5 Erbe Per Aiutarvi A Fare Sogni Lucidi

Pubblicato :
Categorie : BlogErbe e SemiTop
Ultima modifica :

Erbe Sogni Lucidi


Se state cercando un ausilio erboristico per i vostri tentativi di sogno lucido, abbiamo la lista per voi. Qui sotto trovate una selezione di erbe tradizionali tutte empiricamente ritenute capaci di aiutare il sognante a raggiungere uno stato di lucidità. Provatele dunque!

Sogni lucidi e stati di coscienza alterata svolgono un ruolo centrale nelle pratiche spirituali e medicinali di società ancestrali e popolazioni indigene. Mentre molte delle sostanze usate dai nostri antenati per migliaia d'anni (come ayahuasca, peyote, e funghi) sono ora strettamente regolate dai nostri governi, esistono tuttavia alcune valide alternative legali per quelli di voi che desiderano fare esperienze con stati onirici.

Qui di seguito trovate una lista delle migliori sostanze ed erbe per indurre sogni lucidi. Ricordate, è stata fatta pochissima ricerca scientifica su questi prodotti, quindi usatene con attenzione e rispetto.

Nota: Salvo in caso di indicazione contraria, gran parte delle erbe di questa lista sono legali. Tuttavia, non mancate di fare sempre un doppio controllo delle vostre leggi locali per accertarvi che state agendo in ambito legale.

RADICE DEI SOGNI AFRICANA (SILENE CAPENSIS)

Radice dei Sogni africana

Silene capensis, conosciuta come Radice dei Sogni africana, è una pianta originaria della punta orientale del Sudafrica. È stata usata per secoli dagli sciamani della tribù indigena dei Xhosa per rituali spirituali. Talvolta in Occidente viene designata in maniera informale come la “pianta della polvere da sparo” o “tabacco selvatico”.

Gran parte delle informazioni esistenti sui Xhosa ed il loro uso di Silene capensis ci vengono da Manton Hirst (Indo-Pacific Journal of Phenomenology) e Jean-Francois Sobiek (curatore, etnobotanico, ed istruttore di fitness), che hanno trascorso alcuni anni vivendo con la tribù ed osservandone le usanze.

Come suggerisce il nome, il potere di questa pianta risiede nelle sue radici. Queste vengono spesso cucinate in una sorta di intruglio, simile al modo in cui vengono preparate altre sostanze psicoattive come peyote o torcia boliviana. Il miscuglio viene poi ingerito, e cominciano a manifestarsene gli effetti.

I Xhosa usano la Silene capensis per molti dei loro rituali, compreso il loro tradizionale rituale mortuario, nel quale il miscuglio viene spalmato su un bufalo che viene poi macellato e mangiato. Il miscuglio viene anche bevuto prima di mangiare.

Gli sciamani Xhosa usano Silene capensis anche come medicinale, per migliorare la memoria e trattare disturbi mentali. I Xhosa apprezzano molto questa pianta, ma è importante notare che non produce risultati garantiti. Certe persone potrebbero sperimentare giusto un sonno più profondo, che le fa poi sentire fresche e rivitalizzate. Altre però possono sperimentare sogni molto vividi e lucidi, estremamente memorabili.

Tradizionalmente la radice viene pestata fino a produrre un liquido denso e spumoso. Suggeriamo tuttavia di polverizzarla e prepararla in capsule per un consumo diretto. La dose raccomandata è di circa 500-3000mg al giorno, che è anche molto più facile da misurare in forma di capsula. Consigliamo di prenderne dosi più piccole per i primi giorni, per poi, se necessario, aumentare gradualmente fino a 3000mg.

Sebbene esista poca informazione scientifica sui composti attivi presenti nella radice, numerose fonti suggeriscono si tratti di saponine triterpeni, un tipo di terpene noto per avere effetti sul sonno ed anche per la sua azione antiossidante, di inibitore virale, e di riduzione del colesterolo.

MUKANYA KUDE

Mukanya Kude

Mukanya Kude è un'altra sostanza onirica originaria del continente africano. È ricavata dalla corteccia dell'Albero della Febbre, o Acacia xanthophloea, e viene spesso erroneamente classificata come un'erba. La Mukanya Kude è stata usata per secoli dalle tribù native africane, specialmente gli Zulu, che spesso la inseriscono nei loro rituali sciamanici.

