3 Modi per Pulire Pipe & Bonghe Sporche

Pubblicato :
Categorie : BlogCannabis

3 Modi per Pulire Pipe & Bonghe Sporche

Vi piacerebbe dare qualche boccata alla vostra bonga, ma la ritrovate più sporca del solito e con un sapore piuttosto sgradevole. È probabile che la vostra bonga sia sporca ed intasata, e che ci sia bisogno di una bella pulizia!

Una pipa o una bonga sporche non servono ad altro che a farvi sembrare degli zozzoni. È una questione di educazione e di igiene, non esiste motivo per ridurre questi oggetti a degli orrori della pulizia. Oltre al fatto che così facendo si peggiora l'esperienza di fumare con questi strumenti, pensate veramente che ai vostri amici possa far piacere usare una vecchia bonga incrostata, quando viene il loro turno? Una bonga, o una pipa, sporca diventa terreno fertile per la proliferazione di ogni sorta di batteri nocivi, e rovina il piacere di tutti coloro che ne usufruiscono.

Fortunatamente, pulire una bonga o una pipa è assolutamente semplice e richiede pochi minuti. Inoltre, oltre ad essere cosa buona e giusta pulirle il più possibile, ricordatevi che dovrete ripetere le operazioni almeno una volta alla settimana, per mantenerne l'efficienza e la freschezza.

Ecco tre modi per fare le cose come si deve:

FATE SCORRERE ACQUA BOLLENTE (SE LA VOSTRA BONGA/PIPA LO CONSENTE)

Se la vostra bonga o la vostra pipa sono in pietra o resistono all'acqua bollente, allora fatecela scorrere dentro un po': è un ottimo modo per ripulirle e sterilizzarle. Se siete soliti ad una pulizia quotidiana, allora questo è il metodo giusto per mantenere buoni livelli di igiene, assicurandovi di non peggiorare le cose fino al punto di dover intervenire in maniera più drastica. Tuttavia, se la vostra bonga, o pipa, è seriamente incrostata, allora avrete bisogno di ricorrere a qualche cosa di più estremo.

USARE ALCOOL E SALI DI EPSOM

Per portare la vostra capacità di pulire ad un livello superiore, allora potete ricorrere ad una combinazione di alcool e sali di Epsom. Per fare ciò, innanzitutto dovrete far scorrere all'interno della vostra bonga, o pipa, acqua corrente per rimuovere ogni eventuale sporcizia più grossolana. Dopodiché aggiungete qualche granello di sale di Epsom, solitamente mezza tazza circa è sufficiente per una bonga intera.

A questo punto aggiungete l'alcool. Molte persone ricorrono all'alcool denaturato, ma potreste impregnare la vostra attrezzatura. Alcuni collutori a base alcolica, come il caro vecchio Listerine, possono essere una valida alternativa, e lasciano un fresco profumo. Alcuni preferiscono, invece, utilizzare prodotti come l'aceto. Qualsiasi cosa decidiate di utilizzare, probabilmente avrete bisogno di una quantità di circa mezza tazza, ma tutto dipende dalla dimensione della bonga. Per le pipe, ovviamente, ce ne vuole di meno.

Tappate ogni buco e scuotete vigorosamente per qualche minuto. A questo punto non vi rimarrà che risciacquare il tutto molto bene, sotto acqua corrente! Se la vostra bonga o la vostra pipa sono davvero molto incrostate di vecchie resine e sporcizia, allora dovrete ripetere il procedimento, ma normalmente una volta è sufficiente. Potete, inoltre, ricorrere all'utilizzo di cotton fioc o scovolini per pipe, per rimuovere anche lo sporco più ostinato presente nei punti più difficili da raggiungere.

UTILIZZO DI PRODOTTI SPECIFICI

A volte il libero mercato può essere piuttosto interessante: si possono trovare prodotti specifici praticamente per qualsiasi cosa che possiate immaginare, compresa la pulizia dei vostri strumenti per fumare. Anche se non sono indispensabili, possono sicuramente rendere le cose più veloci e facili, senza farsi prendere dall'agitazione. Assicuratevi, però, di scegliere un prodotto sicuro, visto il proliferare di marchi truffaldini di prodotti pieni di quelle sostanze chimiche che nessuno vorrebbe mettere nella propria bonga. Vi proponiamo qui, dunque, alcune alternative eccezionali.

Quindi, ricordate: tenete pulita la vostra bonga! Non cadete nello stereotipo del fumatore annoiato: nessuno ama fumare con uno strumento zozzo!