10 Fatti Strani Sulla Cannabis

Pubblicato :
Categorie : Blog
Ultima modifica :

10 Fatti Strani Sulla Cannabis


Vi proponiamo alcuni dei fatti più strani riguardanti la cannabis che probabilmente non conoscete. Accendete, fumate e godetevi un po' di strane nozioni sulla cannabis.

Siete stanchi di leggere le sorprendenti statistiche post-legalizzazione della cannabis in Colorado? Siete entrati qui per conoscere alcuni fatti strani e interessanti sulla marijuana, giusto? Bene, sarete accontentati. Dai maiali a Shakespeare, ai bambini risultati positivi alla marijuana, vi offriamo 10 fatti strani che probabilmente non sapevate. Quindi, accendiamo i motori e iniziamo!

1. USANZA RASTAFARIANA CON LA GANJA APPROVATA IN ITALIA

I rastafariani, come tutti sappiamo, fumano ganja come parte delle loro pratiche religiose. Essi credono che la marijuana sia cresciuta sulla tomba di re Salomone, il che gli conferisce uno status sacro. Un uomo a Perugia è stato condannato a 16 mesi di carcere, più una multa di €4.000 per il possesso di 97 grammi di marijuana. La Corte Suprema ha dichiarato che il giudice non ha preso in considerazione le pratiche religiose Rastafariane dell'uomo, che gli consentono di fumare 10g di ganja al giorno. Il senatore Maurizio Gasparri ha dichiarato: "Oggi apprendiamo che un Rasta è libero di girare liberamente con la droga. Se qualcuno appartenesse ad una religione che gli permette di mangiare i propri figli, potrebbe girare anche lui a piede libero?" .
Argomento classico, bisognerebbe usarlo in qualsiasi situazione giuridica possibile: "Se le persone sono autorizzate a 'inserire alcune banalità', potremmo anche permettere a tutti di mangiare i bambini ..."

2. SOLDI DELLE TASSE NEGLI USA

America e marijuana, non ne abbiamo mai abbastanza. Lo sapevate che il governo degli Stati Uniti sta perdendo 28 miliardi di dollari all'anno, per mantenere illegale la marijuana? Immaginate che cosa potrebbero fare tutti quei soldi per l'umanità, se venissero spesi saggiamente! È stato previsto che entro il 2020 l'industria della marijuana legale introdurrà circa 44 miliardi di dollari nell'economia nazionale, anche se c'è ancora molto lavoro da fare per arrivare a questo progresso. La situazione della marijuana negli Stati Uniti è molto importante per l'Europa, a causa del soft power (potere di influenza) che gli Stati Uniti possiedono.

3. DIFFERENZE TRA CANAPA E MARIJUANA

Vi è una chiara distinzione tra canapa e marijuana. La canapa è una pianta di cannabis non psicoattiva. La canapa è stata utilizzata per migliaia di anni per produrre tessuti, corde, carta e per scopi medicinali. Gli allevatori hanno adattato la pianta nel corso di centinaia di anni affinché potesse essere utilizzata per scopi ricreativi/medicinali e hanno potenziato i geni THC. Il biochimico Jon Page dice: "L'analisi del trascrittoma ha mostrato che il gene THCA sintetasi, un enzima essenziale per la produzione di THCA, è attivato nella marijuana, ma inattivo nella canapa". È sicuramente un fatto interessante che la gente dovrebbe tenere a mente.

4. MARIJUANA IN INDIA NEL 1894

Avevo intenzione di scrivere riguardo il Bhang lassi indiano, che è un potente frullato di marijuana che fornisce al consumatore alcune intuizioni illuminanti, tuttavia sono incappato in uno sconosciuto rapporto investigativo sulla marijuana. Nel 1893-1894, le autorità indiane dichiararono la marijuana completamente innocua se usata in dosi moderate. Date un'occhiata a questo riassunto del rapporto. "L'Indian Hemp Drugs Commission Report (1894), che comprende circa sette volumi e 3.281 pagine, è di gran lunga lo studio più completo e sistematico sulla marijuana condotto fino ad oggi". Si noti che la "Canapa" in quel rapporto era descritta come psicoattiva, in quanto geneticamente più vicina alla marijuana. Gli argomenti sulla marijuana che vengono portati alla luce oggi, sono già stati discussi più di un secolo fa. Cerchiamo di non trascurare la storia.