È originaria dell'Africa orientale e meridionale e cresce naturalmente in diversi Paesi, tra cui Botswana, Kenya, Malawi, Mozambico, Somalia, Sudafrica, e molti altri.

L'albero può crescere fino a 25 metri d'altezza, e si caratterizza per delle minute foglioline ed una corteccia molto liscia, quasi farinosa, che generalmente sfoggia una ricca tinta giallo-verde. Produce anche dei bei fiori paffuti di un giallo brillante.

La corteccia dell'albero viene spesso usata dai nativi per indurre sogni lucidi. Sebbene il modo di prepararla possa variare, solitamente viene fatta fermentare insieme ad altre erbe e piante medicinali (fra le quali Silene capensis e Synaptolepis kirkii) per ricavarne una bevanda densa e schiumosa. Gli sciamani perlopiù usano l'erba come uno strumento divinatorio, e la consumano prima di dormire per aiutarli ad indurre sogni vividi, memorabili, e particolarmente lucidi. Le tribù la usano anche come medicina per curare la malaria ed una serie di altre malattie.

In questi sogni, alcuni riferiscono di aver trovato risposte ad interrogativi particolarmente sconcertanti, rivelazioni, o perfino la capacità di comunicare con gli antenati. La Mukanya Kude viene spesso consumata in associazione con altre erbe, ma può anche essere usata da sola. Mettete in infusione la radice polverizzata in acqua bollente per circa 5-10 minuti, scolatela, e bevetela come un normale tè. Come con altre sostanze che inducono sogni lucidi, è meglio consumare la Mukanya Kude non più di un'ora prima di andare a letto.

CALEA ZACATECHICHI

Calea Zacatechichi

Calea zacatechichi, spesso chiamata semplicemente “erba dei sogni”, viene preparata con una specie di pianta fiorita originaria dell'America centrale. Spesso viene designata come “erba amara”, o Calea messicana. Come molte delle sostanze su questa lista, questa pianta è profondamente radicata nella cultura indigena del Messico e delle regioni circostanti.

Gli Zoque, un popolo nativo del Messico, la usano per curare diarrea ed asma, per esempio, mentre i Mixe la usano per curare dolori di stomaco e febbre. In particolare, si riferisce che il popolo Chontal di Oaxaca usa la pianta come strumento di divinazione. Si crede che la pianta fumata, infusa in un tè, o addirittura piazzata sotto il cuscino, induca sogni lucidi, memorabili, e vividi.

I termini nativi per designare la Calea zacatechichi includono “gomma amara”, “erba bianca amara”, ed “erba amara”, principalmente a causa del gusto estremamente amaro della pianta. Per coprirlo, la si prepara a volte insieme a dei fiori d'osmanto.

Come è il caso per molti onirogeni, i composti precisi che danno alla Calea zacatechichi la sua capacità unica di alterare gli stati e le strutture dei sogni sono sconosciuti. Tuttavia, le sostanze che sono state isolate da questa pianta comprendono degli speciali terpeni e flavonoidi. I terpeni sono ritenuti attivamente responsabili degli effetti della pianta sul sonno.

Calea zacatechichi può essere preparata in infusione come un tè, e dolcificata con zucchero o miele. In alternativa, può essere assunta anche oralmente sotto forma di compresse. Come sempre, è meglio cominciare con dosi più basse, anche perché la pianta è nota per produrre effetti secondari come vomito, nausea, ed allucinazioni.

Nota: Calea zacatechichi è illegale in certi posti, come la Polonia ed alcuni Stati degli USA.

DEVIL'S CLAW

Devils Claw

Malgrado il suo nome inquietante, Devil's Claw è un'erba molto rilassante, preziosa nel trattamento di dolori e infiammazioni, come anche per indurre sogni coscienti. Devil's Claw viene preparata con le radici della Harpagophytum procumbens, una specie di pianta originaria del Sudafrica.

