fattone dinamico e di successo. In direzione verso l'età di 60 anni, Madonna continua a registrare e far uscire musica, vendendo esibizioni altamente energiche in giro per il mondo.

E come ultimo, l'ondata più grande che ha portato madonna nel mondo dell'erba coinvolge il suo figlio Rocco di 16 anni. L'adolescente fu arrestato a Londra per possesso di marijuana ed ha alzato un polverone mediatico. Comunque, da classico comportamento fashion di Madonna, ha rilasciato una dichiarazione in cui esprime amore e supporto per suo figlio mentre chiedeva privacy dai fan e media.

3. STING

Sostegno Della Cannabis: Sting

Nel 2010, l'attivista e leader dei Police Sting ha scritto una colonna per l'Huffington Post intitolato “Let’s end the War on Drugs.” A parte il suo titolo deciso, i lettori furono coinvolti dalla scelta bizzarra dell'autore. Sting sembrò sorprendentemente sconvolto dalla mancanza di pazienti che accedevano ai prodotti della cannabis medicinale.

Se questo non vi rende chiara l'idea del suo supporto alla cannabis, Sting ha anche ammesso l'uso della cannabis per ispirazione creativa. Nell'intervista pubblicata su Rolling Stones nel 2014, Sting disse all'autore Ryan Reed: «se mi sento bloccato su un testo oppure se un idea non funziona bene, a volte un tiro d'erba mi può aiutare». Anche se, ha detto che non è un fumatore sociale, preferisce usare la cannabis come uno strumento artistico, “proprio come una penna”.

Nel 2011, Sting fece parte di una lettera aperta indirizzata al primo ministro David Cameron per depenalizzare il possesso di droga. Il cantante sostenne che: «dare ai giovani precedenti penali per possesso di droghe leggere serve a poco - è ora di pensare a soluzioni più fantasiose per affrontare l'uso delle droghe nella nostra società».

Lo stile musicale di Sting è influenzato dalle culture del mondo e questo viene evidenziato dalla sua partecipazione in diverse campagne per i diritti umani, soccorsi per i disastri e risposte alle crisi ambientali.

A parte il suo apparente stato attuale da icona della cannabis e sostenitore della medicina, Sting vanta di una carriera musicale impressionante, vincitore di diversi Grammy per il suo lavoro con i Police e per la sua carriera da solista.

4. MICHAEL PHELPS

Sostegno Della Cannabis: Michael Phelps

Se uno dei più grandi atleti di tutti i tempi è un fattone, è una prova della sicurezza intrinseca della cannabis. Michael Phelps è l'atleta olimpico più premiato di tutti i tempi ed un eroe americano quando si tratta di sport e atletica.

Durante la visita all'Università del sud Carolina nel 2009, Phelps fu fotografato mentre stava apparentemente facendo un tiro dal bong di un suo amico. Più tardi, Phelps disse agli investigatori che la sostanza che stava fumando era erba. Come ogni risposta esplosiva dei media, Phelps perse il suo sponsor (la Kellogg's) e come punizione fu sospeso dall'USA Swimming organisation per la durata di tre mesi.

Phelps, soffri più di ogni altra cosa per le critiche dei fan e dei media per i mesi successivi alla vicenda. Negli anni dopo lo scandalo, Phelps fece comunque competizioni in altre due Olimpiadi estive fino a quando l'atleta raggiunse un totale di 28 medaglie olimpiche.

La cosa interessante a proposito del suo scandalo è che lui non fallì mai ad un test della droga. Infatti, il nuotatore prese parte ad un organizzazione dal nome Project Believe, che testa atleti più di quanto richiesto dalle guide internazionali. In pratica, Phelps non ha mai rischiato la sua carriera usando l'erba, l'ha semplicemente usata nel suo tempo libero, fuori dalla stagione per godersi un tiro di bong o due. Non possiamo biasimarlo!

Mentre Phelps soffrì di abuso d'alcol e depressione, ha anche investito 1.000.000 di dollari nella Michael Phelps Foundation che promuove uno stile di vita salutare per gli atleti e nuotatori giovani.

5. MORGAN FREEMAN

Sostegno Della Cannabis: Morgan Freeman

Se dovete indovinare quale attore leggendario e rispettato dice dell'erba che: «la mangio, la bevo, la fumo e la sniffo!» non dovete fare altro che pensare a Morgan Freeman! Credeteci o no, Freeman non è un sostenitore timido della cannabis. Nel 2003 l'attore ha dichiarato «non mollate mai la ganja» e da li divenne un grande sostenitore dell'erba e del suo effetto migliorativo sugli effetti della fibromialgia di cui è affetto.

Nel suo modo originale, Freeman ha discusso su come la legalizzazione sia una realtà in crescita e, su come stia diventando sempre più chiaro che i benefici medicinali dell'erba battano in modo grandioso qualsiasi beneficio di altre droghe come l'alcol.

Freeman proviene da una generazione di attori che sembrano diventare sempre più conservatori con il passare degli anni. Comunque, questa celebrità iconoclastica sembra che si apra sempre a nuove opportunità e sviluppo scientifico con il passare degli anni. Forse questo è il motivo per cui è uno degli attori e narratori più amato di questi tempi. Basta semplicemente sentire la sua voce calda e fiduciosa per capire capire il suo approccio mentalmente aperto alla sua carriera e alla sua vita.

L'attore ha dichiarato che ha iniziato a fumare erba con l'influenza di sua moglie. Dopo di che, Freeman divenne un fan devoto e consumatore che utilizza la cannabis apertamente mentre, vive con piacere una carriera veramente inimitabile.

QUOTAZIONI D'ONORE

Non tutti i sostenitori della cannabis sono anche suoi consumatori. Prendete il Dalai Lama per esempio, che non è in disaccordo con l'erba anche se non gli è permesso fumarla. Anche se il suo pensiero è che le droghe ed alcol andrebbero evitate, ammette che bisogna usare la marijuana per curare condizioni mediche e che desidera che più medici esperti la prescrivano.

Il conduttore televisivo e guida turistica Rick Stevens, è uno dei più sorprendenti sostenitori della legalizzazione della marijuana. Oltre ad essere un semplice sostenitore, Rick Stevens è anche un sorprendente fattone che ha dichiarato: «ho usato la cannabis in giro per tutto il mondo».

La celebre poetessa Maya Angelou è considerata una delle più potenti voci della sua generazione con lavori come “I know Why The Caged Bird Sings”. Si scopri che Angelou, nella sua gioventù, fu anche una fumatrice di cannabis come molti altri scrittori ed artisti dei suoi tempi.

MOLTI ALTRI SOSTENITORI PRONTI A DICHIARARLO

L'aumento di celebrità che supportano la cannabis, nei decenni passati, non fu un processo facile o veloce. Fino agli ultimi anni, l'erba fu largamente proibita in tutto il mondo e portò a rischio le carriere di chi la sosteneva in modo esplicito. Comunque, ora la cannabis sta diventando parte del mainstream e anche un marchio estetico per celebrità come RIhanna e Willie Nelson, molti altri sostenitori lo stanno dichiarando, ammettendo che hanno sempre amato la ganja.

Guest Writer

Redattore Ospite
Di tanto in tanto, abbiamo l'occasione di collaborare con redattori ospiti qui a Zamnesia. Si tratta di persone provenienti dagli ambienti più diversi, il che rende inestimabili la loro conoscenza ed esperienza.

Scopri i nostri scrittori

Relativi Prodotti