5. GEORGE WASHINGTON

Proprio così, George Washington era un appassionato di ganja. Il padre del Nord America colonizzato teneva un diario che includeva citazioni relative alla cannabis, come: "seminato canapa nella buca fangosa della palude", "cominciato a separare le piante maschio dalle femmine un po' troppo tardi ... sradico la canapa (maschio). Troppo tardi perché la canapa fiorisca in tre settimane o un mese". Ciò suggerisce che George volesse raccogliere la cannabis con un contenuto di THC superiore separando i maschi dalle femmine. Inoltre, ci sono indicazioni che George usasse la canapa come antidolorifico per i suoi mal di denti.

6. SHAKESPEARE

A quanto pare, Shakespeare se ne intendeva abbastanza di Maria. Alcuni scienziati sudafricani hanno analizzato 24 pipe prese in prestito dallo Shakespeare Birthplace Trust per l'Università di Witwatersrand. Utilizzando la gascromatografia-spettrometria di massa, hanno scoperto che 8 pipe sono risultate positive alla marijuana, 4 di loro provenivano dalle proprietà personali di Shakespeare. In uno dei suoi sonetti, Shakespeare scrisse "invention in a noted weed", vi è un'alta probabilità che Shakespeare fosse sballato mentre scriveva i suoi capolavori. Interessante.

7. SAPONI PER BAMBINI

Bambini risultati positivi alla marijuana!!?? Il pubblico va in panico, come può essere!? Le madri si sono forse sballate durante la gravidanza? I genitori alimentano i loro bambini con space cake? I bambini coltivano segretamente la cannabis sotto i loro presepi con luci fluorescenti? No. A quanto pare, i bambini sono risultati falsamente positivi a causa di speciali ingredienti nei saponi che contengono un composto che è stato frainteso dalle macchine di test per la ganja. Questi saponi sono i seguenti: Johnson & Johnson's Head-to-Toe Baby Wash, J&J Bedtime Bath, CVS Night-Time Baby Bath, Aveeno Soothing Relief Creamy Wash e Aveeno Wash Shampoo. Così, la prossima volta che risultate positivi alla marijuana, potete semplicemente giustificare i risultati del test; spiegate che i saponi per bambini vi tengono puliti e profumati.

8. SUINI NEL BHUTAN

Il Bhutan è un Paese in cui l'erba è così comune che è maggiore dell'erba reale. È considerata un fastidio per la popolazione, perché è ovunque. Quindi, che cosa fare con tutta questa erba? Basta darla ai maiali. Proprio così, in Bhutan i maiali sono alimentati con la marijuana perché aumenta il loro appetito e li rende più grassi. L'aumento del loro peso equivale a più bacon.

9. OVERDOSE DI MARIJUANA?

Si può avere una overdose di marijuana? Ebbene, si può certamente provare, ma senza successo. L'indice terapeutico misura la dose terapeutica contrapposta alla dose letale. L'indice terapeutico della marijuana si trova ad un valore di 1:40.000. Per tirare le cuoia, dovreste consumare 40.000 volte la quantità che vi ha sballato la prima volta! Il National Cancer Institute afferma: "Poiché i recettori dei cannabinoidi, a differenza dei recettori degli oppioidi, non sono situati nelle zone del tronco cerebrale che controllano la respirazione, non si verificano overdosi letali da cannabis e cannabinoidi". Quindi un'overdose di marijuana è praticamente impossibile. L'indice terapeutico dell'alcol è 1:10. Fate voi i conti...

10. PREMIO NOBEL PER LA MARIJUANA?

Immaginate tutto il denaro che viene speso per incarcerare i consumatori di marijuana; potrebbe essere speso per progetti innovativi in grado di migliorare le nostre condizioni sociali e ambientali. Immaginate tutti soldi delle tasse che i governi non ricevono, ci si potrebbero creare scuole, ospedali, energie rinnovabili, migliorare i servizi sociali, e l'elenco potrebbe continuare all'infinito. Immaginate le scoperte mediche che gli scienziati potrebbero fare. La marijuana dovrebbe, in effetti, ricevere il Premio Nobel per la Pace per tutta la positività che produrrebbe nel mondo.

 

         
  Guest Writer  

Redattore Ospite
Di tanto in tanto, abbiamo l'occasione di collaborare con redattori ospiti qui a Zamnesia. Si tratta di persone provenienti dagli ambienti più diversi, il che rende inestimabili la loro conoscenza ed esperienza.

 
 
      Scopri i nostri scrittori  

Relativi Prodotti