La pianta si trova principalmente nelle regioni orientali e sudorientali di Namibia, Southern Botswana, e la regione del Kalahari del Northern Cape, in Sudafrica. Cresce di solito in suoli profondi e sabbiosi di aree con scarse precipitazioni. Produce steli rampicanti ed un particolare frutto a capsula dalla forma di artiglio, che contiene i semi della pianta.

La pianta svolge un ruolo importante nella medicina popolare africana, ed è ritenuta efficace nel trattare dolori ed infiammazioni in una serie di malattie. Purtroppo, su questa specie vegetale si sono compiute pochissime ricerche, sebbene alcuni studi abbiano scoperto che la pianta può produrre degli effetti ridotti su dolori dorsali ed artriti. In Germania, tuttavia, Devil's Claw viene venduta come una medicazione da banco contro il dolore.

La pianta è ritenuta efficace contro gotta, emicranie, malattie della pelle, colesterolo alto, febbre, e perdita di appetito. Tuttavia, è importante notare che molte di queste affermazioni si basano su prove aneddotiche e non su test clinici.

Le radici di Devil's Claw vengono di solito vendute in forma di polvere, che può essere assunta in capsule, con gli alimenti, o infusa in un tè. Sebbene non sia particolarmente un'erba dei sogni, Devil's Claw è una sorta di sostanza buona per tutto, che molte persone inseriscono nelle loro abitudini quotidiane o nell'armadietto delle medicine. Le dosi di Devil’s Claw consistono di solito in 50g circa. Come con le altre sostanze di questa lista, è sempre preferibile cominciare con poco e comporre il vostro dosaggio secondo necessità, una volta che vi siete familiarizzati con la pianta ed i suoi effetti.

UVUMA-OMHLOPE

Uvuma Omhlope

Quest'erba si ottiene dalla Synaptolepis kirkii, un tipo speciale di arbusto originario dell'Africa. Ancora una volta, questa pianta ha una lunga storia come medicina popolare, e svolge un ruolo particolarmente importante nei rituali spirituali e religiosi di tribù come Zulu e Xhosa.

La pianta vanta un bellissimo aspetto, con foglie verde azzurro, uno stelo nero, e radici bianche come porcellana, che contengono gran parte delle proprietà uniche della pianta. Come è frequente con molte delle sostanze da sogno usate dalle popolazioni indigene dell'Africa, Uvuma-Omhlope viene di solito preparata come bevanda in combinazione con altre erbe.

Si dice che la pianta produca effetti simili a quelli della Mukanya Kude, ed offra una guida sotto forma di sogni vividi, memorabili e lucidi. Ancora una volta, si dice che la pianta aiuti le persone ad entrare in contatto con gli antenati, ed a trovare una profonda unità con la natura ed il mondo spirituale.

Di tutte le sostanze su questa lista, questa è probabilmente la meno comune. Perciò, pochissime ricerche sono state fatte sulla pianta ed i suoi composti; il che vuol dire che non sappiamo bene come interagisce con il nostro organismo.

Per i migliori risultati, suggeriamo di infondere le radici di Uvuma-Omhlope in acqua bollente per circa 5 minuti, filtrare il miscuglio, e berla come un normale tè non più di un'ora prima di andare a letto.

Ricordate che molte delle erbe di questa lista sono medicine popolari alternative, perciò non aspettatevi di trovare studi clinici dettagliati su ciò che sono ed il loro modo di agire. Purtroppo, la nostra società ha perso contatto con molti dei procedimenti curativi e spirituali tradizionali praticati dai nostri antenati, quindi starà a voi sperimentare con varie di queste piante per vedere quali funzionano meglio per voi.

Per migliori risultati e per la vostra sicurezza, preparate ogni erba secondo le istruzioni riportate sulla confezione o in quest'articolo. Ed infine, evitate di mischiare alcuna di queste sostanze con alcool, altre droghe ricreative, o farmaci.

 

         
  Steven Voser  

Scritto da: Steven Voser
Steven Voser è un giornalista internazionale freelance, nominato per un Emmy Award, e dotato di grande esperienza. Grazie alla sua passione per tutto ciò che riguarda la cannabis, dedica attualmente molto del suo tempo ad esplorare il mondo dell'erba.

 
 
      Scopri i nostri scrittori  

Relativi Prodotti