3 Modi per Eliminare l'Odore di Una Coltivazione Indoor

Pubblicato :
Categorie : BlogColtivare Cannabis

3 Modi per Eliminare l'Odore di Una Coltivazione Indoor

Poche cose sono caratteristiche come l'odore della Cannabis. Per quanto molti lo amino, tanti no. Perché non vogliono correre il rischio di essere scoperti dai vicini. Tenete l'aria pulita.

Coltivare Cannabis indoor e mantenerla nascosta può essere un'operazione particolarmente complicata. La ragione principale? L'odore. Per questo motivo coloro che vivono in mezzo al nulla, senza vicini o lontano dal traffico, è una questione che raramente desta preoccupazione. Ma, per tutti gli altri, bisogna prendere le dovute precauzioni, quando si parla del dolce, pungente odore dell'erba. Non si tratta semplicemente di tenere nascosta la propria coltivazione da eventuali ladri, ma è anche una questione di buon senso. Cosa dobbiamo fare, dunque, per tenere l'aria pulita e inodore? Ecco qui tre suggerimenti.

FILTRI AL CARBONE

Un filtro al carbone, anche indicato come scrubber al carbone, è un metodo innovativo per il filtraggio dell'aria adatto alla maggior parte dei coltivatori indoor. Si tratta di un apparecchio da collegare allo scarico dell'impianto di ventilazione della vostra Grow Room per rimuovere qualsiasi odore che potrebbe fuoriuscirne. Agiscono grazie ai carboni attivi, in grado di assorbire e catturare le molecole presenti nell'aria e responsabili dell'odore.

Un buon filtro al carbone rimuoverà ogni tipo di odore senza alcun tipo di dispersione. Tuttavia, richiede che l'aria venga attivamente spinta o estratta, passandovi attraverso, tramite un sistema di ventilazione. Tutto ciò, considerate le notevoli dimensioni, talvolta potrebbe scoraggiare chi ha a disposizione spazi ristretti o si è costruito una Grow Room particolarmente piccola. Ma, per la maggior parte dei coltivatori, un filtro al carbone potrebbe essere la giusta soluzione.

È importante sottolineare, quando si parla di filtri al carbone, quanto si è disposti a spendere. Sarebbe buona norma essere disposti ad investire in un modello più affidabile piuttosto che in quello più economico, facilmente meno efficace. Tutti i filtri al carbone hanno una certa durata e hanno buone capacità di assorbimento, ma c'è da dire che quelli di qualità migliore durano anche più a lungo.

GENERATORI DI IONI NEGATIVI

Da non confondere con i pericolosi generatori di ozono, un generatore di ioni negativi fornisce una carica elettrica alle molecole dell'aria. Quando incontrano altre molecole, come quelle responsabili dell'odore della Cannabis, sono in grado di neutralizzarle, eliminandole dall'aria. Sono assolutamente sicuri se li si respira, senza considerare che diversi studi ne hanno dimostrato gli effetti benefici per la salute. Tuttavia, non andranno collocati direttamente all'interno della Grow Room, ma negli ambienti al suo esterno. Nella Grow Room eliminerebbero sì gli odori, ma ridurrebbero notevolmente anche gli aromi e i sapori delle vostre cime.

Il generatore di ioni negativi è anche conosciuto come ionizzatore per ambienti. Può rendere molto più sicura una Grow Room e ridurre notevolmente eventuali paranoie. Il fatto che non debba essere collegato allo scarico di un impianto di ventilazione lo rende una buona soluzione per chi mette a coltivazione una o due piante odorose in uno spazio particolarmente ristretto, anche se non è efficace come un filtro al carbone.

FILTRI HEPA

I filtri HEPA agiscono intrappolando molecole più grandi di 0,3 micron. Ciò permette di eliminare polvere, allergeni e altri agenti inquinanti presenti nell'aria. Possono essere utilizzati anche per filtrare l'odore emanato dalla Cannabis, soprattutto se dotati di carboni attivi. Attenzione, stiamo parlando solamente di alcuni odori: i filtri HEPA non sono in grado di rimuovere completamente l'odore, pertanto usati da soli sono poco efficaci.

Detto ciò, possono essere particolarmente validi come filtro supplementare in una Grow Room, non danneggiando le piante stesse. Li si trova, normalmente, dotati di un ventilatore interno in grado di spingere l'aria al loro interno e di filtrare gli odori. Questo aspetto è utile soprattutto in quelle situazioni dove non potete ricorrere ad un sistema di ventilazione che spinga l'aria verso l'esterno, come, ad esempio, nel caso di una tenda per la coltivazione; oppure quando volete semplicemente assicurarvi che nessun odore sia in grado di "scappare", dotandovi di qualche accorgimento extra.

In conclusione, come avrete potuto notare, esistono un po' di modi per eliminare gli odori provenienti da una coltivazione di Cannabis indoor. Senza dubbio, investire in un filtro al carbone decente è la soluzione migliore, ma si possono prendere anche altri tipi di accorgimenti, soprattutto se state coltivando una o due piante in uno spazio ristretto. Non prendete alla leggera la questione del controllo degli odori. Alla fine della fiera, è sempre meglio eccedere in sicurezza che in preoccupazioni.

 

         
  Josh  

Scritto da: Josh
Redattore, psiconauta e "aficionado" della Cannabis, Josh è l'esperto di casa a Zamnesia. Trascorre le sue giornate immerso nella campagna, andando alla scoperta delle nascoste doti psichedeliche della natura.

 
 
      Scopri i nostri scrittori